top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


feed-image Feed Entries
Home
Benvenuto dal tuo commercialista telematico !
GLI ISA: I NUOVI SOSTITUTI DEGLI STUDI DI SETTORE Stampa E-mail
Lunedì 09 Ottobre 2017 00:00

Con la manovra correttiva L. 96/2017 è stata prevista la graduale sostituzione degli studi di settore con i nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale detti ISA per tutti i professionisti e per tutti coloro che esercitano attività d'impresa.
Il provvedimento n. 191552 del 22.9.2017 ha già individuato i primi 70 indici che dovranno essere definitivamente approvati entro la fine dell'anno in modo tale da essere applicati già a partire dall'anno d'imposta 2017 ovvero dal modello UNICO 2018.
A seguito dell'applicazione degli ISA, coloro che risulteranno "affidabili fiscalmente" avranno accessi a benefici premiali che vanno dalla riduzione dei termini di decadenza ai fini dell'accertamento, all'esonero dell'apposizione del visto di conformità per la compensazione dei crediti nonchè all'impossibilità da parte dell'Agenzia delle Entrate di eseguire accertamenti analitico - induttivi.
Ci si chiede però... cosa succederà a coloro che non risulteranno "affidabili fiscalmente"?

Ultimo aggiornamento Martedì 31 Ottobre 2017 17:31
 
LE COMMISSIONI PAYPAL IN AUTOFATTURA E INSERIMENTO ELENCHI BLACK LIST Stampa E-mail
Lunedì 02 Ottobre 2017 00:00

Chi ha a che fare con il commercio elettronico e l'uso di Paypal come strumento utilizzato per le operazioni di incasso deve tener conto del fatto che la società lussemburghese  non emette fatture ma solo degli estratti riepilogativi senza alcuna indicazione iva.
Secondo la circolare 2/E del 28 gennaio 2011 in caso di ricevimento degli estratti riepilogativi il corretto comportamento è quella di emettere autofattura da registrare sia nel registro degli acquisti che delle vendite  specificando che la l'autofattura è esente iva ex articolo 10  comma 1 del DPR 633/1972.
Oltre alla registrazione dell'autofattura è necessario procedere alla comunicazione "Black list" se l'importo annuale  delle operazioni supera € 10.000,00.

 
OBBLIGO DI PRESENTAZIONE TELEMATICA DEL MODELLO F24 IN PRESENZA DELL'UTILIZZO DI UN CREDITO Stampa E-mail
Mercoledì 03 Maggio 2017 06:30

Con la modifica apportata all'art. 37 comma 49 bis del D.L. 223/2006 (art.3 c.3 del D.L50/2017) dal 24 aprile 2017 tutti coloro che possiedono una partita IVA sono obbligati alla presentazione telematica del modello F24 ogni qualvolta si utilizzi un qualsiasi tributo in compensazione, anche se tale compensazione riduce solo parzialmente il debito da pagare. In precedenza tale obbligo scaturiva solo qualora il credito utilizzato compensasse totalmente il debito, ovvero il modello F24 veniva presentato a zero.
Il modello F24 potrà essere presentato o tramite gli intermediari o centri caf autorizzati (probabilmente dietro pagamento di un compenso) oppure tramite l'accesso al sito dell'agenzia delle entrate rilasciato previa registrazione al sito dell'agenzia delle entrate. 
La modifica è stata apportata in funzione alla lotta contro l'evasione al fine di poter monitorare le posizioni da accertare prima che si verifichino compensazioni inesistenti accertabili solo dopo la presentazione delle relative dichiarazioni annuali.

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 2 di 152

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.