top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


feed-image Feed Entries
Home
Benvenuto dal tuo commercialista telematico !
ASSUNZIONE PERSONALE PRIVO DI CONTRATTO DI SOGGIORNO: CONSEGUENZE PENALI PER IL DATORE DI LAVORO Stampa E-mail
Giovedì 01 Settembre 2011 13:11

Spesso nell'ambito delle assunzioni del personale non comunitario soggetto a decreto flussi o alla comunicazione New UE per i cittadini bulgari e romeni ad esclusione di alcuni settori, non si tiene conto delle conseguenze a cui il datore può incorrere qualora non verificasse la sussistenza dei requisiti per l'assunzione.
A tal proposito, la Corte Di Cassazione nella giornata di ieri 31 agosto 2011 (sentenza 32934) ha chiarito la responsabilità penale del datore di lavoro sia nel caso di assunzione effettuata ai fini del rilascio dei documenti di soggiorno per il dipendente e sia nel caso di mancato controllo della documentazione presentata al datore di lavoro al momento dell'assunzione.
Si ricorda che il reato ascrivibile in questi casi è l'arresto da 3 a 6 mesi o il pagamento di una sanzione pecunaria tra gli € 2.500,00 e gli € 6.400,00 per ciascuna irregolarità individuata.

Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Settembre 2011 09:18
 
MANOVRA DI FERRAGOSTO: REGIME RESIDUALE PER I CONTRIBUENTI MINIMI IN USCITA Stampa E-mail
Lunedì 05 Settembre 2011 14:26

Con l'entrata in vigore del D.L. 98/2011 sono state introdotte sostanziali condizioni restrittive di accesso al regime fiscale dei contribuenti minimi (limite a 35 anni dell'età massima consentito per poter aprire una partita iva con il regime dei minimi; utilizzo massimo per 5 anni). Consequenzialmente anche coloro che fino ad oggi hanno applicato tale regime, dovranno verificare se a partire dal 1° gennaio 2012 potranno continuare a farlo nel rispetto delle nuove condizioni.
Coloro che non lo saranno, entreranno nel "nuovo" regime IVA RESIDUALE, diverso dal regime fiscale in contabilità semplificata o in quella ordinaria.
Il nuovo regime infatti oltre a dare la possibilità di portare in detrazione parte dell'IVA pagata a fine 2011 per l'acquisto di beni strumentali e acquisto di rimanenze di magazzino:
- non sarà obbligato a registrazioni contabili ai fini IVA ed IMPOSTE DIRETTE;
- sarà esonerato dai versamenti trimestrali IVA. L'eventuale IVA annuale a debito dovrà essere versata entro il 16 marzo di ogni anno in sede di liquidazione IVA annuale;
- non dovrà pagare l'IRAP.
Nel regime residuale entreranno anche tutti quei seggetti che apriranno la partita iva nel 2012 che non rispetteranno le condizioni riportate nel D.L. 98/2011. La scelta avrà valore triennale.

Ultimo aggiornamento Martedì 18 Ottobre 2011 16:45
 
MANOVRA DI FERRAGOSTO: LA MOBILITA' DEL PUBBLICO IMPIEGO Stampa E-mail
Mercoledì 07 Settembre 2011 19:16

La Manovra di Ferragosto, ormai assoggettata a diversi emendamenti che dovranno essere approvati dal Parlamento, si è occupata anche della mobilità dei dipendenti del settore pubblico.
All'art. 1 comma 29 del D.L. 139/2011 infatti viene individuata una diversa regola per l'assegnazione del personale nei diversi luoghi di lavoro con importanti risvolti sulla flessibilità dell'organizzazione del pubblico impiego e sul risparmio dei costi del personale.
La nuova normativa prevede infatti che il personale pubblico potrà essere ripartito tra le diverse funzioni istituzionali in considerazione sia delle esigenze tecniche sia di quelle produttive che organizzative. Il dipendente pubblico non potrà opporsi al suo impiego in diverse sedi .
Questo comporterà sia un risparmio sul costo del personale pubblico in quanto gli spostamenti richiesti non verranno retribuiti con indennità di trasferimento o rimborsi spese e sia una maggiore flessibilità dal punto di vista organizzativo in quanto il dipendente dovrà spostarsi in base alle necessità dell'amministrazione pubblica stessa.

Ultimo aggiornamento Martedì 18 Ottobre 2011 16:37
 
« InizioPrec.141142143144145146147148149150Succ.Fine »

Pagina 147 di 152

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.