top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


feed-image Feed Entries
Home Forum Aree Gruppo Area Fiscale e Amministrativa regime minimi Unico 2010 quadri CM e RR contributi previdenziali INPS
Offerta Cedolini Colf 2016

Dall'1 al 10 dicembre 2016 ai primi 50 che utilizzeranno il servizio "elaborazioni Cedolini colf light", verrá applicata la tariffa agevolata.

12 Cedolini paga da gennaio a dicembre 2016

certificazione compensi

invio mav trimestrali compilati secondo le ore retribuite inclusa cassa colf

calendario da compilare

tutto inviato via mail

compenso richiesto € 90,00 + CNPA  4% + IVA 22% =  € 100,00

E'' sufficiente inviare una mail a info@gruppoantonacci.it scrivendo "ADERISCO AL SERVIZIO PAGHE COLF LIGHT"  ed indicando il vostro nome ed il vostro cognome.


 



regime minimi Unico 2010 quadri CM e RR contributi previdenziali INPS

regime minimi Unico 2010 quadri CM e RR contributi previdenziali INPS

Salve! Mi sono venuti dei dubbi riguardanti la compilazione dei quadri CM e RR del modello UNICO PF 2010. Nel specifico la situazione è la seguente: Applicazione del regime dei CONTRIBUENTI MINIMI per il periodo d'imposta/anno solare 2009; svolgimento di più attività nel relativo periodo d'imposta/anno solare 2009, e precisamente un'attività professionale (Gestione Separata INPS) nei primi mesi di 2009 e poi successivamente – cioè dopo la variazione di attività presso l'Agenzia delle Entrate, l'iscrizione nel Registro delle Imprese presso la CCIAA, l'iscrizione Gestione Commercianti INPS ecc. – un'attività d'impresa (Gestione Commercianti) durante i restanti mesi dell'anno 2009.

Dubbio n. 1: Per il regime dei minimi va applicato il principio di cassa e non quello della competenza economica. Vale anche per i contributi previdenziali INPS (sia Gestione Separata sia Gestione Commercianti)? Seguendo questo principio si può/deve indicare nella riga 7 del quadro CM (CM7) solo ed esclusivamente i contributi previdenziali effettivamente versati durante l'anno 2009, indipendentemente dalla loro competenza? Cioè se ho versato o niente o troppo poco devo indicare rispettivamente il niente o il troppo poco versato durante l'anno 2009? In altre parole se non ho versato tutti i contributi previdenziali INPS dovuti per l'anno 2009 durante l'anno 2009 dovrò/potrò indicare soltanto quelli effettivamente versati 2009 e non anche quelli pagati/versati 2010 prima della compilazione del modello Unico PF 2010? Questi ultimi devo/posso indicare solo l'anno prossimo nel modello UNICO PF 2011? E di conseguenza, se avessi versato troppo, cioè più del dovuto per l'anno 2009, durante l'anno 2009 dovrei inserire il troppo effettivamente versato? Se fossi così in questa maniera sarebbe possibile – almeno teoricamente – di versare più del dovuto in termini di contributi previdenziali INPS durante l'anno abbassando in tal modo notevolmente l'imposta sostitutiva per poi richiedere il rimborso dell'importo in eccesso versato a titolo di contributi previdenziali INPS con la dichiarazione dei redditi dell'anno in questione?

Per quanto riguarda l'attività d'impresa e la connessa Gestione Commercianti INPS posso/devo indicare nella riga CM7 (almeno) i contributi minimali, cioè i contributi previdenziali sul reddito, dovuti e pagati per l'anno 2009, anche se non li ho versati tutti nell'anno 2009 ma in parte anche nell'anno 2010 ma prima della compilazione del modello Unico PF 2010? O dovrò/potrò indicare solo l'importo versato durante l'anno 2009? Mentre i contributi previdenziali INPS versati per l'anno 2009 durante l'anno 2010 dovrò/potrò indicarli solo nella prossima dichiarazione dei redditi, cioè nel modello UNICO PF 2011?

Per quanto riguarda l'attività professionale e la connessa Gestione Separata INPS posso/devo indicare nella riga CM7 i contributi previdenziali INPS dovuti per l'anno 2009, anche se li ho versati in tutto o in parte nel 2010 e non già nel 2009 ma prima della compilazione del modello Unico PF 2010? O dovrò/potrò indicare solo l'importo versato durante l'anno 2009? Mentre i contributi previdenziali INPS versati per l'anno 2009 durante l'anno 2010 dovrò/potrò indicarli solo nella prossima dichiarazione dei redditi, cioè nel modello UNICO PF 2011?

Dubbio n. 2: Svolgendo due attività distinte, e precisamente una professionale e una d'impresa, durante il periodo d'imposta senza alcun tipo di contabilità separata come si calcolano i contributi previdenziali INPS dovuti rispettivamente alla Gestione Separata e alla Gestione Commercianti? Se uno avesse svolto contemporaneamente un'attività professionale e un'attività d'impresa nel 2009 come si calcolerebbero i contributi previdenziali INPS da versare per l'anno 2009 alle due Gestioni distinte? Come si ottenerebbero le due basi imponibili rispettivamente per la Gestione Separata e quella dei Commercianti? Se invece il soggetto ha svolto prima un'attività professionale nei primi mesi dell'anno e poi successivamente nei restanti mesi dell'anno un'attività d'impresa come vanno calcolati rispettivamente le basi imponibili e i contributi previdenziali dovuti? Vanno fatti due calcoli distinti per la Gestione Separata e la Gestione Commercianti applicando il principio di cassa ai due periodi (periodo dell'attività professionale, periodo dell'attività d'impresa) per ottenere le due basi imponibili distinte?

Grazie per la Vostra attenzione!

Guest
Guest
useravatar
Offline
Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: regime minimi Unico 2010 quadri CM e RR contributi previdenziali INPS

Salve pane
cerco di risponderle secondo i suoi dubbi.
dubbio1. Nel modello Unico vanno indicati solo i contributi effettivamente versati e quindi secondo il principio di cassa  e non di cassa.
Per quanto riguarda il versamento in eccesso dei contributi inps per ridurre l'importo dell'imposta sostitutiva da pagare , tecnicamente è possibile, ma il rimborso  della somma eccedente  va poi richiesta all'inps. inoltre visto che l'ultima rata dei contributi inps si paga a febbraio dell'anno successivo, tale importo dovrà essere indicato nel modello unico dell'anno dopo. Esempio la  IV rata inps relatica all' anno 2009 pagata a febbraio 2010 va indicata nell'unico redatto nel 2011.
dubbio 2. In caso di 2 attività iniziate e chiuse in momenti diversi dell'anno i contributi andranno rapportati al periodo effettivo di attività svolta. Esempio se la prima attività commerciale  è svolta tra gennaio e marzo e la seconda attività professionale  tra aprile e dicembre pagherà per la prima parte i 3/12 di quanto richiesto dalla gestione separata commercianti, mentre nei restanti mesi, sull'imponibile calcolato applicherà il 26,72%  relativamente al 2009.
Se invece le due attività si accavallano, potrà richiedere eventualmente all'inps di ridurre per il periodo di svolgimento delle due attività se può ridurre l'aliquota dei contributi dovuti alla gestione professionale dal 26,72% al 17%. Ma tale dilemma glielo può togliere solo l'inps visto che per aver diritto ad una riduzione contributiva era necessario presentare a duo tempo la relativa domanda di sgravio parziale dei contributi.

Dr.ssa Simona Antonacci

Consulente
Dr.ssa Simona Antonacci
useravatar
Offline
197 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: regime minimi Unico 2010 quadri CM e RR contributi previdenziali INPS

Egregia Dottoressa Antonacci,

La ringrazio innanzitutto per la Sua risposta iperveloce e competente!

Lei mi ha scritto “Nel modello Unico vanno indicati solo i contributi effettivamente versati e quindi secondo il principio di competenza e non di cassa.” Solo per togliere ogni minimo dubbio: Penso che Lei voleva rispondermi: “Nel modello Unico vanno indicati solo i contributi effettivamente versati e quindi secondo il principio cassa e non quello di competenza.” Affermativo? Mi scusi, Dottoressa, ma solo per non lasciare alcun tipo di dubbio mio. Grazie!

Mi sono rimasti dei dubbi inoltre per quanto riguarda il calcolo delle basi imponibili e dei contributi previdenziali INPS dovuti rispettivamente per l'attività professionale e quella d'impresa. Svolgendo prima per alcuni mesi un'attività professionale e poi per i restanti mesi dell'anno una d'impresa dovrò quindi fare due calcoli distintissimi per ottenere una base imponibile per il calcolo dei contributi Gestione separata e una base imponibile per il calcolo dei contributi Gestione commercianti? Applicando il principio di cassa anche ai due periodi d'attività distinti? Cioè per calcolare la base imponibile per i contributi alla Gestione Separata dovrò determinare il reddito professionale sottraendo dai compensi incassati per le prestazioni professionali le spese sostenute nel periodo prima della variazione attività. Mentre per poter calcolare i contributi dovuti alla Gestione Commercianti dovrò determinare il reddito da impresa applicando il principio di cassa e sottraendo dai ricavi dell'impresa le spese sostenute nel periodo dopo la variazione d'attività?

Grazie per la Sua attenzione

Guest
Guest
useravatar
Offline
Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: regime minimi Unico 2010 quadri CM e RR contributi previdenziali INPS

Le confermo che i contributi vanno considerati nell'unico secondo il principio di cassa.

Per quanto riguarda il calcolo dei contributi della gestione commercianti, generalmente i contributi sul minimale vengono spediti dall'Inps che le assegna un codice univoco di identificazione. Se non ha ricevuto la lettera dell'Inps è meglio che non proceda a versare nulla poiché creerebbe solo caos.
Per quanto riguarda invece la gestione separata professionale dovrà applicare l'aliquota del 25,72% alla differenza tra ricavi e costi .

Dr.ssa Simona Antonacci

Consulente
Dr.ssa Simona Antonacci
useravatar
Offline
197 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Forum legend:

 Discussione
 Nuovo
 Locked
 Evidenzia
 Active
 New/Active
 New/Locked
 New/Sticky
 Locked/Active
 Active/Sticky
 Sticky/Locked
 Sticky/Locked/Active

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.