top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


feed-image Feed Entries
Home Forum Aree Gruppo Area Fiscale e Amministrativa Quesito quadro RW
Offerta Cedolini Colf 2016

Dall'1 al 10 dicembre 2016 ai primi 50 che utilizzeranno il servizio "elaborazioni Cedolini colf light", verrá applicata la tariffa agevolata.

12 Cedolini paga da gennaio a dicembre 2016

certificazione compensi

invio mav trimestrali compilati secondo le ore retribuite inclusa cassa colf

calendario da compilare

tutto inviato via mail

compenso richiesto € 90,00 + CNPA  4% + IVA 22% =  € 100,00

E'' sufficiente inviare una mail a info@gruppoantonacci.it scrivendo "ADERISCO AL SERVIZIO PAGHE COLF LIGHT"  ed indicando il vostro nome ed il vostro cognome.


 



Quesito quadro RW

Quesito quadro RW

Salve,
da diversi anni sono contitolare, con altra persona, di un conto corrente in Svizzera in valuta locale, di importo sempre superiore ai 10.000 euro (disgiuntamente, cioè con facoltà per entrambi di compiere operazioni l’uno indipendentemente dall’altro). Entrambi ne abbiamo sempre regolarmente fatto denuncia ogni anno nel quadro RW del Mod. UNICO, inserendo ciascuno un importo pro quota pari al 50% sia della somma totale detenuta al 31/12 di ogni anno (nella Sez. II del quadro), sia delle movimentazioni in entrata ed in uscita dal conto (nella Sez. III).
In questi giorni, al momento di compilare UNICO 2012, ho però scoperto che il 13/09/2010 l’Agenzia delle Entrate ha emanato una circolare (la n. 45/E) contenente dei chiarimenti relativi al monitoraggio fiscale delle somme detenute all’estero, in cui si disponeva che, in caso di attività finanziarie cointestate, il quadro RW deve essere compilato da ogni intestatario con riferimento all’intero valore delle attività stesse, qualora egli ne abbia la disponibilità piena. Cioè, nel mio caso, nel Mod. UNICO 2011 dello scorso anno (essendo la circolare datata settembre 2010) avrei dovuto inserire il 100% degli importi anziché il 50% come fatto da noi cointestatari.
Per questo vorrei chiedere: l’avere dichiarato una quota pro capite anziché l’intero viene considerato dall’Agenzia delle Entrate come evasione, con sottoposizione quindi a severe sanzioni? Faccio notare che in realtà non c’è stato alcun minor pagamento di imposta dovuta, nessuna somma è stata sottratta all’Erario, in quanto ciascuno avrebbe comunque dovuto pagare il 50% degli interessi sul conto corrente.
E cosa è consigliabile fare ora: applicare semplicemente in UNICO 2012 la circolare emanata nel 2010, oppure fare qualcos’altro?
Ringrazio anticipatamente per un parere in merito.
Luciano

Digitor
useravatar
Offline
3 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Quesito quadro RW

Salve Digitor,
poichè l'irregolarità riguarda un anno il 2010 (unico 2011)  fa ancora in tempo a presentare un modello unico integrativo correttivo e contemporaneamente  pagando una piccola sanzione.
In questo modo regolarizza la situazione  non ci pensa più visto che non deve pagare alcuna differenza d'imposta.
Essendo un errore di tipo formale (non sostanziale) poichè non produce variazione delle imposte pagate non credo possa essere considerato elemento di evasione fiscale. Tuttavia in questi casi ricevendo un avviso di accertamento dovrebbe mettere in moto tutta una serie di adempimenti tra autotule e procedure varie chea mio avviso con un unico integrativo sistema tutto alla fonte e non ci pensa più

Dr.ssa Simona Antonacci

Consulente
Dr.ssa Simona Antonacci
useravatar
Offline
197 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Quesito quadro RW

La ringrazio per la cortese risposta. Vorrei fare solamente un'ultima domanda: essendo trascorsi più di 90 giorni dalla scadenza del termine di presentazione di UNICO 2011, non potrò quindi fare una semplice integrazione di quest’ultimo, ma un ravvedimento operoso. Dovrò quindi, in base a questo, pagare un ottavo del 10% (cioè l'1,25%) degli importi apparentemente non dichiarati? Avendo sul c/c estero un importo non indifferente, si tratterebbe di una bella somma... e francamente, essendoci stata solo una svista relativa alla quota di possesso, che rimane pur sempre del 50% anche se va dichiarato l'intero, mi sembra una sanzione pesantissima.

Digitor
useravatar
Offline
3 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Quesito quadro RW

Salve Digitor,
i 90 giorni riguardano l'invio della tardiva dichiarazione. Nel suo caso si parla di integrativa. Si informi bene.

Dr.ssa Simona Antonacci

Consulente
Dr.ssa Simona Antonacci
useravatar
Offline
197 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Quesito quadro RW

La ringrazio ancora per avermi chiarito le idee con grande tempestività. In effetti pensavo che la dichiarazione integrativa a favore si applicasse solamente ai casi in cui vi fossero da correggere minori introiti o maggiori deduzioni. Saluti.

Digitor
useravatar
Offline
3 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Forum legend:

 Discussione
 Nuovo
 Locked
 Evidenzia
 Active
 New/Active
 New/Locked
 New/Sticky
 Locked/Active
 Active/Sticky
 Sticky/Locked
 Sticky/Locked/Active

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.