top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Tributi locali Consulenza sulla fiscalità tributaria VERSAMENTO II ACCONTO IMU: QUANDO NON SI PUO' PAGARE IL TRIBUTO
VERSAMENTO II ACCONTO IMU: QUANDO NON SI PUO' PAGARE IL TRIBUTO PDF Stampa E-mail
Tributi locali - Consulenza sulla fiscalità tributaria
Lunedì 23 Novembre 2020 07:54

Il prossimo 16 dicembre 2020 tutti i proprietari di beni immobili sono chiamati al versamento del II acconto IMU per l’anno d’imposta 2020, ma a seguito del succedersi di vari decreti, "Decreto Agosto" (D.L. 104/2020), "Decreto Ristori" (D.L. 137/2020) e "Decreto Ristori Bis" (D.L. 149/2020) sono stati individuati dei casi in cui il secondo acconto IMU non deve essere versato a causa del Covid 19. Vediamo quali sono tali casi:
1. Il Decreto Agosto ovvero D.L. 104/2020 convertito in Legge 126/2020 ha stabilito che l'IMU non deve essere versata per gli immobili:
-adibiti a stabilimenti marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;
- rientranti nella categoria catastale D/2 e le relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei B&B, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate; 
- rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell'ambito di eventi fieristici o manifestazioni; 
-
rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate; 
- destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

2. Il "Decreto Ristori" e il "Decreto Ristori-bis" hanno poi aggiunto ulteriori esenzioni relativi ad immobili e pertinenze nelle quali si svolgono le attività interessate dalla sospensione prevista dal D.P.C.M. 24 ottobre 2020 a condizione che il proprietario dell'immobile sia anche il gestore di quelle attività indicate nella tabella di cui all’allegato 1 del decreto stesso, poi sostituito dall’allegato 1 del “Decreto Ristori-bis”.

3. Infine il "Decreto Ristori Bis" all'art. 5 ha previsto l'esenzione del pagamento IMU, sempre relativamente al II acconto da versare il 16/12/2020, per i proprietari degli immobili  che siano anche gestori dell'attività esercitata in essi, qualora gli immobili siano localizzati nelle "zone rosse" ovvero in quei comuni caratterizzate da un alto rischio di contagio individuati dal D.P.C.M. 3/11/2020 (art. 3) e dallo stesso Decreto Ristori Bis (art. 30) - (vedi allegato 2 del D.L. 149/2020.

 

 

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.