top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


LA MOBILITA' DEI LAVORATORI PDF Stampa E-mail
Area Lavoro - Consulenza sgravi e riduzione costo
Mercoledì 14 Ottobre 2009 18:52
L'iscrizione alle liste di mobilità non indennizzata ex L. 236/93 costituisce uno strumento volto a facilitare il reinserimento del lavoratore licenziato nel mercato del lavoro consentendo all'azienda che lo  assume di usufruire di una riduzione dei contributi INPS da versare. La prima legge di riferimento è appunto la  n° 236 del 19/7/1993 che all'art. 4 comma 1 definisce i destinatari, i modelli da presentare, i requisiti per l'iscrizione alle liste, le scadenze, la durata l'approvazione e gli adempimenti da svolgere. Il  contenuto poi deve essere prorogato annualmente nelle varie finanziarie.
I destinatari della legge sono i lavoratori che prima di essere licenziati operavano all'interno di 
aziende con un numero di dipendenti inferiori a 15  o che per almeno 120 giorni non aveva effettuato licenziamenti collettivi relativi ad almeno 5 di loro.
Il modello da presentare presso l'Ufficio di collocamento sono:
La domanda di iscrizione alle liste di mobilità compilato dal lavoratore;
la dichiarazione di responsabilità dell'azienda che certifica il licenziamento dei lavoratori che hanno richiesto l'iscrizione;
la lettera di licenziamento.
Affinché possa avvenire l'iscrizione alle liste di mobilità è necessario che il lavoratore, prima di essere licenziato,  svolgesse un lavoro regolamentato da un rapporto  di lavoro a tempo indeterminato e la causa del licenziamento fosse una causa di licenziamento oggettivo ossia avvenuta per cessazione dell'attività d'impresa, riduzione del personale, soppressione del posto di lavoro o della mansione. 
La domanda di iscrizione alle liste di mobilità deve avvenire entro e non oltre 60 giorni di calendario dalla data di licenziamento.
La durata del periodo di iscrizione alle liste di mobilità è differente a seconda dell'età del lavoratore ed in particolare:
iscrizione per 1 anno dalla data di cessazione del rapporto di lavoro per il lavoratore con età inferiore ai 40 anni;
iscrizione per 2 anni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro per il lavoratore con età compresa tra i 40 ed i 49;
iscrizione per 3 anni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro per il lavoratore con età uguale o superiore ai  50.  
Il periodo di mobilità può essere interrotto e poi ripreso successivamente in caso di assunzione a tempo determinato durante il periodo di iscrizione a tali liste. Esempio. Se un iscritto alle liste di mobilità per un anno a partire dal 1 febbraio 2009 con scadenza il 31 gennaio 2010, viene assunto con un contratto a tempo determinato per 11 mese a partire dal 1 aprile 2009, il periodo di mobilità verrà sospeso al 31 marzo 2009 per poi essere ripreso alla fine degli undici mesi di lavoro con la possibilità di allungare la sua iscrizione alle liste di mobilità fino al 31 dicembre 2010.
Una volta compilata la domanda di iscrizione, questa deve essere presentata presso i vari centri dell'impiego che la trasmettono la domanda  agli uffici preposti per l'approvazione.
Se nel periodo di iscrizione alle liste di mobilità il lavoratore dovesse venir assunto con contratto a tempo indeterminato full time, il lavoratore sarà cancellato dalle liste di mobilità e potrà riscriversi solo in caso di mancato superamento del periodo di prova o per licenziamento. Se invece sarà a tempo indeterminato ma part time il tempo di iscrizione alle liste sarà prorogabile per un periodo pari  al doppio del periodo iniziale.
Se l'assunzione sarà a tempo determinato il lavoratore rimarrà iscritto alle liste di mobilità, proroga la sua iscrizione fino al periodo massimo prorogabile e può rimanere iscritto anche in caso di presentazione di dimissioni.
Se l'assunzione avviene invece con contratto di collaborazione a progetto il lavoratore può rimanere iscritto alle liste soltanto se il reddito lordo annuale conseguito  non sia superiore a € 8.000,00 o, in caso di lavoro autonomo se il reddito lordo annuale non va oltre gli € 4.800,00. 
N.B. L'iscizione alle liste di mobilità non risulta essere indennizzata, di conseguenza se il lavoratore presenta i requisiti per aver diritto all'indennità economica, dovrà iscriversi alle liste di disoccupazione ordinarie o ridotte.
Commenti (5)
  • Maia  - Diritto a disoccupazione se il co.co.pro e' scadut
    Buongiorno,
    Io lavoro a progetto da due anni per la stessa azienda, e volevo sapere gentilmente se fra due mesi quando mi scade, se non vienne rinnovato, a cosa avro' diritto...cioe' mi chiamero' disoccupata ...o mi posso iscrivere al centro per impiego o le liste di mobilita' fino all prossimo lavoro o non fa al mio caso? Sono iscritta alla gestione separata inps e non intendo continuare la collaborazione con loro ma non mi dimetto dato che manca poco alla scadenza.
    La ringrazio anticipatamente.
  • Consulente  - Fine contratto co.co.pro
    Salvr Maia,
    a fine contratto, fra due mesi, farà parte dei disoccupati. Potrà iscriversi alle liste di disoccupazione e richiedere l'indennità UNA TANTUM prevista per i contratti a progetto
  • Maia
    La ringrazio per la bella notizia, so che per ottenerla devono passare minimo due mesi senza lavoro, ma che bisogna portare all' inps anche la copia della dichiarazione immediata di disponibilita' che viene rilasciata dal centro impiego .ma come si fa allora ad iscriversi al centro impiego e avere la DID se loro prendono persone che non hanno lavorato da molto tempo solo?
  • Consulente  - ricerca informazione disoccupazione per contratti
    Salve Maia,
    può inserire nello spazio ricerca in alto a destra della home page, la parola UNA TANTUM.
    Lì troverà l'articolo con tutte le spiegazioni ed il modello da presentare
  • Nicholas  - Fila Shoes
    link:https://www.nikeairmax720.us.com/
    link:https://www.adidassuperstars.us.org/
    link:https://www.adidas-eqts.us/
    link:https://www.newadidasshoes.us.com/
    link:https://www.nmdxr1.us.com/
    link:https://www.yeezy-trainers.org.uk/
    link:https://www.factorystoreonline.org/
    link:https://www.nikesclearance.us/
    link:https://www.kevin-durantsshoes.us.com/
    link:https://www.yeezyshoess.us.com/
    link:https://www.yeezyboosts-350.us.com/
    link:https://www.newnikeshoes.us.org/
    link:https://www.sneakersuk.org.uk/
    link:https://www.adidasoutletonlinestore.us.com/
    link:https://www.goyard-handbags.us.org/
    link:https://www.christianlouboutinshoessaleoutlets.us/
    link:https://www.shoes-valentino.us.com/
    link:https://www.adidass.us.com/
    link:https://www.charmsbracelet.co.uk/
    link:https://www.fjallravenkankenbackpack.us/
    link:https://www.nikeoutletsstore.us.com/
    link:https://www.nike-clearance.us.com/
    link:https://www.airjordans-sneakers.us/
    link:https://www.yeezy500boost.us.com/
    link:h...
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.