top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Societario Costituzione IMPRENDITORIA FEMMINILE
IN ARRIVO IL VIDEO CORSO
Aperto il nuovo profilo Istagram... Basta cliccare su "Businessforyou" .. da oggi  nelle storie, chi mi segue potrà farmi una domanda alla quale risponderò.

IN ARRIVO IL NUOVO VIDEO CORSO BUSINESSXYOU sul controllo della propria attività!

Gli interessati possono mandare una mail a corso@gruppoantonacci.it per usufruire dell'offerta lancio!

Ringrazio per la vostra partecipazione

IMPRENDITORIA FEMMINILE PDF Stampa E-mail
Area Societario - Costituzione
Sabato 06 Marzo 2010 01:14

L'imprenditoria femminile viene prevista come strumento per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale femminile con la legge 215/92 attraverso il quale il Ministero delle Attività Produttive si mettono a disposizione delle imprese femminili  stanziamenti sotto forma di contributi a fondo perduto.
La legge 215 prevede la possibilità di ottenere dei finanziamenti attraverso la presentazione del cosidetto “bando” ossia è necessario  presentare la domanda corredata dal progetto da finanziare e tale domanda entra a far parte di una graduatoria ottenuta tenendo conto di alcuni paramentri basilari quali occupazione, partecipazione femminile all’impresa, programmi finalizzati al commercio elettronico e certificazioni ambientali e di qualità.
I requisiti principali da possedere per poter presentare il bando una volta costituita una società capitali o di persone oppure ditta individuale sono:  
a) dimensioni occupazionali delle imprese: 
- meno di 50 dipendenti;
- fatturato non superiori a 7ML di Euro o stato patrimoniale inferiore a 5 ml di Euro;
- non partecipate per il 25% o più da un'impresa di dimensioni superiori.
b) gestione aziendale femminile che:
- nelle imprese individuali è individuato nel titolare donna;
- nelle società di persone e coperative: le donne devono rappresentare almeno il  60% dei soci;
- nelle società di capitali: le donne devono possedere almeno i 2/3 delle quote della società e i 2/3 degli organi di amministrazione devono essere

costituiti da donne.
I requisiti menzionati devono essere mantenuti per almeno 5 anni dopo la presentazione della domanda e, naturalmente devono esistere anche al momento della presentazione della stessa. Il mancato rispetto di tali termini provoca la revoca dell'agevolazione stessa.
Per quanto concerne invece la tipologia delle attività finanziabili, si possono annoverare 
- Le nuove iniziative produttive;
- Rilevamento di attività preesistente in forte sviluppo;
- Realizzazione di progetti aziendali innovativi;
- Acquisizione dei servizi reali in grado di aumentare la produttività, apportare innovazione organizzativa, favorire il trasferimento di tecnologie e la ricerca di nuovi sbocchi di mercato.
I finanziamenti ottenuti possono essere utilizzati per finanziare
- gli impianti generali, comprese l’impianto elettrico, antifurto, riscaldamento, ecc.;
- i macchinari e le attrezzature specifiche alla realizzazione del processo produttivo;
- brevetti;
- software;
- opere murarie e relativi oneri di progettazione e direzione lavori, nel limite del 25% delle voci di spesa relative ai primi due punti.
Il contributo ottenibile in base alla legge 215 dipende da vari fattori tra i quali il luogo in cui vienen stavilità la produzione, il tipo di investimento da realizzare, ecc. ecc. 
I  settori agevolati riguardano soprattutto il settore manifatturiero ed assimilati, commercio, turismo, servizi, agricoltura con alcune limitazioni della normativa comunitaria riguardanti i settori delle produzioni siderurgiche, costruzioni e riparazioni navali, industria automobilistica, produzione di fibre sintetiche, industrie alimentari, industrie delle bevande e del tabacco.
Per richiedere il finanziamento è molto importante preparare un progetto descrittivo e finanziario, che deve essere presentato ad uno degli organi gestori che svolgono la istruttoria, al termine della quale si otterrà o meno il decreto di concessione del finanziamento.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.