top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Fiscale e Amministrativa Amministrazione, Organizzazione e Controllo IL PROFESSIONISTA: CONTROLLI ED AUTORIZZAZIONI PER IL VISTO DI CONFORMITA'.
IL PROFESSIONISTA: CONTROLLI ED AUTORIZZAZIONI PER IL VISTO DI CONFORMITA'. PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Amministrazione, Organizzazione e Controllo
Martedì 29 Dicembre 2009 15:46

In base alla nuova normativa relativa alle compensazioni IVA (art. 10 D.Legge n°78/2009), per importi utilizzati in compensazione superiori ad €. 15.000,00 si rende necessario, ai sensi dell'art. 35 comma 1 lett.a) del D.Lgs 241/97 il visto di conformità di un professionista (commercialista, consulente o revisore contabile) che, dopo opportuni controlli, rilascia il visto di conformità.
I controlli necessari al rilascio del visto riguardano:
- la veridicità delle scritture contabili ossia la regolare tenuta  e conservazione delle scritture contabili ai fini iva.
- la congruenza dei dati presenti nelle dichiarazioni IVA e le scritture contabili al fine di evitare errori di calcolo degli imponibili soggetti ad IVA e successivamente nei crediti IVA da utilizzare.
Operando questa tipologia di controlli, tuttavia restano fuori i controlli sostanziali del professionista, che deve limitarsi a controllare che effettivamente la differenza tra le operazioni attive e passive imponibili ad iva dia effettivamente il risultato presentato nelle dichiarazioni stesse. Di conseguenza la Sua attività non è quella di accertare l'inerenza o meno dell'operazione soggetta ad IVA alla gestione tipica dell'azienda.
Per poter rilasciare il visto di conformità, il professionista deve ottenere l'inserimento nell'elenco speciale centralizzato istituito dalle Direzioni Regionali delle Entrate. A Tal fine è necessario presentare un'istanza di inserimento in tale liste da inviare tramite raccomandata a/r all'Agenzia delle Entrate territorialmente competente. L'istanza dovrà contenere i dati anagrafici e professionali del soggetto richiedente, e dovrà essere corredata da altri documenti quali:
- dichiarazione dell'ordine di appartenenza;
- dichiarazione di insussistenza di provvedimenti di sospensione;
- dichiarazione attestante l'abilitazione a trasmettere le dichiarazioni fiscali, rilasciata dall'Agenzia delle Entrate;
- copia della garanzia assicurativa relativa esclusivamente all'assistenza fiscale rispondente ai requisiti richiesti dall'Agenzia delle Entrate;
- copia documento d'identità.


  

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.