top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Fiscale e Amministrativa Gestione dell'impianto contabile aziendale PRINCIPALI NOVITA' DEL DECRETO MILLEPROROGHE
IN ARRIVO IL VIDEO CORSO
Aperto il nuovo profilo Istagram... Basta cliccare su "Businessforyou" .. da oggi  nelle storie, chi mi segue potrà farmi una domanda alla quale risponderò.

IN ARRIVO IL NUOVO VIDEO CORSO BUSINESSXYOU sul controllo della propria attività!

Gli interessati possono mandare una mail a corso@gruppoantonacci.it per usufruire dell'offerta lancio!

Ringrazio per la vostra partecipazione

PRINCIPALI NOVITA' DEL DECRETO MILLEPROROGHE PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Gestione dell'impianto contabile aziendale
Lunedì 01 Marzo 2010 17:35
Lo scorso 25 febbraio 2010  il cosiddetto decreto Milleproroghe è stato convertito in Legge. Le principali novità  del D.L. 194/2009 fiscali sono relative: 
- alla proroga dello scudo fiscale al 30 aprile 2010 con aumento del costo per la regolarizzazione. Chi vorrà rimpatriare o regolarizzare le attività patrimoniali o finanziarie detenute fino al 31 dicembre 2008 lo potrà fare pagando un'aliquota differente a seconda della data di presentazione della richiesta di regolarizzazione. Se infatti sarà compresa tra: 
       -  il 1 gennaio 2010 ed il 28 febbraio 2010, l'aliquota applicata sarà  del 6%, 
       -  il 1 marzo 2010 ed il 30 aprile 2010, l'aliquota passerà al 7%. 
E' opportuno ricordare  che  tutte le operazioni di rimpatrio e 
di regolarizzazione delle attività finanziarie e patrimoniali detenute all'estero andranno perfezionate entro e non oltre il 31 dicembre 2010. Anche quelle che pur pagando un imposta straordinaria calcolata con l'aliquota del 5% e pagata  entro il 15 dicembre 2009  non hanno fatto in tempo a definire effettivamente il rimpatrio entro il 31 dicembre 2009.
- alla proroga al 30 aprile prossimo dei termini per l'integrazione della documentazione da parte delle associazioni no profit e associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI  per ottenere l'assegnazione dei fondi "5 per mille"  relativi anni 2006, 2007 e 2008;
- per gli anni 2009 e 2010 alla proroga dei termini di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale degli studi di settore al 31 marzo 2010 e 31 marzo 2011. La proroga è stata approvata ritenendo necessario l'esame dell'andamento economico provocato dalla crisi finanziaria ed economica che sta attraversando il paese Italia. La norma generale che regola la pubblicazione degli studi di settore viene specificata dall'art. 1 comma 1 del D.P.R. 195/99 che impone la pubblicazione degli studi di settore entro  il 30 settembre del periodo d'imposta in cui entrano in vigore ;
- alla sospensione fino al prossimo giugno 2010 dei versamenti tributari per i residenti nelle zone terremotate dell'Abruzzo. 
- allo slittamento al 2011 dell'invio della dichiarazione mensile ad opera del sostituto d'imposta. Fino ad oggi e per tutto il 2010 i dati sono stati e, dovranno essere comunicati per il 2010 alle Amministrazioni Finanziarie attraverso il modello 770.
 

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.