top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


IRAP E DEDUCIBILITA' PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Dichiarativi ed Adempimenti telematici
Giovedì 23 Aprile 2009 20:26
Il Cosidetto Decreto Legge Anti-crisi  (D.L. 185/08)  convertito  in Legge n°2  lo scorso  28.1.2009 si è pronunciato anche in materia di deducibilità IRAP. In particolare, in tale decreto si prevede l'introduzione della deducibilità parziale dell'IRAP, considerata fino a quel momento, totalmente indeducibile rispetto alle imposte dirette.
Condizione necessaria affinchè possa applicarsi la  deducibilità parziale è la  presenza di spese sostenute per il personale dipendente oppure per oneri inerenti  gli  interessi passivi. La partecipazione di tali costi alla formazione del valore della produzione imponibile è stata ribadita  anche dall'Agenzia delle Entrate attraverso la circolare n. 8/E del 13/3/2009 la quale però, ha anche sottolineato che l'applicazione della deducibilità  del 10% va calcolata sull'IRAP versata nel periodo d'imposta di riferimento ossia dal 01/01/2008 al 31/12/2008. Quanto affermato dall'Amministrazione Finanziaria non fa altro  che introdurre secondo il mio punto di vista ulteriori elementi di incertezza: il calcolo del 10% deve essere eseguito in base al principio di competenza sull'intero importo dell'imposta di riferimento dell'esercizio come sembra leggersi nel Decreto Anti-crisi, oppure in base al  principio di cassa  e quindi solo sugli acconti versati relativi allo stesso periodo come invece sembra dedursi dalla circolare dell'Amministrazione Finanziaria?  In quest'ultimo caso poi, se la deducibilità deve essere applicata  solo sugli acconti, definiti generalmente con il metodo storico, sarebbe corretto riferirsi ad una situazione che potrebbe distaccarsi da quella reale, visto l'andamento decrescente della produzione nazionale? In presenza poi di  un importo della deducibilità parziale superiore all'importo dell'imposta da pagare a saldo, in che modo si potrebbe richiedere il rimborso? Quale sarebbe  poi la priorità del legislatore nel procedere al rimborso del credito spettante al contribuente che ne ha fatto regolare richiesta, tenendo conto dei limiti di spesa stabiliti dal  Governo per l'erogazione del rimborso legato alla parziale deducibilità dell'imposta (€ 100 milioni per il 2009 ; € 500 milioni per il 2010 ed € 400 per il 2011? 

 

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.