top
logo

Accesso utenti




Home Area Fiscale e Amministrativa Dichiarativi ed Adempimenti telematici UNICO 2010: MODIFICHE AL QUADRO CM (CONTRIBUENTI MINIMI) - AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE
IN ARRIVO IL VIDEO CORSO
Aperto il nuovo profilo Istagram... Basta cliccare su "Businessforyou" .. da oggi  nelle storie, chi mi segue potrà farmi una domanda alla quale risponderò.

IN ARRIVO IL NUOVO VIDEO CORSO BUSINESSXYOU sul controllo della propria attività!

Gli interessati possono mandare una mail a corso@gruppoantonacci.it per usufruire dell'offerta lancio!

Ringrazio per la vostra partecipazione

UNICO 2010: MODIFICHE AL QUADRO CM (CONTRIBUENTI MINIMI) - AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Dichiarativi ed Adempimenti telematici
Mercoledì 05 Maggio 2010 07:23

Il contribuente minimo sarà chiamato a breve a presentare il  modello Unico al fine di conoscere l'importo da versare all'erario a titolo di  imposta sostitutiva irpef sul reddito assoggettato a tassazione. Il quadro CM relativo appunto ai  contribuenti minimi, quest'anno ha subito delle modifiche. Le principali novità riguardano:
- la presenza di una nuova casella per indicare il regime familiare dell'impresa e quindi la presenza di un collaboratore familiare. L'imposta sostitutiva dell'impresa sarà versata direttamente dal titolare che dovrà indicare nel quadro RS la quota di reddito assegnata al collaboratore familiare. 
- la detassazione prevista dalla Tremonti-Ter, di cui poteva avvalersi anche il contribuente minimo, deve essere riportata come componente negativo di reddito ed indicato nella colonna 1 rigo CM5. Spetta poi sempre al contribuente verificare lo sforamento o meno del limite dei beni strumentali in possesso fissato sempre ad € 15.000,00;
- l'introduzione dei righi CM15 (importo del credito d'imposta del 2009), CM16 (importo del credito utilizzato in compensazione) relativi al riporto delle eccedenze di imposta e  CM17 (da utilizzare per indicare gli importi  versati in acconto nel 2009);
- il riporto delle perdite conseguite nel 2008 e nel 2009 non compensate nell'anno, da esporre nel rigo CM22 mentre  il riporto delle perdite formatesi in regime dei minimi e riportabili illimitatamente nel tempo dovrà essere indicato nel rigo CM23;
- il calcolo dei  contributi previdenziali a seguito del recepimento della circolare Inps 79 del 2009. La base di calcolo dei contributi INPS sarà data dalla differenza  tra il rigo CM6 e il rigo CM9. Infatti dal reddito conseguito dovranno essere sottratte le perdite pregresse ma non i contributi previdenziali inps pagati esposti nel rigo CM7.

Per ulteriori approfondimenti cliccare qui

Commenti (266)
  • ferruccio
    A proposito del quadro CM segnalo che, a tutt'oggi, nel software UNICOWEB 2010 manca la possibilità di compilare, e quindi d'inviare, tale quadro, che pure c'era lo scorso anno. A mia domanda all'Agenzia delle Entrate (in realtà ha risposto la famigerata SOGEI dicendo di ..... rivolgersi all'Agenzia)ho ricevuto più o meno la risposta BAH !? Ne sapete qualcosa ? Grazie
  • Anonimo
    Questo problema tecnico l'ho avuto anche io e dipende dal fatto che l'Unico Web online, quello che si compila online, non può essere utilizzato dai contribuenti minimi. Il quadro CM compare solo se compili la dichiarazione scaricandoti l'Unico dal sito web dell'Agenzia delle Entrate e lo esegui offline.
    Mi scuso con il Consulente, non voglio assolutamente sostituirmi a Lei, commercialista da encomiare a mio parere, tento solo di dare una soluzione al suddetto problema specificamente tecnico web.
  • Il Consulente  - Quadro CM Unicoweb 2010
    Buongiorno Ferruccio
    in realtà i problemi del quadro CM non compilabile ancora sul sito dell'Agenzia delle Entrate è collegato alle recenti modifiche apportate al quadro stesso. La compilazione dovrebbe essere resa disponibile tra qualche giorno.
  • Tiziano  - i misteri dei righi CM22 e CM23
    Sto utilizzando il software dell'Agenzia delle Entrate e mi sfugge la logica di compilazione delle 4 caselle relative ai righi CM22 e CM23.
    Purtroppo ho avuto una perdita (es.2000€) nell'anno 2008 ed una (1000€)anche nel 2009.

    Nel modello unico 2009 è stata riportata la perdita di 2000€ senza limiti di tempo.

    Quest'anno dove e come vanno indicate le due perdite? Es. CM22 eccedenza2008=2000; eccedenza2009=1000; CM23 col.1 di cui relative al presente anno (???) col.2 (totale delle due perdite???)

    Gentilmente chiederei il vostro aiuto per risolvere questo dilemma (come se non bastassero i problemi quotidiani!)

    Vi ringrazio e vi saluto cordialmente.
    Tiziano
  • Il Consulente - Dr.ssa S. Anto  - Perdite
    Salve Tiziano per risponderle devo capire alcune cose.
    - Lo scorso anno Lei ha dichiarato nel modello Unico quadro RS la perdita che risultava dal quadro CM rigo 19?
    - Nel modello Unico che sta compilando, la perdita si presenta già al rigo CM8?
  • Enza  - Unico 2010 - Che reddito complessivo prendere per
    Buongiorno,

    spero possiate gentilmente aiutarmi.
    Sto compilando il mod. per la domanda degli assegni familiari ed allora vorrei sapere, per chi è un contribuente minimo come me, quale è il reddito complessivo da considerare a tal fine l'RN1, il CM10 dell'unico 2010 o altro?

    Ringrazio tutti quelli che volessero darmi una gentile risposta.

    Enza
  • Il consulente  - Assegni familiari e quadro CM
    Nell'art. 1 commi da 96 a 177 della legge 24 dicembre 2007, n. 244, relativa appunto al regime dei minimi viene precisato che il reddito proveniente dal quadro CM deve essere aggiunto al reddito complessivo (RN1) al fine del riconoscimento sia delle detrazioni per i carichi di famiglia (art. 12, comma 2, del Testo Unico),che per la determinazione dei contributi previdenziali ed assistenziali spettanti. La risposta quindi alla sua domanda è che l'importo da indicare nel modello relativo agli assegni familiare sarà dato dalla somma dei redditi presenti nel quadro CM rigo 10 e nel quadro RN rigo 1
  • Enza  - Complimentissimi
    Grazie per la sua serietà e professionalità.

    Il commercialista di un mio amico mi aveva riportato che essendo io una contribuente minima l'RN1 è a ZERO e che l'unico da considerare sia il CM10.

    Personalmente concordo più con la sua risposta.

    Enza


  • GIANCARLO  - cm ed anf
    Secondo esperti del sole24 ore il reddito da CM ve dichiarato nella tabella B del modello ANF in quanto reddito soggetto ad imposta sostitutiva.
    saluti.
  • Lorenzo  - Quadro CM per ANF
    Il rigo da prendere in considerazione per il riconoscimento dell'assegno per il nucleo familiare nel quadro CM (oggi LM) ritengo sia, non il n. 10, ma il n. 6 "Reddito lordo o perdita" cioè al netto delle deduzioni così come è in effetti il rigo RN1. Essendone interessato, potete precisarmi questa osservazione? Grazie
  • Lorenzo
    Il rigo del Quadro CM (oggi LM) da prendere in considerazione per il riconoscimento dell'assegno per il nucleo familiare ritengo non sia il n. 10 ma il n. 6 "Reddito lordo o perdita" cioè al netto delle deduzioni così come lo è il rigo RN1.
    Essendo interessato personalmente, potete rispondermi? Grazie
  • Consulente  - Valore da indicare per la richiesta degli assegni
    Salve Lorenzo
    il valore da considerare è è quello indicato in LM 10 poichè viene nettizzato dei contributi versati durante l'anno e delle perdite degli anni precedenti. In questo caso dichiara un reddito o coincidente con il punto LM6 (se non esistono ne contributi versati ne perdite) oppure più.
  • Il Consulente - Dr.ssa S. Anto  - Ringraziamenti
    La ringrazio per i complimenti.
  • Harald  - contributo previdenziale
    Buongiorno,
    approposito la compilazione del Quadro CM, rigo CM7 mi è venuto un dubbio sul calcolo del contributo previdenziale: sono inscritto in una cassa previdenziale (Inarcassa) privata, ossia del mio ordine. non ho ben capito, se io, come contribuente minimo posso detrarre l'importo totale (contributi soggettivi e integrativi+ contributo maternitá), oppure se nel rigo cm7 devo solamente riportare l'importo del contributo soggetivo.
    Ringrazio tutti quelli che volessero darmi una gentile risposta.
    con cordiali saluti
  • Il Consulente  - Contributi previdenziali CM7
    Salve Harald, nel quadro CM rigo 7 può riportare il totale dei contributi versati all'INARCASSA. Nel caso tuttavia l'importo ivi riportato fosse superiore all'importo indicato nel rigo 6 del quadro CM, la differenza (ossia la parte eccedente) deve essere riportata nel rigo 21 del medesimo quadro e verrà considerato come onere deducibile dal reddito complessivo (art. 10 del TUIR)

  • Fabrizio  - In CM7 no Contrib. Integrativi
    Buongiorno.
    Non sono d'accordo sul fatto che in CM7 vadano indicatti TUTTI i Contributi Inarcassa.
    Io indicherei solo i Contrib. Soggettivi + Maternità.
    (Solitamente in RP i Contrib. Integrativi NON sono deducibili).
    Attendo, però, Sue.
    Grazie.
  • Harald
    Grazie mille per la sua risposta immediata e professionale!
    Gentilmente vorrei chiederle un'ulteriore chiarimento. l'anno scorso ho frequentato un corso d'istruzione professionale. Il costo complessivo della formazione ammonta a 1500 Euro. Posso dedurre questa somma al 100% dal mio reddito, aggiungendo l'importo ai componenti negativi (rigo CM5), oppure devo riportare le spese per istruzione al Quadro RP, rigo RP19, indicando il 19% dell'importo totale?
    Vi ringrazio e vi saluto cordialmente.
    Harald


  • Il Consulente - Dr.ssa Antonac  - Corsi di formazione
    Il costo del corso di formazione, può essere indicato direttamente nel quadro CM rigo 5 se:
    - le spese sono debitamente documentate;
    - inerenti l'attività svolta.
  • Harald
    Grazie per la sua risposta.
    con distinti saluti,
    harald
  • Michela  - Deduzione bollettini pagamento esame di stato
    Buonasera,

    nel 2009 ho pagato l'iscrizione all'esame di stato per architetto.

    Non è la mia attività primaria.

    Essendo io contribuente minimo posso in qualche modo dedurre le suddette spese?
    Se si dove vanno inserite?

    Ringrazio per la cortese risposta

    Michela
  • Il Consulente  - Spese esame di stato Architetto
    Salve Michela,
    purtroppo le spese per l'esame di stato non sono deducibili ne dal quadro CM (contribuenti minimi) ne dal quadro RP (costi d'istruzione).
  • manuel  - Quadro CM su unicoweb
    Qualcuno l'ha visto il quadro CM desaparecido su unico web? siamo a ridosso della prima scadenza ma a me pare non ci sia...
  • Anonimo
    Questo problema tecnico l'ho avuto anche io e dipende dal fatto che l'Unico Web online, quello che si compila online, non può essere utilizzato dai contribuenti minimi. Il quadro CM compare solo se compili la dichiarazione scaricandoti l'Unico dal sito web dell'Agenzia delle Entrate e lo esegui offline.
    Mi scuso con il Consulente, non voglio assolutamente sostituirmi a Lei, commercialista da encomiare a mio parere, tento solo di dare una soluzione al suddetto problema specificamente tecnico web.
  • Il Consulente  - Grazie
    Salve Anonimo,
    non deve scusarsi, perchè non considero il suo intervento una sostituzione. Anzi sono io a ringraziarla per aver dato una risposta corretta.
  • Azzurra  - rigo CM7
    :roll: buongiorno, io sono nel regime dei minimi… ma al rigo CM7 devo mettere l’importo dell’INPS che ho pagato nel 2009 o l’INPS che devo pagare nel presente periodo d’imposta? le istruzioni intendono per "presente periodo d'impsta" l'anno 2010? Cioè devo mettere l’importo che ho calcolato sul reddito 2009 e che dovrei pagare entro il 16 c.m. e a novembre di quest'anno?
    Scusatemi ma sono in tilt.Grazie mille.
  • Il Consulente  - Contributi Inps
    Salve Azzurra,
    Nel quadro Cm rigo 7 devono essere riportati i contributi inps pagati nel corso del 2009. Per "presente periodo d'imposta" l'Agenzia delle Entrate intende riferirsi all'esercizio d'imposta per cui si fa la dichiarazione, ossia il 2009.
  • Azzurra
    :D grazie, infiniatamente grazie!!! sinceramente non ho mai avuto un consulente così veloce chiaro e gentile!
    saluti.
    Azzurra
  • Il Consulente - Dr.ssa Simona  - Ringraziamenti
    Grazie Azzurra per i complimenti.
    Qualunque cosa sai come contattarmi..
  • Elisabetta  - Quadri da compilare
    Buon giorno.
    Già nell'unico 2009 ero in regime dei minimi e ho compilato il quadro CM. Lo scorso anno sono stata assunta part time e ho mantenuto l'attività libero professionale. Continuo ad essere nelle condizioni per adottare il regime dei minimi. Devo ricondurre tutti gli introiti, anche quelli riportati nel CUD 2010, nei componenti positivi del quadro CM e tutte le tassazioni riportate sempre sul CUD nei componenti negativi del quadro CM? Così pure per tutte le spese mediche? Non devo in sostanza compilare i moduli RC, RP, RL?
    Grazie e saluti
  • Il Consulente  - Lavoro dipendente e Regime dei minimi
    Salve Elisabetta,
    nel quadro dei minimi bisogna indicare solo ricavi e costi che riguardano l'attività professionale.
    Quindi per il reddito da lavoro dipendente dovrai compilare il quadro RC, per le spese il quadro RP e cosi' via. Tutti gli altri redditi (ad eccezione di quelli legati al quadro CM) verranno poi riportati nel quadro RN e daranno luogo alla liquidazione delle imposte.
  • Ulisse  - minimi
    Salve,
    ma i redditi del c.m. non vanno sommati ai redditi nel riquadro RN?
    Grazie
  • Il Consulente  - Quadro CM e Quadro RN
    Salve Ulisse,
    il reddito che scaturisce dal quadro CM non va dichiarato nel quadro RN in quanto già assoggettato ad imposta sostitutiva del 20%
  • Azzurra  - codice per versare l'inps regime dei minimi
    Gent.mo,
    rieccomi,ho redatto l'UNICO per me, che sono nel regime dei minimi, l'anno scorso ho versato i contributi INPS come libero prof iscritta alla gestione separata con codice "PXX", siccome ogni anno c'è qualche sorpresa ho guardato l'universo per essere sicura che devo usare ancora lo stesso codice ma non ho trovato nulla che me lo conferma e devo versare entro domani... può confermarmelo lei? è ancora il cod PXX?
    grazie ancora.
    Azzurra
  • Il Consuelnte - Dr.ssa Simona  - Contributi Inps
    Salve Azzurra e bentornata,
    se sei una professionista, o comunque in generale, versi alla gestione separata, il codice di riferimento INPS è PXX.
  • Azzurra
    Gulp! sono senza parole, Gent.ma dr.ssa Simona, grazie ancora, pensavo di non dormire dall'ansia di ricevere la risposta e invece...sò già che domani potrò versare tranquillamente! grazie ancora.
    Azzurra
  • Il Consulente
    Mi raccomando, dormi anche per me....
  • cristiano  - indicazione tipo di attività quadro CM 2010
    Ciao a tutti ho compleato la mia dichiarazione utilizzando il software dell'agenzia delle entrate, la mia è un'attività da lavoratore autonomo con regime dei minimi. Ho pertanto messo il flag su autonomo nel quadro Det. del reddito Quadro CM. Pero' in fase di stampa della dich. la crocetta mi compare sull'attività di impresa familiare. Sapete dirmi qualcosa? Posso comunque inviarla? E' successo ad altri? Grazie mille.
    Cri
  • boiamondo
    io pure non trovo il quadro cm,.,,,,,dov'è????
  • Il Consulente  - Quadro Cm
    Quando compila le prime informazioni richieste dal programma UnicoPF dell'Agenzia delle Entrate deve specificare che è un contribuente in regime dei minimi. In caso contrario il quadro non viene riportato
  • Il Consulente  - Unico Cm
    Salve Cristiano,
    ha controllato che il flag sia stato messo correttamente? Nel quadro CM compare anche un flag per dichiarare l'attività svolta in regime dei minimi con collaboratori familiari. Non vorrei avesse distrattamente indicato dei collaboratori familiari. Non spedisca la dichiarazione con l'indicazione dell'attività familiare.
  • boiamondo
    allora,,,, all'inizio vado su unico web 2010 ordinario, poi nuova dichiarazione....,qui devo mettere i dati anagrafici,,,, e domicilio fiscale, ma non trovo altro che riguarda i redditi o i quadri da compilare...salvo e non ho il quadro cm... com'è?????...
  • il Consulente  - Quadro CM in Unico Web
    Ho provato a scaricare il programma in questione e compilando i dati di base, poi ho il quadro CM nei redditi.
    Provi a riscaricare la versione del programma Unicoonline Pf 2010
  • boiamondo
    mi scusi... io ho usato unico web in strumenti e della home dei servizi...tutto on line...... non trovo altro che si possa scaricare...
  • Il Consulente  - Link del programma
    Provi a verificare se il programma che utilizza è lo stesso che si scarica collegandosi da questo indirizzo .www.agenziaentrate.it/wps/wcm/connect/Nsilib/Nsi/Strumenti/Software/D ichiarazioni+2010/Unico+PF+2010/
  • Davide  - Domanda stupida sulle proroghe ivio telematico Uni
    Il pagamento delle tasse derivanti dalla compilazione del modello unico contribuenti minimi è fissata sempre al 16 giugno, proroga al 16 luglio con maggiorazione possono solo i soggetti legati agli studi di settore(non è il caso dei contribuenti minimi), quindi se compilando l'unico contribuenti minimi sono a credito l'invio telematico può essere effettuato entro il 16 ?.
  • Il Consulente  - Scadenze ordinarie
    I contribuenti appartenenti al regime dei minimi sono considerati soggetti "estranei" agli studi di settore. Di conseguenze per tale categoria di soggetti rimangono in vigore le scadenze ordinarie di versamento delle imposte che lei stesso ha riportato nella sua domanda.
  • carlo rosetti  - Contribuente minimo ed assegni familiari
    Buongiorno, dopo aver girato vari Caf, essere andato all'inps non sono riuscito ancora ad avere una risposta definitiva. Mia moglie e' contribuente minima e devo fare richiesta per assegni familiari. Volevo avere conferma che per il reddito di mia moglie devo considerare il rigo cm10 + Rn1 (che nel suo caso rappresenta solo reddito da fabbricato altrimenti sarebbe a zero)ed inserirlo nella tabella B del modello anf (redditi esenti da imposta.....o soggetti a imposta sostitutiva) sotto la casella 2 altri redditi.
    grazie
  • Il Consulente  - Indicazione Redditi nel modulo Assegni Familiari
    Salve sig. Rosetti
    L'importo da indicare nel modello relativo alla richiesta degli assegni familiare è dato dalla somma dei redditi presenti nel quadro CM rigo 10 e nel quadro RN rigo 1. Il risultato dovrà essere poi riportato nella tabella B del modello in oggetto
  • angela
    buongiorno
    volevo chiedere un chiarimento: per anno 2009 ho aperto posizione in contribuente minimo ed era il primo ann odi attività. Essendo già in possesso ai autovettura e pc note book, dove posso inserirli nel quadro CM come strumenti a costo?
    (Sempre che sia possibile) La ringrazio per una sua risposta, anche perchè devo compilare e preparare il versamento imposte entro domani o dopodomani al massimo. Grazie
    Angela
  • Il Consulente  - Pc ed auto acquistati prima dell'apertura partita
    salve Angela,
    per quanto riguarda l'autovettura può scaricare le spese di manutenzione in modo forfettario al 50% e deve inglobarle nel quadro CM5. Per il PC, se lo ha acquistato precedentemente all'apertura della partita iva, teoricamente non potrebbe portarselo in detrazione, almeno io non lo farei. Nel caso in cui volesse inserirlo nelle spese, lo dovrebbe inserire sempre nel quadro CM rigo 5
  • angela
    La ringrazio per la risposta e grazie anche per il servizio di consuòlenza che offrite in modo da togliere un poò di dubbi.
    Se posso aprofittare mi servirebbe sapere anche perchè quest'anno, abbinato al quadro RG bisogna compilare anche il quadro RS, e poi che importi si devono mettere? grazie mille ancora
    Angela
  • Il Consulente  - Quadro RS - Prospetti vari - in presenza del Quad
    Salve Angela, la ringrazio per i complimenti. In merito alla sua domanda relativa al quadro RS (prospetti vari) posso dirle che generalmente viene inserito nel dichiarativo in presenza di perdite pregresse d'esercizio, oppure in caso di dichiarazione di investimenti mediante incentivi previsti dalla Tremonti Ter, oppure per evidenziare delle perdite derivanti dalla richiesta di un rimborso irap.
    Posso ipotizzare che la compilazione del quadro RS sia legata ad una perdita d'esercizio registrata lo scorso anno, ma in mancanza di dati più specifici non sò dirle nulla. Posso aggiungere soltanto che la sua compilazione non è sempre obbligatoria ma è legata a qualche evento verificatosi lo scorso anno.
  • oliver
    Salve,
    sono ragioniere dipendente a tempo indeterminato ed avendo aperto nel 2009 posizione da contribuente minimo vorrei presentare la mia dichiarazione dei redditi tramite fisconline ma NON ho compreso come in Unico Web si deve fare per aprire e poi compilare i campi del quadro CM.
    E' indicato da qualche parte che non si può fare come persona fisica? Grazie in anticipo per risposta.
  • Il Consulente  - Unico - Fisconline
    Salve Oliver,
    deve entrare nella sezione fisconline e scaricare il programma UNICOWEB dopodiché nelle prime schermate viene richiesto il codice fiscale della persona ed i quadri da compilare. Provi a vedere se riesce a farlo da quella sezione. In caso contrario provi a scaricare il software dalla Sezione Modulistica del sito dell'Agenzia delle Entrate.
  • Oliver
    Risalve,
    io sono entrato come gia' l'anno scorso in fisconline e direttamente sul computer dell'agenzia compilo UnicoWeb e per me non c'e' un programma da scaricare. Non trovo la possibilità di scegliere i quadri CM e RR.
    Scusate l'insistenza.
  • Il Consulente  - Funzionamento UnicoWeb
    Salve sig. Oliver,
    purtroppo noi utilizziamo programmi diversi per l'elaborazione e l'invio dei dichiarativi. Provi comunque a cliccare su link riportato di seguito e veda cosa succede. So che quest'anno la procedura dell'agenzia delle entrate per la compilazione delle dichiarazioni è un variata. In caso contrario non saprei proprio cosa dirle.
    Questo è il link
    *******www.agenziaentrate.it/wps/wcm/connect/Nsilib/Nsi/Strumenti/Soft ware/Dichiarazioni+2010/Unico+PF+2010/#software
  • Fabrizio  - CM7 - Contr. Inarcassa
    Buongiorno.
    Non sono d'accordo sul fatto che in CM7 vadano indicatti TUTTI i Contributi Inarcassa.
    Io indicherei solo i Contrib. Soggettivi + Maternità.
    (Solitamente in RP i Contrib. Integrativi NON sono deducibili).
    Attendo, però, Sue.
    Grazie.
  • Il Consulente  - Contributo integrativo
    Salve sig. Fabrizio,
    il contributi integrativo non è generalmente deducibile tranne nel caso in cui vengano anche considerati tra i ricavi.
  • Donatella  - acconto contributi inps
    Buongiorno.
    Volevo sapere se, nel corso del 2010, non avrò reddito da lavoro autonomo come contribuente minimo oppure solo lavoro occasionale sotto i 10.000€ come posso regolarmi con l'acconto INPS che invece risulta molto alto in quanto calcolato sul reddito 2009?
    La ringrazio per la sua risposta e complimenti per la sua professionalità.
  • Il Consulente  - Acconto
    Salve Donatella,
    per gli acconti le posso solo dire che il primo va versato obbligatoriamente. Per quanto riguarda il II acconto invece, in base all'andamento dell'attività si può decidere di non versarlo o versarlo in parte. Quando tuttavia viene applicata questa procedura, al momento del versamento del II acconto, Le consiglierei di avvertire la sede di appartenenza INPS per non incombere in sanzioni.
  • Donatella
    la ringrazio per la tempestività. Rimarrebbe quindi poi un credito INPS che dovrò accantonare o rivolgermi all'Istituto per verificare la procedura di un eventuale rimborso. Grazie ancora
  • Il Consulente  - Acconti Inps
    Praticamente rimarrebbe un credito inps che potrà utilizzare per pagare le altre imposte, oppure chiedere a rimborso nella prossima dichiarazione.
  • giuseppe  - reddito professionale irpef inarcassa
    Salve, sono un architetto (reg. minimi) e
    ho un dubbio:
    nella comunicazine dei redditi da effettuare ad Inarcassa come reddito irpef mi viene chiesto di comunicare il dato relativo al rigo CM6 e quindi senza la detrazione dei contributi previdenziali versati. Nella comunicazione dello scorso anno però il rigo di riferimento era quello al netto di detti contributi: è un errore o è cambiato qualcosa. La ringrazio anticipatamente
  • Il Consulente  - Redditi irpef da comunicare ad inarcassa
    Salve Sig. Giuseppe,
    sò che la normativa relativa al sistema previdenziale Inarcassa ha subito modifiche nel corso del 2010. Tuttavia il reddito da dichiarare è sempre stato il reddito irpef a lordo dei contributi. E' quindi corretto indicare il reddito presente nel rigo 6 del quadro CM, che non ha subito modifiche rispetto al rigo 6 del quadro CM dello scorso anno indicante sempre la differenza tra compensi e spese, esclusi i contributi versati
  • giuseppe  - redditi irpef da comunicare ad inarcassa
    grazie per la celere e precisa risposta.
    Però un piccolo dubbio permane e la variazione penso che ci sia, in quanto nella scorsa dischiarazione Inarcassa nelle istruzioni di compilazione chiedeva di indicare il reddito netto dichiarato nel rigo CM 8, mentre quest'anno indica chiaramente che il reddito da riportare è quello relativo al rigo CM 6.
    Ringrazio comunque ma la soluzione potrebbe aiutare molti altri professionisti come me nel medesimo dubbio
  • Roberto  - CM6 CM8 INARCASSA
    Purtroppo è proprio così. I contribuenti minimi sono penalizzati sul calcolo del reddito imponibile sul quale calcolare i contributi previdenziali. Mi è stato confermato dal call-center Inarcassa dove mi hanno detto che si sono dovuti adeguare ad una circolare Inps (79-2009) che disciplinava la questione. Quindi gli iscritti Inarcassa non contribuenti minimi calcolano i contributi sul netto mentre i contribuenti minimi lo calcolano sul lordo!!! Mi sembra una discriminazione tra professionisti di una stessa cassa. Penso che dobbiamo fare qualcosa.
  • Renata
    Buongiorno,
    compilanto il mod UNICO come contribuente minimo ho riportato nel quadro RP oneri gli importi deducibili con detrazione d'imposta del 19%, ho inserito nel successivo quadro sez. II Oneri deducibili dal reddito complessivo gli importi degli acconto INPS versati nel 2009 e i contributi per previdenza complementare per familiari a carico. Ora l'acconto INPS l'ho inserito nel quadro CM al rigo 7 ma la previdenza complementare dove va inserita? e l'importo deducibile dal reddito compare solo nel quadro RN rigo 15 e 22 ma non risulta dedotto nemmeno questo. Mi può aiutare.
    La ringrazio sentitamente.
  • Donatella
    Anche a me è capitata la stessa cosa di Renata. Come ci si deve comportare per vedere detratti gli oneri dal reddito con il quadro CM?
    Grazie. Donatella
  • Il Consulente  - QUADRO RP per i contribuenti minimi
    In presenza di un unico reddito derivante da lavoro autonomo per il quale si compila esclusivamente il quadro CM, non è possibile portare in detrazione altri oneri provenienti dal quadro RP come ad esempio le spese mediche, la contribuzione complementare, ecc. ecc. Tali spese potranno essere dedotte dal reddito solo in presenza di altri redditi quali ad esempio quelli da lavoro dipendente, da collaborazioni occasionali, redditi da capitale e via dicendo.
  • Donatella
    La ringrazio per il chiarimento.
  • Anonimo
    :D
  • Silvano  - Dubbi su quadro CM
    Buongiorno a tutti e un grazie anticipato per chi gentilmente mi può dare una mano!
    Mi trovo con i seguenti dubbi!!

    Un contribuente minimo:
    - deve compilare anche il quadro Rp rigo 23 con lo stesso importo del quadro Cm rigo 7?

    - va compilato ugualmente il quadro RR?

    -l'inail del titolare va inserito nel Quadro Cm7 "contributi previdenziali e
    assistenziali" oppure altro rigo altre spese?

    - in quale rigo va inserita la rettifica iva
    sulle merci al 31/12/.. versata entro il
    mese di marzo?

    - il pagamento dell'inps con f24 contributi fissi pagato il 16/02/2010 relativo
    all'anno 2009 va inserito nel modello unico relativo al 2009 o deve essere
    utilizzato nell' unico relativo al 2010, quindi il prossimo anno?

    Confido in un Vs. aiuto!
    Buona giornata
  • Il Consulente  - Contributi - spese - competenza inps
    Salve Sig. Silvano
    I contributi inps vanno indicati esclusivamente nel quadro CM rigo 7. Quelli pagati a febbraio di competenza del 2009 andranno dichiarati nel modello Unico del prossimo anno. IL quadro RR va compilato ugualmente.
    L'inail va tra le altre spese del quadro CM.
    Non posso risponderle in merito alla rettifica IVA perché non capisco da cosa sia scaturito e non posso dirle se può essere considerata una spesa
  • Silvano
    Un grande ringraziamento per la veloce e competente risposta!

    In merito alla rettifica Iva:

    Le disposizioni di riferimento,salvo errore, prevedevano che chi transitava dal regime normale al regime dei contribuenti minimi
    doveva versare l'Iva sulle merci presenti al
    31/12 per le quali aveva precedentemente
    detratto l'iva con liquidazione (iva vendite - iva acquisti).

    La cifra risultante andava versata tramite
    F24 entro i primi di marzo dell'anno che si
    entrava nel regime dei minimi!

    Stiamo parlando di non una nuova azienda ma di
    una azienda già esistente, dove per entrare nei
    regimi dei minimi doveva rispettare una
    serie di punti!

    Chiaramente tale rettifica ha aumentato il valore della merci del 20% (Come tutte le merci acquistate nel regime dei minimi),
    da qui la necessità di inserire detto importo
    nei componenti negativi di reddito, a meno che,
    non esistano altre possibilità!

    Cordialità!

    Ps: ho provveduto ad inserire il Vs. sito fra i
    preferiti.


  • Il Consulente  - Rettifica IVA
    Intanto grazie per l'inserimento del sito tra i preferiti. E' un onore. Per quanto riguarda la risposta al quesito, è che l'iva rettificata del 2009 va considerata costo deducibile ed inserita insieme agli altri costi ossia nel quadro CM rigo 5 insieme agli altri costi.
  • Silvano
    Grazie mille!
    Non mancherò di parlare bene della Vs. disponibilità e del Vs. sito
    A presto!
  • Alberto
    Buongiorno,
    per un minimo che ha aperto un'attività e poi l’ha chiusa e riaperta con un altro codice ci vorrebbero forse due quadri CM, provate a controllare se è così o se ci sono altre soluzioni
  • Il Consulente  - Quadro Cm
    In caso di apertura, chiusura e nuova apertura iva, è necessario compilare 2 distinti quadri CM. Non è possibile fare la sommatoria dei redditi percepiti, anche perchè i famosi € 30.000,00 che vengono riportati come limite di adesione, devono essere rapportati al periodo di attività svolta.
  • Paolo
    Salve,
    sono un libero professionista con regime dei minimi. Compilo il quadro CM e anche RL per attività non abituali. I miei dubbi sono:

    - CM2, indico i compensi al lordo del 2% inarcassa?
    - CM5, indico le spese al netto dei contributi previdenziali Inrcassa?
    - CM7, indico le rate di versamento Inarcassa e il 50% della quota parte indicata nell'RC Auto (uso promiscuo)?

    Grazie
  • Il Consulente  - Quadro CM
    Salve Paolo,
    nel quadro CM2 indica i compensi al netto dei contributi inarcassa.
    Nel rigo CM5 i costi sostenuti per la gestione attività, tenendo conto delle percentuali di detraibilità previste per il regime dei minimi (quindi anche il 50% delle spese relative all'autoveicolo)
    Nel rigo CM7 invece vanno indicati i contributi versati all'inarcassa.

  • Francesco S.  - Acconti per p.iva cessata nel 2009 del quadro CM
    Buon pomeriggio,
    un nostro cliente, libero professionista, ha chiuso la partita iva nel dicembre 2009.
    Considerando che ha iniziato a svolgere attività come dipendente, ho proposto di non pagare l'acconto dell'imposta determinata attraverso il CM.
    Vorrei sapere se a vostro avviso è una soluzione corretta e se qualcuno mi può segnalare delle interpretazioni o pareri in merito ( per supportare questo orientamento ).
    Grazie.

    S.F.
  • Il Consulente  - Chiusura P.IVA
    Salve Francesco,
    se nel 2010 il professionista ha chiuso la partita iva ed dal 2010 opera come dipendente, deve solo pagare l'imposta sostitutiva a saldo. L'acconto non va calcolato.
  • Anonimo
    Sono un contribuente nel regime dei minimi con un'abitazione di proprietà e senza familiari a carico o altro. Devo compilare oltre al quadro CM anche l'RN? Nel rigo RN1 va solo il reddito da abitazione principale (poi sottratto in RN2) o RN1 deve poi riportare anche il reddito derivante dal CM? Grazie
  • Il Consulente  - QUadro RN per contribuente minimo.
    Salve Anonimo,
    nel quadro Rn deve riportare solo il reddito derivante dall'abitazione.
    Il Quadro Cm legato al regime dei minimi è come se fosse un quadro a se stante.
  • dany  - Contribuente minimo: costi autovettura
    Salve, sono un libero professionista iscritto alla gestione separata INPS in regime dei minimi. Per lavoro utilizzo la mia autovettura privata acquistata prima dell'apertura della partita IVA. Di preciso cosa devo fare per poterne dedurre le spese? Una dichiarazione di conferimento dell'autovettura come bene strumentale? Un contratto di comodato tra me privato e me ditta? DOve posso trovare un chiarimento?
    Vi ringrazio
  • Anonimo  - Spese autovettura
    Salve Dany,
    in qualità di libero professionista per dedurre le spese legate all'automezzo, deve fare un contratto di comodato ad uso gratuito con il quale la persona fisica cede in uso gratuito alla persona professionista l'uso del veicolo.
    Le ricordo tuttavia che potrà dedursi soltanto il 50% delle spese sostenute per la manutenzione, l'assicurazioni, il bollo, il carburante come previsto dal regime dei dei contribuenti minimi.
  • Andrea
    Salve. Sono un avvocato che a ptato dall'anno scorso per il regime dei Cntribuenti minimi. Ora ho difficoltà a compilare il quadro CM. MI potreste spiegare sulla scorta di un esempio di fattur qualisono le voce da inserire e in quali righi del CM?
    Grazie
  • Il Consulente  - Quadro Cm e inserimento ricavi e costi
    Salve Andrea,
    posso indicarle in linea di massima cosa va inserito nei rispettivi quadri, ma non è poi così facile. Comunque ci proverò.
    Nel quadro CM rigo 2 vanno inseriti gli importi dei ricavi fatturati dalla data di inizio attività fino al 31/12. Gli importi da indicare sono però relativi solo alle fatture effettivamente incassate fino al 31 dicembre.
    Nel quadro CM rigo 3 vanno inserite le rimanenze di magazzino, che non credo abbia nel suo caso.
    Nel quadro CM rigo 5 vanno inseriti i costi quali:
    - il 50% dei costi relativi alle spese telefoniche;
    - il 50% dei costi sostenuti per le autovetture intestate o concesse in comodato d'uso gratuito;
    - le spese tipiche inerenti la sua attività;
    - le spese relative all'acquisto dei beni strumentali all'attività d'impresa;
    - spese per omaggi, vitto e alloggi per i quali, oltre ad avere la relativa documentazione, vi sia un collegamento dimostrabile con l'attività svolta.
    nel quadro CM7 i contributi versati alla cassa forense.
    Questo gene...
  • Anonimo  - re: Quadro Cm e inserimento ricavi e costi
    Intanto voglio ringraziarla per il solerte riscontro. L mia difficoltà è propro capire qualioci vanno inserite nel quadro. Forse un esempio può aiutare.
    [quote=Il Consulente]
    Nel quadro CM rigo 2 vanno inseriti gli importi dei ricavi fatturati dalla data di inizio attività fino al 31/12. Gli importi da indicare sono però relativi solo alle fatture effettivamente incassate fino al 31 dicembre.
    Esempio fattura:
    Diritti + onor. 1.000
    Rimb. forf. 12,5% 125
    Tot. 1.125
    Cassa avv. 45
    Tot.imp. 1.170
    IVA 0
    TOT. 1.170
    - R.A. 225
    TOT. 945
    + Spese esenti 355
    Importo dovuto 1.300

    Mi chiedevo nl CM2 devo indicare 1.300 oppure 1.125 considerato che nnele istruzioni leggo che i compensi anno dichiarati al netto dei contrib. prev. o assist. posti dalla legge a carico del sog. he li corrisponde?
    [quote=Il Consulente]
    Nel quadro CM rigo 5 vanno inseriti i c...
  • Il Consulente  - Quadro CM rigo 2
    Le spese esenti previste dall'art. 15, ossia le cosiddette spese vive quali bolli, spese per notifiche e in genere tutte quelle spese sostenute per conto del cliente sono escluse dalla base imponibile.
    Mentre va inserito nell'imponibile il 2% del contributo integrativo (L. 41/1995 art. 16) Quindi nell'esempio l'imponibile da riportare soggetto a tassazione è € 1.170,00.

  • Anonimo  - re: re: Quadro Cm e inserimento ricavi e costi
    Il PC ha fatto i capricci...ci riprovo.
    Intanto voglio ringraziarla per il solerte riscontro. La mia difficoltà è proprio capire quali voci vanno inserite nel quadro. Forse un esempio può aiutare.

    Nel quadro CM rigo 2 vanno inseriti gli importi dei ricavi fatturati dalla data di inizio attività fino al 31/12. Gli importi da indicare sono però relativi solo alle fatture effettivamente incassate fino al 31 dicembre.
    Esempio fattura:
    Diritti + onor. 1.000
    Rimb. forf. 12,5% 125
    Tot. 1.125
    Cassa avv. 45
    Tot.imp. 1.170
    IVA 0
    TOT. 1.170
    - R.A. 225
    TOT. 945
    + Spese esenti 355
    Importo dovuto 1.300

    Mi chiedevo nl CM2 devo indicare 1.300 oppure 1.125 considerato che nnele istruzioni leggo che i compensi anno dichiarati al netto dei contrib. prev. o assist. posti dalla legge a carico del sog. che li corrisponde?
  • Andrea
    Ancora...

    Nel quadro CM rigo 5 vanno inseriti i costi quali:
    - le spese tipiche inerenti la sua attività;
    - le spese relative all'acquisto dei beni strumentali all'attività d'impresa;
    Queste spese sono la somma di quelle esenti evidenziate sopra in fattura nonchè le altre di acquisto (ad es. cancelleria, attrezzature ecc. per le quali viene rilsciata fattura) e vanno indicate per intero?
    INoltre nel rigo CM13 leggo che va indicato l'ammontare delle ritenute d'acconto subite...
    E' l'importo di 225 nell'esempio di cui sopra?
    Grazie.
  • Il Consulente  - Quadro Cm rigo 5
    Le spese esenti, visto che rappresentano un anticipo per conto del cliente(vengono prima anticipate dall'avocato e poi restituite allo stesso al momento del pagamento della fattura) non costituiscono spese da inerire nel quadro Cm rigo 5.
    Sono invece incluse le spese di cancelleria, quelle relative ai contributi previdenziali (escluso il contributo integrativo del 2% esposto in fattura), le attrezzature quale ad esempio il pc (AL 100%) TELEFONO (50%) e quanto menzionato nella prima risposta.

    Per il punto 13 la risposta è affermativa, vanno indicate le ritenute d'acconto relative alle fatture che sono state incassate fino al 31 dicembre e per le quali ti è stata inviata la certificazione dei compensi.
  • Andrea
    Mi perdoni se sono un po' de coccio.
    Mi dia solo i numeri...
    CM2 -> 1.170? o 1.125 (scorporando la cassa)?
    CM5 spese, no quelle esenti -> 355, giusto?
    CM7 previdenza, giusto?
    CM 13 -> 225
    Pertanto le spese esenti sono "neutre" e non contribuiscono alla formazione del reddito in quanto l'anticipazione è compensata dal rimborso, giusto? E i componenti positivi (CM2) sono solo DIritti+Onorari+ rimb. forfetario 12,5%, giusto?
  • Il Consulente  - Calcoli
    Egregio avvocato,
    se venissi da Lei per una pratica di divorzio e ad esempio, le chiedessi gratuitamente, "ma quale riga devo scrivere qui, mi perdoni, ma mi può indicare la formulazione esatta della frase?". Lei correttamente mi risponderebbe.
    Ritorno e le chiedo "cortesemente scusi ma la II° frase sarebbe cosi? "xxxxxxx" me la può confermare?". Lei nuovamente mi risponderebbe.
    Continuo a farle domande fino a farle fare gratuitamente il lavoro per il quale normalmente percepisce una parcella. Lei onestamente cosa farebbe al mio posto?
    Se mi risponde affermativamente Le propongo immediatamente una pratica di divorzio gratuita.
  • Andrea
    Come non detto, mi scusi e se le devo qualcosa mi mandi i suoi estremi.
    Premesso che la ringrazio per il tempo che mi ha dedicato, devo aver male interpretato il fine di questo forum.... il mio quesito effettivamente si è dilungato troppo però non per colpa mia. Forse se avesse risposto un po' + chiaramente alla prima domanda...magari avrebbe ugualmente diritto al compenso.
    Grazie.
  • Il Consulente  - re: .... non per colpa mia...
    Egregio Avvocato, vedo che ha rifiutato l'incarico gratuito, giustificandolo con
    il mio quesito effettivamente si è dilungato troppo però non per colpa mia. Forse se avesse risposto un po' + chiaramente alla prima domanda...magari avrebbe ugualmente diritto al compenso.
    Grazie.

    Per correttezza di tutti coloro che leggeranno questa serie di post riporto le sue domande e le mie risposte.


    domanda 1° . Sono un avvocato che a ptato dall'anno scorso per il regime dei Cntribuenti minimi. Ora ho difficoltà a compilare il quadro CM. MI potreste spiegare sulla scorta di un esempio di fattur qualisono le voce da inserire e in quali righi del CM?
    Grazie

    Risposta n° 1 Salve Andrea,
    posso indicarle in linea di massima cosa va inserito nei rispettivi quadri, ma non è poi così facile. Comunque ci proverò.
    Nel quadro CM rigo 2 vanno inseriti gli importi dei ricavi fatturati dalla data di inizio attività fino al 31/12. Gli importi da indicare sono però relativi solo alle fatture effettivam...
  • Andrea
    Solo per mettere fine all'ormai annosa questione.
    Lei mi ha semplicemente riferito quanto riportato dalle istruzioni del quadro; cose che erano già a mia conoscenza tant'è vero che alcune risposte me le sono date da solo. La mia incertezza, che intendevo chiarire con Lei sulla scorta di un esempio di fattura, ovvero quale voce inserire al rigo CM2, è rimasta tale. Invece di dilungarsi in inutili polemiche avrebbe fatto prima a rispondermi con un semplice numero...
    Comunque ancora grazie.
  • Azzurra
    Gentilissimo e paziente Consulente, tanto di cappello per la Sua disponibilità e pazienza, ho letto lo scambio epistolare col sig. Andrea e onestamente io non sò se sarei riuscita ad essere così gentile... :D il Suo è un fantastico esempio di tolleranza. Complimenti e sempre grazie infinite per quello che fa.
    Saluti cordiali.
    Azzurra
  • Il Consulente  - Ringrazimenti
    Salve Azzurra,
    la ringrazio per le sue parole. Onestamente speravo in qualcuno che mi sostenesse.
    Sono le persone come Lei che mi spingono a continuare ad offrire questo servizio gratuito.
    Grazie di cuore

    Dr.ssa Simona Antonacci
  • Claudia67
    Egregio Consulente Deidero porle un quesito Ho compilato quest'anno il quadro cm avendo solo redditi di impresa e rientrando nel regime dei minimi. Ora mi chiedo: Per il calcolo isee devo includere il reddito derivante dal quadro CM? perchè il reddito RN è = 0 e se non includessi il reddito del quadro CM risulterebbe un Isee con reddito= 0 situazione non esatta. Potrebbe cortesemente darmi una risposta?
  • Il Consulente  - Redditi da CM ed ISEE
    Salve Claudia67
    Nell'art. 1 commi da 96 a 177 della legge 24 dicembre 2007, n. 244, relativa appunto al regime dei minimi viene precisato che il reddito proveniente dal quadro CM deve essere aggiunto al reddito complessivo (RN1).
    La risposta quindi alla sua domanda è che nel modello ISEE deve riportare tale importo anche se non riportato nel quadro RN
  • claudia67
    Egregio consulente, Grazie per aver dato risposta al mio quesito.Ho scoperto il sito per caso e penso che la disturberò nuovamente. La ringrazio anticipatamente.
    Cordiali Saluti
  • Il Consulente
    Grazie per i complimenti Claudia67.
    Quello che Lei definisce "disturbo" per me significa aver dato un buon consiglio. Quindi ogni volta che ha bisogno non esiti a postare i suoi quesiti. Risponderò il prima possibile.
    Buona serata

    Simona Antonacci
  • Silvano
    Buongiorno Dottoressa Simona,

    devo farle i miei complimenti per gli ottimi articoli che ci mette a disposizione con i relativi consigli in caso di dubbio.

    La seguo ormai da alcuni mesi e mi sono reso conto che quello che Lei fa risulta sul Web, che io sappia, unico.

    Per quanto riguarda la formazione ha qualcosa da proporre?

    Credo che potrebbe interessare molte persone, visto il fatto che potrebbero essere anche seguiti in una certa maniera.

    Forse per il prossimo anno fiscale un piccolo corso sul Modello Unico credo che sarebbe interessante.

    Naturalmente a pagamento.

    Che ne dice??

    Cordiali saluti.

  • Il Consulente  - Corsi di formazione
    Buongiorno Silvano,
    La ringrazio per i complimenti e le assicuro che sono molto apprezzati, visto che comunque non è facile gestire un sito aggiornandolo di continuo. Certo, avrei tante idee in mente, ma il tempo a disposizione purtroppo è sempre quello e non fanno giornate più lunghe di 24 ore.
    Per quanto concerne il consiglio della formazione perché no, potrebbe essere un'idea da prendere in considerazione.
    Grazie del suggerimento.
    Buona giornata

    Simona Antonacci
  • Marina  - Quadro CM Unico 2010 : Reddito di Impresa + Lavoro
    Contribuente Minimo come reddito di impresa fino al 31/05/2009. Poi cessato. Ma riaperto come professionista ( stessa partita iva).
    Come devo compilare il quadro CM?
    Il mio software non mi permette di mettere le due X su entrambi le caselle che identificano sia il reddito da Impresa che Autonomo.
    E il rigo CM2 è solo unico ...
    grazie e saluti
  • Il Consulente  - doppio quadro cm
    Salve Marina,
    per far fronte agli obblighi di legge dovrà compilare 2 diversi quadri CM uno relativo all'impresa e l'altro all'attività di professionista. Non può procedere alla sommatoria delle 2 attività.
    Inoltre si ricordi che l'importo dei € 30.000,00 vanno ripartiti per i mesi di apertura dell'attività.
  • Marina  - doppio quadro CM ( Impresa+lavoro autonomo ma stes
    Scusi se riporto questi dati ma è solo per arrivare a capo della cosa in modo corretto.
    Ho ricevuto questa ulteriore risposta in merito :
    _____________________________________________
    a pagina 178 delle Specifiche tecniche dell'Unico persone fisiche per i righi:
    CM000001 CASELLA IMPRESA
    CM000002 CASELLA AUTONOMO
    CM000003 CASELLA IMPRESA FAMILIARE

    è indicato che "Le tre caselle sono tra loro alternative".

    Il software di UPF quadro CM non ti permette di compilare due quadri CM in quanto non previsto dalla normativa, se ti consentisse di farlo avresti sicuramente degli errori bloccanti nel controllo Sogei.
    ____________________________________________


    Qual'è la versione fiscale corretta?
    grazie ancora e saluti
  • Il Consulente  - Quadro Cm
    Salve sig.ra Marina
    mi scusi ma non avevo fatto caso allo stesso impiego della partita iva. Utilizzando la stessa partita iva deve far riferimento all'attività prevalente svolta nel corso del 2009.
    Può leggere le istruzioni del modello Unico a pag 32 delle istruzioni fascicolo 3 unico 2010
  • vincenzo
    Gentile Consulente,
    nel corso del 2009, ho pagato un canone di affitto di 150 euro mensili per una stanza uso studio (sono nel regime dei minimi).
    I pagamenti sono avvenuti con bonifico bancario e il titolare mi ha comunque rilasciato una semplice ricevuta.
    Questi costi vanno inseriti tutti (1800 euro) nel quadro CM (CM5)?
    Grazie in anticipo.
  • Il Consulente  - Locazioni - Regime minimi
    Salve sig. Vincenzo
    la risposta alla sua domanda è affermativa. I canoni di locazione relativi al 2009 vanno inseriti nel quadro CM rigo 5 insieme agli altri componenti negativi di redditi.
  • Michele
    Buongiorno Dottoressa,
    le scrivo per un dubbio riguardante le perdite e come considerarle nel quadro CM. In Unico 2009 ho avuto delle perdite diciamo ad esempio pari a 100 e le ho riportate nel quadro CM come perdite non compensate relative al periodo di imposta 2008. Purtroppo anche quest'anno ho avuto delle perdite diciamo pari a 300; nel quadro CM di Unico 2010 come considerare le perdite presenti in Unico 2009? come eccedenza 2009? o come altrimenti?
    Cordiali saluti e grazie in anticipo.
    Michele
  • Il Consulente  - Indicazione perdite
    Salve sig. Michele,
    le perdite d'esercizio dell'anno 2008 e 2009 vanno indicate nel quadro CM rigo 22 colonna 1 per l'anno 2008 e colonna 2 per le perdite dell'anno 2009.
    Se poi le perdite del 2008 non sono state compensate nel 2009 (ed il 2008 era il primo anno di attività, le perdite non compensate del 2008 vanno portate nel rigo 23 come perdite compensabili illimitatamente nel tempo.
  • daniela  - perdite
    buongiorno dottoressa,
    le scrivo anch'io per un problema nell'indicazione delle perdite nei righi CM22 e CM23.
    Sto utilizzando il software dell'Agenzia delle Entrate e mi segnala un errore che non permette di chiudere la dichiarazione, a causa della compilazione delle 4 caselle relative ai righi CM22 e CM23.
    Ho avuto una perdita di € 3.000 nell'anno 2008 ed una 2000€ nel 2009.

    Nel UNICO2009 ho riportato la perdita di 3000€ nella casalla CM19,col.2.
    Non ho compilato il quadro RS nell'UNICO 2009.
    E il reddito netto

    Quest'anno dove e come vanno indicate le due perdite? Es. CM22 eccedenza2008=3000; eccedenza2009=2000; CM23 col.1 di cui relative al presente anno =2000; col.2 =2000+3000=5000.
    ma in tal modo non mi fa chiudere la dichiarazione.
    vorrei precisare che nella casella cm9 di unico 2010 non ho indicato la perdita di 3000 perchè è possibile farlo solo in presenza di un reddito.
    grazie in anticipo per l'aiuto.
  • Il Consulente  - Quadro RS
    Salve Sig.ra Daniela
    non capisco l'inerenza del quadro RS con il CM. Il quadro RS va compilato per le perdite da quadro CM quando si esce dal regime dei minimi. Da quanto leggo successivamente Lei aderisce al regime dei minimi, quindi nel 2009 non doveva essere presentato.
    La sua esposizione delle perdite è tuttavia corretta. Potrebbero esserci invece problemi con il quadro CM rigo 7 dove vengono indicati i contributi inps?
    Mi faccia sapere
  • Anonimo
    salve dottoressa,
    per l'esattezza io ho aperto la P.I. nel 2008, e conseguito una perdita nel 2008 ed una nel 2009, aderendo sina dall'inizio al regime dei minimi.
    ha ragione, ho posto la domanda in maniera confusa.
    il problema è che riportando come esposto le perdite, sia nel rigo cm22 che nel cm23, il programma mi segnala errore e non fa chiudere la dichiarazione.
    se ho ben capito, la differenza tra i due righi dovrebbe stare nel fatto che il cm22 riguarda perdite non riportabili illimitatamente. mentre il cm23 accoglie perdite riportabili illimitatamente.
    e quindi essendo le mie perdite conseguite nei primi tre anni di attività, andranno solo nel cm23 e non nel cm22, dato che per legge saranno riportabili illimitatamente nel tempo.
    è corretta la mia interpretazione?
    le istruzioni ministeriali in proposito non sono chiarissime.
    la ringrazio per l'attenzione e mi scusi per la lungaggine.
    inoltre se posso permettermi, mi complimento con lei per la sua assidiutà e precision...
  • Il Consulente  - Perdite deducibili
    Mi scuso per il ritardo nel rispondere, ma questa mattina non mi è stato possibile accedere al sito internet a causa di un problema del server. Non so se ha notato che non era visibile.
    Per quanto riguarda le perdite, se non ha ancora risolto, la modifica all'art. 8 del TUIR relativo al trattamento fiscale delle perdite ha portato a considerare come perdite deducibili illimitatamente nel tempo, quelle perdite conseguite nel corso dei primi 3 anni di attività. In questo caso dovrà considerare le perdite del 2008 e del 2009 solo nel quadro CM23. Nel CM22 andrebbero solo quelle non riportabili illimitatamente nel tempo.
  • Anonimo
    BUONASERA DOTTORESSA,
    INNANZITUTTO LA RINGRAZIO MOLTO PER LA DISPONIBILITA' E LA PRECISIONE.
    SONO PIENAMENTE D'ACCORDO CON LA SUA SPIEGAZIONE, E MI E' STATA MOLTO UTILE NELLA COMPILAZIONE DEL QUADRO CM.
    BUON LAVORO, E DI NUOVO GRAZIE.
    DANIELA.
  • enrico  - Regime Minimi e spese mediche
    da quanto so le spese mediche NON sono deducibili nel quadro CM.

    Mia moglie però ha, oltre al lavoro occasionale, redditi da terreni e fabbricati.
    ho 2 opzioni..

    1)Se uso il quadro CM Uniconline non detrae le spese mediche dal reddito (piccolo ma non zero) dovuto a fabbricati e terreni e tutto va a ZERO (nessuna imposta a debito nè a credito)

    2) se non uso CM ma uso RL risulto a credito di 1600 euro (che non vorrei perdere) e devo pagare però un centinaio d'euro per addizionale regionale Irpef

    domanda:
    posso scegliere e quindi usare RL?
  • Il Consulente  - Redditi Unico 2010.
    salve sig. Enrico
    le spese mediche si possono scaricare in presenza di redditi diversi da quelli dichiarati dal regime dei minimi. Se ha dei redditi da fabbricati può detrarre le spese mediche indicate nel quadro RP
  • birilla


    Gentile conlulente,

    avrei una domanda che ancora non ho trovato,volevo sapere, il contributo integrativo del 4% per coloro che non hanno casse previdenziali e che si addebita in fattura va considerato parte del reddito? Va indicato da qualche parte nel modulo CM?

    il comodato uso gratuito per l'automezzo da me privato a me professionista può essere una semplice scrittura che mi digito da sola?
  • Il Consulente  - contributi
    Salve birilla
    i contributi rivalsa inps 4% vengono considerati parte integrante del reddito e vanno indicati insieme ai componenti attivi.
    Per quanto riguarda il comodato s'uso gratuito la risposta è affermativa.
  • birilla
    grazie per la tempestiva risposta,

    un'ultima domanda:
    se faccio fatture soltanto ad un committente che è sostituto d'imposta, andrò sicuramente a credito come saldo irpef.

    l'acconto irpef quindi non dovrò versarlo giusto? Devo prendere in considerazione quel rigo per valutare se devo o no versarlo.

    Grazie mille
  • Il Consulente  - Credito irpef
    Generalmente in presenza di un credito irpef, l'acconto irpef non si paga. Quelli che si pagano sono gli acconti inps che possono essere pagati con il modello F24 utilizzando il credito irpef in compensazione.
  • birilla
    Grazie,

    mi ha davvero aiutata.
    Questo forum è davvero utile, se tutti dedicassero un pochino del proprio tempo agli altri, funzionerebbe tutto un pò meglio.

    a presto
  • Claudia  - black list
    Buongiorno, mio marito, contribuente minimo, fa consulenze ad un cliente risiedente in un paese della black list. Ho provato a chiedere all'Ag.Entrate tramite e.mail se, essendo esonerato dagli obblighi IVA, fosse obbligato ad inviare l'elenco black list. Mi hanno risposto di fare un interpello.......
    Se dovesse compilaro, il riferimento al trimestre deve essere relativo alla data delle fatture emesse o ai relativi incassi?
    Grazie in anticipo.
    Claudia
  • Il Consulente  - Regime dei minimi e Black List
    Salve sig.ra Claudia,
    coloro che esercitano attività imprenditoriale scegliendo come regime fiscale il regime dei contribuenti minimi può effettuare operazioni che non soddisfano il requsito della territorialità ai sensi degli artt. 7 e ss. D.P.R. 633/197.
    di conseguenza bisognerebbe capire che tipo di servizi offre suo marito.
    Comunque qualora dovesse proporre un interpello dovrebbe indicare la data di emissione delle fatture.
  • claudia67
    Gentile consulente torno a disturbarla di nuovo per porle una domanda. Dovendo compilare il modello isee (contribuente minimo) quale reddito devo scrivere quello al lordo cm6 o il reddito netto cm8. La ringrazio anticipatamente e Le porgo cordiali saluti.
  • Il Consulente  - Assegni familiari e regime dei minimi quadro CM ri
    Salve Claudia67,
    se non erro il reddito da riportare ai fini della richiesta dell'Assegno del Nucleo Familiare è il reddito esposto nel quadro Cm rigo 10
  • Elisa  - richiesta informazioni
    Gentilissima dott.ssa volevo farle tre quesiti:
    1_nel caso di un contribuente minimo che utilizza appartamento casa anche come ufficio se non erro il recupero delle spese andrebbero rapportate all'effettivo utilizzo??? (recupero soltanto il 50%)
    2_ Se non ho altri redditi oltre a quelli del quadro cm non posso dedurre detrarre gli oneri del quadro rp??? e le detrazioni per carichi di famiglia???
    3_ il quadro rr va compilato in ogni modo??? perchè vi era un articolo di fisco e tasse che riportava la seguente dicitura
    "Contribuenti minimi
    Per quanto concerne i contribuenti che dal 1º gennaio
    2008 hanno aderito al regime dei contributi
    minimi di cui all’art. 1, commi da 96 a 117, della
    legge 24 dicembre 2007, n. 244, gli stessi sono
    esclusi dalla compilazione del Quadro RR, ma obbligati
    alla compilazione del Quadro CM."

    Grazie mille per la sua preziosa consulenza.

    Elisa
  • Il Consulente  - Costi al 50%, detrazioni, quadro RR
    Salve Elisa,
    per quanto riguardano i costi dell'abitazione, andrebbero dedotti al 50%, anche se ultimamente alcuni degli ispettori dell'Agenzia delle entrate contestano la loro deducibilità al 50% se non esiste uno spazio dedicato allo svolgimento della stessa.
    Non avendo poi altri redditi, con il regime dei minimi non può detrarre i costi del quadro RP e le detrazioni per carichi familiari ecc. ecc.
    Per il quadro RR le assicuro che va presentato comunque se iscritto in qualità di commerciante o artigiano alla gestione separata Inps.
  • ruggero
    Dr.sa Simona, buongiorno.
    Innanzitutto complimenti per la professionalità del sito e delle sue risposte.
    Quesito: autovettura
    1/1/10 aperta partita iva come contribuente minimo, per la mia autovettura di privato ho fatto contratto di comodato
    -posso dedurla come costo al 50%?
    -Se cedo l'autovettura devo fare fattura?
    -Sono da fare dei calcoli di minusvalenze e se si come?
    -Se cambio autovettura devo farmi fare la fattura intestata con la partita iva?
    -Cosa dovrò fare con l'autovettura quando cesserò l'attività? Devo fatturarla a me stesso o devo registrare solo la minusvalenza?
    Grazie e cordiali saluti.
  • Il Consulente  - Detrazione Auto
    Salve Ruggero,
    La ringrazio per i complimenti e vedo che ha letto con attenzione il sito visto che mi ha chiaramente identificato anche se raramente metto la mia firma.
    In merito alle sue domande se la vettura è stata acquistata come privato, con un contratto di comodato d'uso gratuito può dedurre il 50% dei costi ad essa legati quali assicurazioni bollo carburante, tutto al 50%. Può trovare un fac simile di comodato anche tra la modulistica.
    Domanda 2 se cede l'auto, poichè il mezzo privato non era stato acquistato con fattura, dovrà esclusivamente interrompere il comodato d'so gratuito.
    domanda 3. essendo stata acquistata senza fattura intestata a soggetto senza partita iva non deve fare nessun calcolo di minusvalenza.
    domanda 4. Se deve acquistare un'autovettura deve considerare i vantaggi e gli svantaggi legati all'intestazione della fattura alla ditta individuale, soprattutto nel caso di regime dei minimi dove ci sono delle regole ben precise da rispettare tra cui quella di no...
  • ruggero
    Mi scusi ma non riesco a leggere tutta la risposta della domanda 4 e pertanto neanche quella relativa alla domanda 5.
    Per completezza come esempio:
    Acquisto auto per € 28.000 posso spesare il costo di acquisto del 50%(€14.000)?
    Se la vendo dopo 5 anni a € 10.000 devo fatturare il 50% (€5000) a me come privato?
    Grazie e cordiali saluti
  • Il COnsulente  - completamento domanda
    Salve sig. Rggero,
    mi tolga una curiosità, quando le arriva la mail con la risposta, non le arriva tutto il testo scritto?
    Più che altro la sua risposta mi servirebbe ad escludere altri problemi
  • Il Consulente
    Ho aperto un'altra risposta per evitare che non legga nemmeno questa.
    Diciamo che può scontare il 50% di un valore massimo deducibile di circa 19.000,00. Consideri però che deve considerare anche le altre immobilizzazioni e se supera i 15.000,00 esce fuori dal regime dei minimi.
    In caso di vendita deve farsi autofattura per la cessione del bene.
  • ruggero
    Le risposte delle ore 17,50 e 18,00 sono arrivate complete. Quella delle ore 13,23 è terminata così:
    domanda 4. Se deve acquistare un'autovettura deve considerare i vantaggi e gli svantaggi legati all'intestazione della fattura alla ditta individuale, soprattutto nel caso di regime dei minimi dove ci sono delle regole ben precise da rispettare tra cui quella di no...
    Il pollice giù 2 volte l'ho fatto io per errore credendo di far scorrere il messaggio.
    Grazie di tutto e cordiali saluti
  • Enzo
    Gentile consulente,
    ho ricevuto una comunicazione dalla AdE in cui mi viene chiesto un versamento di 258 (inclusi gli interessi e le sanzioni) come importo a debito, anno di riferimento 2008.
    In pratica in Unico 2009 in RX1 (credito da utilizzare in compensazione e/o detrazione) ho indicato 1027 invece di quello spettante di 802.
    In Unico 2010 non ho riportato i quadri R ma solo il quadro CM (solo redditi e perdite).
    Come fare per sanare la situazione? Posso effettuare un F24 telematico con saldo 0 cioè compensando?
    Un grazie anticipato e cordiali saluti.
  • Il Consulente  - Unico 2010 e Avviso bonario
    Salve sig. Enzo,
    Personalmente se non ha riportato il credito nel modello Unico 2010, chiamerei i call center per capire se procedere con un invio correttivo del modello Unico 2010 per includere il credito dell'anno precedente non utilizzato. Dopodichè una volta riconosciuto il credito può procedere con la compensazione presentando un F24 a 0.
    Altra soluzione è quella di recarsi direttamente presso gli uffici presentando un istanza di autotutela corredato del quadro RX cartaceo non presentato nell'Unico 2010. Sempre nella stessa istanza poi chiederei di eseguire d'ufficio la compensazione.
  • rosa  - COntribuente Minimo
    Salve sono un professionista nel regime dei minimi,ho solo come altro reddito quello di Fabbricati, posso portarmi in detrazione nel quadro RP gli oneri detraibili, come Interessi sul mutuo, assicurazioni sulla vita, spese mediche ecc.ecc.

    Grazie
  • Il Consulente  - Regime dei minimi e detrazione oneri quadro RP
    Salve Rosa,
    con il regime dei minimi non si possono detrarre gli oneri del quadro RP.
  • fabrizio  - procedura contribuenti minimi
    Gentile dr.ssa buongiorno, reputandola estremamente competente, vorrei sottoporle la procedura per arrivare al conteggio delle imposte per quanto riguarda un contribuente minimo professionista iscritto alla gest.separata al 2 anno di attività:
    questi i dat: ricavi incassati 2010: 1000; rivalsa inps 4%: 40; ritenuta d’acconto subita: 208; costi dell’esercizio inerenti l’attività: 200; saldo inps 2009 pagato a giu: 100; I+II acc.to inps 2010 pagato a giu+nov.2010: 150.
    Imponibile fiscale: 1000+40-200-100-150=590; 590*20%=118; credito irpef di 90
    Imponibile contributivo: 1000-200=800; 800*26,72%=213,76; acconto 2011: 106,88 (il 50% del 100%?); totale inps: 213,76+106,88=320,64
    Esborso monetario: 320,64-90=230,64 a giugno
    È corretta la procedura ?
    Le chiedo inoltre se: 1.La rivalsa del 4% rientra nel limite dei 30.000 annui ? 2.Se i contributi inps pagati nell’anno sono in realtà stati conpensati con il credito irpef derivante dalle maggiori ritenute operate, posso dedurre l’imter...
  • Manuele  - Quadro CM - regime dei minimi
    Buongiorno,
    Sono un contribuente al regime dei minimi iscritto all'inarcassa.Vorrei chiederle quanto riporto di seguito. Nel quadro CM campo cm2 si indicano i compensi al netto dei contributi integrativi inarcassa (indicati nelle fatture 4%). Nel rigo CM5 i costi sostenuti per la gestione attività, tenendo conto delle % di detraibilità previste. E nel rigo CM7 invece vanno indicati i contributi versati all'inarcassa nel periodo d'imposta, poichè vale il principio di cassa. Quindi se non ho altri redditi devo compilare nel moello unico le informazioni generali fascicolo 1 e quadro cm fascicolo 3! grazie
  • Il Consulente  - Quadro Cm
    Nel modello Unico per i contribuenti minimi dovrnno essere compilati il quadro CM ed il quadro RN anche se a zero.
  • sabrina
    Avrei un paio di domande sul regime dei minimi:
    - se ho chiuso la partita iva al 31.05.2010 i contributi inps da detrarre prima di calcolare l'imposta sostitutiva sono quelli versati fino al 31.05.2010 oppure tutti quelli pagati nel 2010?

    - devo comunque versare gli acconti se poi nel 2011 ho intrapreso un'attività d'impresa come socio di sas?

    grazie
  • Il Consulente  - Contributi regime di minimi
    Salve Sabrina,
    generalmente nel regime dei minimi dovrebbe considerare esclusivamente i costi sostenuti fino alla data di cessazione della partita iva, quindi tutto wuanto pagato fino al 31 maggio 2010.
    Visto che poi ha aperto l'attività di SAS dovrà compilare altri quadri e quindi potrà inserire tali contributi nel quadro RP.
    Se parla di acconti per l'imposta sostitutiva, no, non deve pagare gli acconti, perchè l'attività è stata chiusa nel 2010.
  • Elisabetta  - Unico 2011 - Quadro RR
    Buon giorno.
    Sono un contribuente in regime dei minimi e contemporaneamente sono dipendente. Quindi ho compilato il quadro CM e RC. Nel compilare il quadro RR sezione II ho dei dubbi sul codice da usare nella casella 4. Come lavoratore dipendente il mio datore versa già contributi INPS, per cui suppongo di dovere mettere codice A (17%) o sbaglio?
    Grazie
  • Il Consulente  - Contributi Inps
    salve Elisabetta,
    come contribente minimo, deve riportare i contributi nel quadro CM tra i costi.
  • lisa  - CM e RC professionale, iscrizione Ordine
    Buongiorno, sono un medico CM. Avrei dei dubbi da sottoporvi.
    1- L'iscrizione all'Ordine può essere dedotta? se si al 100%?
    2- e l'assicurazione Rc professionale?
    3-Ho emesso una fattura a dicembre incassata a gennaio; va dichiarata l'anno successivo?
    Grazie
  • Il Consulente  - Spese dell'ordine e RC professionale
    Salve Lisa,
    le spese da lei indicate possono essere indicate al 100% nel quadro CM.
    La fattura incassata nel 2011 va dichiarata nel 2011 poichè per i contribuenti minimi vale il principio di cassa.
  • Anita  - contributi INPS compensati
    Gent.ma dott.ssa,
    sono nel regime dei minimi e nel 2010 ho compensato in F24 il credito che è emerso dal periodo d'imposta 2009 e che erano stati dedotti nel rigo cm7 del quadro CM.
    Ai fini della tassazione occorre inserire tale importo nel rigo RM9 anche se di fatto è stato dedotto dal reddito assoggettato ad imposta sostitutiva del 20%? o sono da inserire come ricavi nel quadro CM?
    lA RINGRAZIO INFINITAMENTE.
    __________________
  • Anita
    Dott. ssa mi scusi, nella fretta mi sono dimenticata di dire che il credito compensato era un credito INPS .
    Grazie ancora.
  • Il Consulente  - Contributi Inps
    Salve Anita,
    deve inserire i contributi inps a debito solo ed esclusivamente nel quadro dei contribuenti minimi tra i costi.
    Per quanto riguarda il credito inps compensato ingiustamente, fa prima a riversarlo dopo aver sentito l'inos che le applicheranno i giusti interessi e sanzioni.
  • Sergio  - Fattura fiscale auto per privato o per professioni
    Buongiorno, sono un contribuente in regime dei minimi che ha acquistato una piccola utilitaria (valore < di €.10.000)credendo non fosse possibile indicare le spese di acquisto della stessa nel quadro CM, quindi, dalla concessionaria mi sono fatto consegnare una fattura fiscale senza che all'interno fosse menzionata la mia partita IVA (fattura per privato non per professionista); è possibile comunque portarla in detrazione nell'unico 2012 o devo, se posso, chiedere la sua sostituzione in favore di una fattura per professionista?
    Grazie.
  • Il Consulente  - Fattura auto
    Salve Sergio,
    se riuscisse a farsi aggiungere la partita iva sarebbe meglio.
    Anche se essendoci il suo codice fiscale e non essendo detraibile l'iva nel regime dei minimi potrebbe considerarla ugualmente ai fini della dichiarazione
  • Sergio  - In CM indicare solo IMPONIBILE o IMPONIBILE+IVA?
    Grazie tante per tutto.
    Un'altra domanda, forse stupida :oops: (mi scuso sono un novello :roll: ):
    non potendo scaricare l'IVA della fattura auto, può quest'ultima essere indicata nel quadro CM sommata all'IMPONIBILE della fattura auto o deve essere indicato solo l'IMPONIBILE :?:
    Ringrazio anticipatamente.
  • Il Consulente  - Iva nel regime dei minimi
    Salve Sergio,
    nel regime dei minimi, l'iva non viene detratta, di conseguenza diventa automaticamente costo e come tale deve essere sommata a tutti gli altri costi.
    Esempio, se acquista la cancellaria per 100 euro + iva (20) lei dovrà indicare come costo totale non 100 ma 120.
  • lisa  - locazione ad uso promiscuo
    la ringrazio per la celere risposta. Approfitto della sua disponibilità. Sto per stipulare un contratto di locazione:
    -Essendo io un medico posso fare un contratto ad uso promiscuo o l'abitazione deve avere determinate caratteristiche (studio medico)?
    2-Bisogna segnalare nel contratto l'uso promiscuo?
    3- Posso farlo anche se è abitazione cointestata (al 50%)?
    4- Non è applicabile la cedolare secca.
    5-Potrei portare in deduzione il 50 % dell'affitto e delle spese sia come CM che come PI Ordinaria?
    Grazie
  • Il Consulente  - Abitazione uso promiscuo
    Salve Lisa,
    non c'è bisogno di nessun contratto d'affitto.
    Lei può scaricarsi il 50% dei costi sostenuti, purchè tali costi (luce, gas, telefono ecc.) sia intestati a lei.
    Rimane sottointeso che l'abitazione sia anche il domicilio fiscale della sua attività.
  • lisa
    son d'accordo sui costi ma anche sull'affitto?
    non è necessario che l'appartamento rispetti le caratteristiche dello studio medico (sala di attesa ecc)? mi scusi se insisto ma sto per stipulare un nuovo contratto, grazie.

    Ps il suo sito è molto utile, complimenti!
  • Il Consulente  - Contratto d'affitto
    salve Lisa,
    l'unica cosa che deve considerare in materia di affitto è che il canone di locazione rientra nel conteggio dei 15.000 di spesa dei per l'acquisto di beni strumentali da non oltrepassare in 3 anni.
    Per quanto riguarda sala d'attesa ecc. ecc. lei deve avere la stanza riservata per le visite. Essendo ad uso promiscuo i pazienti "potranno" aspettare anche in sala da pranzo.
  • lisa
    buongiorno, le invio un link per informazione:
    www.fimmgve.it/download/autorizzazionestudi.doc Si evince che sia possibile dedurre l'immobile anche senza stanza dedicata.
  • Il Consulente  - Stanza dedicata
    Salve Lisa,
    l'immobile può dedurlo, ma come per tutte le attività, vi deve essere un luogo dove viene eseguito l'esercizio della professione. Nel suo caso in particolare le menzionavo la stanza per le visite non tanto dal punto di vista fiscale, ma quanto per la tutela della privacy dei pazienti.
  • LISA
    GRAZIE
  • chiara  - CM7
    Ho un cliente contribuente minimo dal 2010 nel 2009 era socio in una società di persone, ha versati i contributi previdenziali IVS con la vecchia posizione con la nuova ha iniziato quest'anno.

    In Unico 2011, nel qudro CM7 posso indicare come oneri deducibili quelli versati con la precedente posizione?

    GRAZIE
  • Consulente  - Contributi INPS 2009
    Salve Chiara,
    ti conviene andare all'inps e richiedere il passaggio dei contributi pagati sulla vecchia posizione su quella nuova dove ora sta versando i nuovi contributi.
  • Chiara
    Quindi non li devo indicare nel CM7?
    grazie
  • Consulente  - Vecchie quote inps
    No,
    dovrebbero essere portate nel quadro RP, ma non avendo diritto alle detrazioni non può comunque detrrsele.
  • chiara  - COMPILAZIONE PERDITE PREGRESSE
    Ho un cliente contribuente minimo dal 2010 nel 2009 era socio in una società di persone. Da Unico 2009 riusltano perdite pregresse 2008 e 2009, dove devo indicarle in Unico 2011 quadro CM o RS?

    grazie
  • Consulente  - Il Consulente
    salve Chiara,
    deve compilare il modulo RS
  • Chiara
    E le perdite possono compensare l'eventuale reddito del 2010?
    grazie
  • Consulente  - Quadro RS
    Puoi compensare solo le perdite derivante dai quadri RG o RE, non CM
  • Lucia
    vorrei un chiarimento sul quadro CM. sono un medico pensionato USl 2010 ha iniziato la professione libera nel corso dello stesso anno acquistando attrezzatura tale da avere un CM6 negativo. se poi al rigo CM7 ci sono i contributi ENPAM pagati e a colonna 2 devo indicare i contributi che trovano capienza nel CM 6 (che però è negativo), come faccio a trovare il reddito netto?
    dovrò compilare anche il quadro RQ ?
    grazie per chi vorrà rispondermi.
  • Il CONSULENTE  - contribuente minimo e pensione
    Salve Lucia,
    percependo la pensione, potrà detrarre tutti i contributi nel quadro RP.
  • Lucia
    grazie gentilissimo Consulente, il che vuol dire che se il reddito lordo del rigo CM6 è negativo lo sarà anche il reddito netto del rigo CM8. E l'imposta sostitutiva del rigo CM11....? Vuol dire che non dovrò pagare? Grazie ancora
  • Il Consulente  - perdite d'esercizio
    Salve Lucia,
    no solo no dovrà pagare ma se andrà in perdita potrà dedurla il prossimo anno.
  • Lucia
    Grazie davvero, è stato gentilissimo! :D
  • Il Consulente  - Ringraziamenti
    Salve Lucia,
    sono i vostri "grazie" che mi danno la spinta di andare avanti in questo lavoro faticoso.
    Colgo quindi l'occasione per ringraziare tutti coloro che mi hanno sempre ringraziato ed ai quali non ho risposto.

    Dr.ssa Simona Antonacci
  • pasquale  - utilizzo immobile e strutture
    Sono un contribuente minimo e per la mia attività mi appoggio ad uno studio di professionisti a cui verso per gestione e servizi di segreteria e per l'utilizzo dell'immobile e strutture un corrispettivo mensile di € 300 di cui € 50 di IVA. Cosa posso detrarre? ringrazio anticipatamente ed attendo cortese, urgente risposta. Pasquale
  • pasquale  - utilizzo immobile e strutture
    Salve, sono un contribuente minimo e per la mia attività mi appoggio , per gestione e servizi di segreteria nonchè per l'utilizzo dell'immobile, presso uno studio di professionisti a cui verso un corrispettivo di € 300 comprensivo dell'IVA. Cosa posso detrarre? Ringrazio anticipatamente e resto in attesa di cortese urgente risposta. Pasquale
  • Il Consulente  - Spese di locazione
    Salve Pasquale
    può dedursi l'intero canone di affitto annnuale comprensivo di iva.
    Si ricordi però che la locazione rientra nel conteggio del limite degli € 15.000,00 di acquisto di beni ammortizzabili in 3 anni.
  • Anonimo
    Ringranzio per la sollecita risposta al mio quesito e mi congratulo per la grandissima professionalita dimostrata. Non è facile trovarne. Cordialmente Pasquale
  • chiara  - voucher formativi
    Un medico ha ricevuto dalla regione Toscana dei voucher formativi post-laurea si indicano in unico? e dove?
    grazie mille per le risposte
  • MANUEL  - quadro CM
    E anche quest'anno il quadro CM su unico Web non c'è...mi sono dovuto scaricare quello offline e ben 2 versioni di jvm...una schifezza
  • Il Consulente  - problemi con agenzia entrate
    Salve Manuel,
    purtroppo non è l'unico ad avere problemi. Anche noi siamo nelle stesse vostre condizioni
  • memmo  - acquisto auto e perdite
    Stimatissima dottoressa Simona,vorrei porLe il seguente quesito riguardo l'aquisto di un'autovettura ad uso promiscuo da parte di un libero professionista in regime dei minimi, che ha iniziato l'attività con p. iva da 6 anni.
    Se a seguito della detrazione del 50% del costo totale di acquisto risulteranno in dichiarazione delle perdite fiscali, queste potranno essere portate in diminuzione dei redditi negli esercizi successivi, massimo 5, come sostengono alcuni e anche la circolare 73/E del 2007, oppure nel solo esercizio do formazione con l'eventuale eccedenza che non potrà essere utilizzata negli anni successivi?
    Ringrazio anticipatamente.
  • Consulente  - Perdite fiscali in regime dei minimi
    Salve Memmo,
    intanto la ringrazio per la stimatissima. Poi per quanto riguarda il suo quesito, come ha sottolineato, porterà in deduzione dei costi il 50% del costo dell'autoveicolo e, se dalla dichiarazione dovesse venir fuori una perdita d'esercizio, potrà portarla in deduzione nei prossimi esercizi. L'unico punto di incertezza è legato alla manovra estiva da approvare e riguarda l'importo della perdita che potrà essere "scontato" dal reddito conseguito a partire dal prossimo anno. Secondo infatti tale manovra sembrerebbe che le perdite maturate potranno essere dedotte dal reddito per un importo massimo dell'80% per ciascun anno, fino ad un numero massimo di 5 anni.
  • memmo  - acquisto auto e perdite
    Grazie mille per la Sua disponibiità e celerità. Ha confermato quello che pensavo, anche se qualcuno sostiene il contrario riguardo alla riportabilità.
    Non sapevo nulla di questa previsione della manovra in discussione e quindi La ringrazio anche per tale evidenziazione. Seguirò gli sviluppi. Grazie ancora e complimenti per la Sua passione e dedizione.
  • Consulente  - Fac simile autofattura cessione autoveicolo in are
    Scusi Gavriel,
    ma pretende che nei fac simili ci sia la tipologia della macchina, la descrizione, la targa e via dicendo?
    Si rimette fattura per vendita autoveicolo marca Mercedes, tipo SLK, Targa XY666ST, n° telaio 3333333, riferimento fattura d'acquisto n° ... del ............ per un corrispettivo di al netto di iva di €.....
    Quello che conta sono i riferimenti normativi per l'applicazione dell'iva al margine e la modalità di calcolo.

  • Chiara  - 770
    Gentilissimi dott.
    ho una società che è stta chiusa definitivamente nel corso del 2011, pagata l'ultima ritenuta di competenza 2011 nel gennaio del 2011. Essendosi istinto il sostituto d'imposta nel 2011 nel modello 770 per l'anno 2010 si deve indicare anche la ritenuta versata nel 2011?
    grazie
  • Il Consulente  - Ritenuta acconto
    salve Chiara
    le ritenute vanno sempre dichiarate.
    Se tuttavia la ritenuta è stata pagata prima dell'estinzione, dovrai compilare il prossimo anno il 770/2012 perchè il soggetto si è estinto nel 2011 e non nel 2010.
  • Chiara  - DICHIARAZIONI INTENTO
    Salve,
    abbiamo trasmesso telematicamente dichiarazioni intento indicando erroneamente che sono correttivi nei termini, cosa devo fare?
  • Il Consulente  - Reinvio modello
    Salve Chiara,
    non so se utilizza entratel o fisconline.
    Con fisconline li invii si possono annullare e ripresentare.
    Con entratel invece gli invii non si possono annullare, ma essendo nei termini di spedizione, può tranquillamnente inviare il modello togliendo la X su correttivo. L'ultimo modello inviato annullerà il precedente invio
  • Paola  - quadro RR e impresa familare regime dei minimi
    Buona sera,
    ho un dubbio circa il reddito da tassare ai fini IVS artigiani in caso di impresa familare in regime dei minimi, dichiaro il reddito indicato al rigo cm6 per intero al titolare, oppure attribuisco il reddito ( ai fini ivs) in base alle percentuali di attribuzione es: 51% titolare e 49% collaboratore familiare.
    Grazie per la risposta.
  • Consulente  - Distribuzione del reddito ai fini IVS
    Salve Paola,
    dipende dal modo in cui sia stata denunciata la situazione all'INPS. Se emntrambi pagano i conributi artigiani, deve suddividere il reddito in 2 parti secondo le percentuali dichiarate
  • matteo  - unico 2011 quadro CM e quadro G
    Salve,
    Come posso dichiarare in UNICO 2011 attività in contabilità semplificata per il periodo 1/1-31/01/10 cessata attività,
    e per il restante periodo 01/02-31/12/10 nel regime dei minimi con nuovo n.di p.IVA?
    Grazie


  • Consulente  - Doppio Quadro
    Salve Matteo,
    dovrebbe allegare al suo modello Unico 2 quadri.
    Il quadro RE o RG per il primo periodo e quadro CM per il secondo periodo.
  • MATTEO  - UNICO QUADRO CM E QUADRO G

    Grazie per la pronta risposta.

    Però con il programma dell'ADE nel momento in cui inserisco o il quadro G o il quadro CM mi dice che sono incompatibili e non mi fa proseguire per l'inserimento.
    Grazie
  • Consulente  - Invio 2 Unici
    Allora ti conviene fare 2 differenti modelli Unici indicando le date di inzio e fine attività per il primo modello Unico e solo Inizio attività per il secondo.
  • Ciro  - Regime minimi per calcolo assegni familiari 2011
    Buongiorno, sono un Agente di commercio in regime dei minimi – (Impresa) e mia moglie lavoratrice dipendente.
    Il mese scorso ha richiesto ed ottenuto gli assegni familiari, poiché il suo reddito supera il 70% del mio da lav. Autonomo. Nel dubbio abbiamo chiesto parere al Caf.
    La risposta è che il calcolo dall’Unico 2011 per redditi personali, si ottiene con la somma del rigo Cm6 + RN1.
    Con questo nuovo calcolo non rientriamo nei parametri richiesti e non possiamo ricevere gli assegni familiari.
    La mia domanda quanto detto dal CAF è giusto? (Spero di no)
    Oppure, se per il calcolo del mio reddito (dal Unico 2011) devo considerare il rigo Cm10 + RN1 , come ampiamente già detto in alcuni post precedenti?
    La ringrazio
  • Consulente  - Calcolo Assegni familiari 2011 - 2012 e regime dei
    Salve Ciro
    le riporto una risposta data in precedenza.
    Nell'art. 1 commi da 96 a 177 della legge 24 dicembre 2007, n. 244, relativa appunto al regime dei minimi viene precisato che il reddito proveniente dal quadro CM deve essere aggiunto al reddito complessivo (RN1) al fine del riconoscimento sia delle detrazioni per i carichi di famiglia (art. 12, comma 2, del Testo Unico),che per la determinazione dei contributi previdenziali ed assistenziali spettanti. La risposta quindi alla sua domanda è che l'importo da indicare nel modello relativo agli assegni familiare sarà dato dalla somma dei redditi presenti nel quadro CM e nel quadro RN.
    Il CAF le ha dto la risposta corretta.
  • Luigi  - cm5 e ristrutturazione immobiule uso promiscuo
    Buonasera.
    Nel 2010 ho acquistato il 50% di un immobile ad uso di abitazione e l'ho adibito anche ad uso studio (l'altro 50% è della mia compagna che non esercita professioni.
    Sempre nel 2010 ho sostenute delle spese di ristrutturazione pari ad € 24.000,00 (altri € 24.000,00 li ha sostenuti la mia compagna )
    Domanda:
    Posso indicare correttamente nel rigo cm5 € 12.000,00 ? quel è la fonte normativa e/o il ragionamento che me lo consente o meno?
  • Il Consulente  - Spese di ristrutturazione
    Le spese di ristrutturazione per i contribuenti minimi non possono essere indicate nel modello Unico, in quanto dichiarate nel quadro RP.
    Sono una delle limitazioni di tale regime.
    Può indicarle nel quadro RP soltanto se ha una seconda attività da dipendente.
  • Luigi  - Ancora CM5 e spese ristrutturazione imm. uso promi
    Ringrazio per la risposta celere, ma ho ancora alcuni dubbi.
    Poter indicare le spese di ristrutturazione nel quadro RP va bene anche se ho ai fini IRPEF ho solo redditi irrisori da fabbricati e terreni (al max perdo la detrazione del 36% di € 2.400,00 nel 2010 e nel 2011, ma la potrò avere dal 2012 sino al 2020 perchè esco ex lege dal regime dei contribuenti minimi)
    Io volevo sapere se le spese di ristrutturazione dell'immobile a uso promiscuo (abitazione e studio legale) le potevo assimilare a spese professionali e quindi inserire nel rigo CM5 o altro rigo del quadro CM
    Io ritengo di poterle inserirle al 50% nel quadro CM5 ma vorrei un conforto normativo o quantomeno di ragionamento.
    Grazie
  • Ruggero  - Minimi e credito d'imposta
    Quest'anno dall'unico mi risulta un credito d'imposta come contribuente minimo, al rigo CM19, che poi ritrovo al rigo RX14 colonna 1 e che metto in detrazione per l'anno prossimo al rigo RX14 colonna 4.
    L'anno prossimo questo credito, per essere utilizzato, dove (in quale rigo) andrà indicato?
    Grazie mille.
  • Consulente  - Credito da Unico
    Salve Ruggero,
    per poter utilizzare il credito per il pagamento dei tributi, dovrà indicare l'importo nel quadro RX colonna denominata "credito da utilizzare in compensazione o detrazione"
  • giusy  - crediti dei contribuenti minimi
    Buona sera,
    mi sono accorta forse di una errore nella compilazione della mia dichiarazione dei redditi, sono un contribuente minimo.
    Ho ripostato il credito d'imposta risultante dal qusdro rx14 colonna 4 dell'anno precedente nel quadro RN35 anzichè nel quadro cm15 .....
    e ho compensato il credito con il modello f24 utilizzando il codice 4001 ....anzichè 1800!
    cosa posso fare per risolvere l'inconveniente?
    Grazie
  • Il Consulente  - Correzione codice tributo nel modello F24
    Salve giusy
    può presentare un'istanza di correzione del tributo nel modello F24 errato richiedendo la sostituzione del codice tributo 4001 indicato erroneamente con il codice tributo 1800
  • Giusy  - grazie
    Buon giorno,
    grazie per la risposta, è stato molto gentile.
  • valentina  - correzione unico 2011
    Salve
    mi sono accorta di aver commesso un errore nella compilazione del modello Unico 2011, nel 2010 ho utilzzato il regime dei minimi per la mia attività professionale, mentre svolgevo anche lavoro di dipendente par-time presso P.A; risulto iscritta ad Inarcassa per i soli contributi integrativi, mentre per quelli soggettivi non mi sono isritta alla gestione separata inps, sbagliando...cosi nella compilazione dell'Unico non ho considerato i contributi da versare all'inps come saldo e come 1°acconto per la rata di Giugno/Luglio, vorrei rimediare il prima possibile, come posso fare?
    è la mia prima dichiarazione...
    Ringrazio anticipatamente
  • Consulente  - Dichiarazione integrativa/correttiva entro il 31 d
    Salve Valentina,
    può presentare una dichiarazione correttiva entro il prossimo 31 dicembre 2011
  • valentina
    grazie per la risposta,
    spero di non avere sanzioni per il ritardo nel pagamento!
  • Il Consulente  - Pagamenti in ritardo
    Salve Valentina,
    se ha fatto dei pagamenti, e dovrà farne degli altri, applichi la procedura del ravvedimento operoso pagando sanzioni ridotte e una piccolissima parte di interessi.
  • cosima
    salve sono una colf con retribuzione mensile di 800 e. con 36 ore settimanali dal lunedi al venerdi.il mio datore dice che sono 30 gg di ferie l'anno....mi domando se si e'sbagliato lui o se e' giusto,credevo fossero 26 i gg...il sabato x me non e' lavorativo ma devo considerarlo come feria ?nel senso che 1 settimana da martedi' a martedi in tutto sono 6 gg di ferie giusto? o va conteggiato anche il sabato? grazie infinite
  • Anonimo
    Buon giorno Cosima, i giorni di ferie sono 30 di calendario per cui si contano anche i sabati e le domeniche.
  • Mario  - spese deducibili
    Buongiorno, approfitto ancora dei Vs. consigli.
    Nel quadro CM sono detraibili le spese relative all'auto per il 50%. Pultroppo non ho auto e per recarmi agli stabilimenti aziendali per avere notizie sull'andamento produttivo per poter redigere verbali trimestrali Collegio Sindacale utilizzo l'auto di mio figlio.Penso di non poterlo fare, in tal caso cosa mi suggerite e come fare per recuperare qualcosa? Grazie della Vs. squisita disponibilità.
  • Consulente  - Auto in comodato d'uso gratuito
    Salve Mario,
    per poter dedurre le spese sostenute per l'uso dell'autoveicolo al 50%, si faccia dare in comodato d'uso gratuito l'autoveicolo di suo figlio.
    Può trovare un fac simile nella sezione modulistica. Non va registrato.
  • IVANA  - deducibilità riscatto cont
    Buongiorno,
    Ho letto tutte le sue risposte, ma non ho trovato quello che cerco.
    Le sottopongo un quesito, a cui i commercialisti da me contatti non hanno ancora saputo dare risposta.
    Sono agente immobiliare dal 2/3/2009 con Regime fiscale agevolato contribuenti minimi (esente IVA).
    Nel 2011 ho fatturato circa 43.000 euro
    A Febbraio 2011 ho versato all'INPs euro 23.000 per riscattare 3 anni e 4 mesi di contributi non versati per gli anni 1980/1983 come coadiuvante e raggiungere i 40 anni di contributi. Da aprile 2011 percepisco la pensione di circa euro 906 netti mensili.
    Ora la mia domanda è questa: come deduco la spesa di euro 23.000 e in che quadro deve essere inserita?
    Inoltre nell'Unico devo dichiarare sia la pensione che il reddito di lavoro?
    Per me è importantissimo poter dedurre tale importo (il mio commercialista mi ha sempre confermato tale deduzione, e ho riscattato questi anni proprio per questo motivo). Ora non si capisce bene se nel quadro CM sono da dedurre sol...
  • Consulente  - Riscatto di laurea
    Salve Ivana,
    il riscatto di laure a parer mio non ha nulla a che vedere con i contributi del regime dei contribuenti minimi ed andrebbe inserito nel quadro RP.
    Per quanto riguarda il modello Unico, lei deve compilare sia il quadro RC per i redditi da pensione ed il quadro CM per i redditi da attività percepita come contribuente minimo.
  • Ivana
    Grazie per la risposta.
    Ma il versamento effettuato con MAV trasmessomi dall'INPS per riscattare gli anni senza contribuzione (e poter raggiungere i 40 anni di contribuzione)dove lo inserisco per essere deducibile? Presumo nel quadro CM 7 con gli altri contributi versati con F24. Giusto?
    Ne approfitto per farle un'altra domanda: nella mia attività di agente immobiliare, quotidianamente visito clienti e pago il parheggio che alla fine del mese è un costo rilevante. Come lo scarico?
    Grazie per il tempo che mi dedica .
    Ivana
  • Anonimo
    a pare mio andrebbero inseriti sia nel quadro RP sia nel quadro CM 7 altrimenti non gli abbassa il reddito!
  • Consulente  - Riscatto di Laurea
    A mio parere il riscatto di laurea va indicato nel quadro RP come scritto nel post precedente e non nel quadro CM
  • giuseppe  - Compilazione Quadro CM
    sono un avvocato con regime dei minimi e sto compilando il quadro CM. Vediamo se ho capito bene.

    Poniamo di aver fatturato 1000 di cui 100 indicate in fattura come 4% per cap (Cassa forense) e 300 per acquisto di beni strumentali (libri, ecc)

    nel rigo CM2 indico 900 (reddito al netto dei contributi previdenziali). al rigo CM5 indico 300 e ai righi CM6 e CM7 indico 600.

    Mi rendo conto che è un esempio un pò troppo semplificato, ma è giusto il procedimento seguito? Grazie per la dispinibilità e complimenti per il Suo sito
  • Consulente  - Cassa Forense
    Praticamente si.
    Deve escludere dal conteggio i contributi da versare alla cassa forense
  • letizia  - figlio a carico
    Buongiorno,
    mio figlio nell'anno 2011 era contribuente minimo, per capire se era ancora a mio carico devo considerare il reddito nel rigo CM10 e quindi già al netto dei contributi INPS pagati e della perdita pregressa? grazie
  • Consulente  - Contribuente minimo non più a carico
    Salve Letizia,
    aorendo la partita iva suo figlio automaticamente non è più un a suo carico.
  • Giada  - quadro CM: contributi ENPAP in caso di perdita
    Buongiorno,
    sto compilando il quadro CM del modello unico 2012 ed ho più componenti negativi che positivi. Non riesco a capire dove inserire i contributi previdenziali che ho pagato ENPAP dato che il CM6 mi viene negativo e nelle spiegazioni c'è solo il caso che sia positivo per compilare il rigo CM7.
    Questi contributi ENPAP non non l'ho considerati nel totale componenti negativi. Sparisce la spesa dal modello UNICO?
  • Consulente  - Contributi Enpap
    Salve Giada,
    se non erro il tipo di contributo è collegato all'attività di psicologo.
    Ma svolge esclusivamente l'attività come contribuente minimo oppure ha svolto delle colaborazioni come dipendente o collaboratore?
  • franca  - quadro cm e quadro rr
    Buongiorno,
    sto compilando il quadro cm del modello unico 2012 avendo nel corso del 2011 la seguente posizione:
    sino al 23/06/2011 iscritto alla gestione separata inps per l'esercizio di altre attivitaà professionali
    dal 24/06/2011 iscritto alla cassa previdenza geometri per esercizio attività geometra.
    Se il reddito annuale fosse 10.000, euro e il volume d'affari 12.000,00 euro, come mi dovrei comportare con la compilazione del quadro RR?
  • Consulente  - Quadro RR
    Salve Franca
    dovrebbe dichiarare nel secondo quadro il reddito percepito nel II periodo derivante dalle scritture contabili.
  • franca  - quadro cm e quadro rr
    Se ho capito bene nel quadro rr cassa geometri inserisco il reddito ed il volume d'affari conseguito nel solo periodo di iscrizione e, sulla quota residua di reddito compilo la sezione rr e pago inps gestione separata?

  • Consulente  - Redditi alla gestione separata
    Salve sig.ra Franca
    non so se sono ancora in tempo ma le confermo la sua interpretazione.
  • antonio  - Compilazione quadri Unico regime minimi
    Salve,
    Avrei bisogno alcune info necessarie per la compialazione del modello UNICO.
    Sono un medico, ho una posizione fiscale regolata dal regime dei minimi ,ho aperto la partita iva a Gennaio 2011.
    Ho provato ad utilizzare il softwer dell'agenzia delle entrate ma non riesco a capire quali siano i quadri da compilare.
    Riporto la mia posizione reddituale:
    1) 12 fatture con ritenuta d'acconto 20%
    2) spese di telefonia,carburante
    3)contributi previdenziali alla cassa di settore ENPAM.
    Le mie domande sono:
    Quali sono tutti i quadri da compilare visto la mia posizione reddituale non complicatissima??
    Nel quadro CM la riga 17 acconti cosa significa??
    Il quadro RR lo devo compilare comunque anche non essendo iscritto alla gestione separata???
    Grazie
  • Consulente  - Quadro RR
    Salve Antonio,
    anche se ormai avrà risolto i suoi dubbi,
    nella riga 17 acconti vanno indicati gli acconti versati negli anni precedenti (nel suo caso pari a zero perchè primo anno.
    Il quadro RR non va compilato.
  • giusy  - contributi inps
    Buona sera,l'imponibile fiscale da indicare nel quadro RR5 per il calcolo dei contributi INPS è l'imponibIle riportato nel quadro CM8 oppure, nel quadro CM6?
    Grazie in anticipo
  • antonio
    Scusi, ma il mio fondo è ENPAM e non INPS.L'unico importo previdenziale che ho pagato nel 2012 e pari a 397 € (quota A base). La quota B è variabile in base al reddito, che dovrò pagare no so quando.
    Le illustro nel dettaglio :
    reddito da fatture 28165 €
    ritenute d'acconto: 5633 €
    spese 1552 €
    contributi previdenziali pagati:397 €
    Come compilo il quadro RR???
    Nel rigo CM7 inserisco 397 €?????
    grazie
  • Consulente  - Regime dei minimi
    Salve Antonio,
    nel regime dei minimi il quadro RR non si compila.
    Deve compilare solo il quadro CM.
    Legga le istruzioni e tutto sarà molto facile.
    In caso contrario sta "rubando" il lavoro ad un commercialista :)
  • Consulente  - Compilazione quadro RR per la gestione separata
    Salve Giusy,
    devi prendere l'importo più alto. Credo corrisponda al CM8.
  • GIUSY  - MODELLO UNICO
    Buon giorno,
    ho compilato il mio modello unico e spedito!
    successivamente mi sono accorta che nel quadro relativo ai dati anagrafici risulta compilato il rigo numero iscrizione all'albo dei caf ....
    io inizialmente avevo inserito il numero dell'iscrizione all'albo professionale ... poi quando ho letto "caf" l'ho cancellato dalle impostazioni cambia profilo utente .... non accorgendomi che dall'anagrafica non lo aveva cancellato!
    per rimediare cosa devo fare?
    rinviare una dichiarazione correttiva nei termini oppure, non fare nulla?
    rimango in attesa di avere un consiglio! grazie
  • Consulente  - Invio modello Unico nei termini
    Salve Giusy,
    potrebbe non far nulla, per correttezza visto che è nei termini, potrebbe annullare la dichiarazione inviata e inoltrarla di nuovo senza incombere in errori formali.
  • silvia  - fattura all'estero
    Gentile Consulente,
    sono un'architetto aderente al regime dei minimi. sono alle prese con la compilazione del modello unico 2011.
    Durante l'anno passato ho emesso una fattura nei confronti di un cliente inglese sulla quale, mi è stato consigliato, non è stata indicata la voce relativa all'imposta sostitutiva.
    Questo tipo di reddito, come va indicato nella dichiarazione? va sommato ai componenti positivi (rigo CM2) o bisognerà compilare un altro tipo di modulo?
    grazie per il suo tempo
  • Consulente  - Componente positivo estero
    Salve Silvia,
    comunque il compenso fa parte dei componenti positivi e va dichiarato sommandolo al rigo CM2.
  • salvatore  - pensione integrativa poste vita
    salve,
    sono un contribuente minimo e, oltre a versare i contributi al mio ente previdenziale (inarcassa), ho aperto un fondo di pensione integrativa delle poste. al momento della stipula del contratto mi è stato detto che sarebbe stato deducibile.
    al momento della dichiarazione, dove dovrò indicare l'importo versato? devo aggiungerlo al rigo CM7 assieme ai contributi di inarcassa?

    grazie

  • Consulente  - Contribuenti minimi e deducibilità di altri costi
    Salve Salvatore,
    per la tipologia del regime dei minimi non è ammessa nessuna detrazione, nemmeno quella per i fondi complementari che, andrebbero indicati normalmente nel quadro RP insieme alle detrazioni del mutuo, delle spese farmaceutiche che non sono ammesse in tale regime.
  • Carlo  - Contributi previdenziali
    Ripropongo una domanda sui contributi Enpap: sono contribuente minimo con reddito quadro cm negativo per il 2011. Dato che non posso portare in deduzione nel quadro cm i contributi previdenziali versati all'enpap, avendo altri redditi tra cui un reddito da dipendente posso portare i suddetti contributi in deduzione nel quadro rp?
    Grazie
    Cordiali saluti
  • Consulente  - Contributi Enpap da attivitità autonoma
    Salve Carlo,
    se i contributi derivano da attività lavorativa autonoma, secondo il mio punto di vista non può portarli in detrazione nel quadro RP.
  • Anonimo  - contributi
    buonasera, secondo lei un soggetto con regime dei minimi che paga i contributi che però ha un quadro cm negativo ( perdita) può detrarre i contributi nel quadro rp e quindi in rn in quanto ha redditi da fabbricati? grazie e buon alvoro
  • Consulente  - Contribuente senza detrazioni
    Salve Anonimo, il contribuente minomo, può usufruire delle detrazioni solo se fa un doppio lavoro ovvero è dipendente e poi esercita un'attività indipendente con partita iva aperta con il regime fiscale dei contribuenti minimi.
    In tutti gli altri casi il contribuente minimo perde il diritto a tute le detrazioni comprese spese, oneri e contributi.
  • Anonimo
  • giusy  - acquisto pc e cellulare
    Buon giorno,
    ho acquistato un pc e un cellulare nel 2011
    per un costo totale di €.1200,00
    devo conteggiarli tra i costi al 50% per cui
    €. 600,00 nel 2012
    oppure, devo ammortizzare il costo in 5 anni?
    grazie
  • Consulente  - Deducibilità 50%
    Salve giusy potrà dedurre nell'anno i costi dei due beni
  • Claudia  - ritenute estere minimi
    Buongiorno, sono contribuente minimo e ho anche redditi esteri per prestazioni di servizi. I redditi esteri vanno indicati nel rigo CM1 come da istruzioni ministeriali. Le relative ritenute si possono indicare nel rigo CM13?
    Grazie per l'attenzione.
  • Consulente  - Ritenute su fatture estere
    Salve Claudia
    ha ricevuto le certificazioni di tali compensi che confermano il versamento delle ritenute stesse? Se si può indicarle insieme alle altre ritenute d'acconto.
  • giusy  - acquisto pc e cellulare
    Buon giorno,
    vorrei ringraziarla per la risposta che mi ha già fatto!
    vorrei chiederle un ulteriore chiarimento ....
    il pc (portatile) posso dedurlo al 100% nell'anno 2012 (del resto è un bene che ho acquistato per il lavoro) il costo è di circa 700 euro;
    mentre il cellulare che uso promiscuo al 50% nell'anno 2012? mi da conferma?
    grazie.
  • Consulente  - Deducibilità 50% - e 100%
    Salve Giusy,
    se l'acquisto del portatile è avvenuto nel 2011 non può detrarlo del 2012. Se l'acquisto è avvenuto nel 2012, potrà invece detrarlo al 100% e non come detto in precedenza al 50%
  • Gerry
    Gent.ma Dott.ssa Simona,
    innanzitutto Le esprimo il mio compiacimento e ringraziamento per la Sua disponibilità, immediatezza e competenza con le quali risponde ai quesiti di tanti "torturati" dalle norme fiscali, previdenziali, assistenziali, ed altro.
    Purtroppo, anche dopo aver letto tutti i quesiti e le Sue competenti risposte, mi rimangono ancora alcuni dubbi che, spero, Lei possa dissipare.
    Ed ecco il mio dilemma:
    Da qualche giorno sono alle prese con l'apertura di una partita IVA in "Regime dei Minimi" (D.L. 98/2011), come "Video Maker", al fine di realizzare video, shorts, spot pubblicitari, documentari, ecc... (su commissione e/o in proprio), operando come cameraman e montatore video e, all'occorrenza, anche come regista, attore, scenografo, e simili).
    Per detta attività, l'Agenzia delle Entrate avrebbe individuato il codice 59.11.00 "Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi" (codice confermato, seppure se...
  • Consulente  - Cameram, Video maker, ecc. ecc.
    Salve Gerry,
    il codice dell'Agenzia delle Entrate 59.11.00 potrebbe andar bene. Anche perchè la suddivisione per categoria fa si che ci siano 3 grandi aree, produzione cinematografica, distribuzione cine e attività radiotelevisive.
    A quel codice potrebbe corrispondere l'attività di libero professionista iscrivibile quindi alla gestione separata INPS.
    A quel punto dovrebbe compilare il modello Unico quadro CM e calcolare i contributi INPS sulla differenza tra ricavi e costi.
    Per quanto riguarda l'INAIL, come libero professionista potrebbe anche farne a meno.
  • EMANUELA  - erratto compilazione RR
    Buongiorno

    nel compilare il quadro RR di mio figlio iscritto ai minimi-gest.separata- ho inserito x unico 2012 redditi 2011
    nel RR5 il CM8 ( vale a dire Reddito lordo CM6-CM7 contrib. inps versati)
    e su questo ho calcolato INPS dovuta a saldo e gli acconti ( su imponibile di €.10.784,00
    anzichè € 18.446,00)
    cosa mi consiglia di fare ?
    è MATEMATICO IN FASE DI CONTROLLO CHE SI ACCORGANO ?
    devo rifare e rinviare la dichiarazione e tutti i pagamenti inps x differenza (saldo e acconti)con ravvedimento?
    mi aiuto sono disperata
    la ringrazio anticipatamente
  • Consulente  - Errore nei calcoli dei contributi INPS
    Salve Emanuela,
    Le consiglierei di provvedere a rettificare la dichiarazione e procedere al ricalcolo dei contributi.
    L'errore effettuato purtroppo è chiaro e sarà individuato automaticamente dal sistema.
  • Giovanna  - compilazione modello unico 2013
    Salve, nel frontespizio del modello unico 2013 è richiesto di indicare il domicilio fiscale alla data del 01.01.2012. Io ho aperto la partita iva con il regime dei minimi nel mese di marzo del 2012, per cui a gennaio non avevo ancora un domicilio fiscale.Quella del 2013 è la prima dichiarazione dei redditi da me presentata, non avendo prima mai lavorato. Debbo indicare il mio domicilio fiscale alla data del 01.01.2012, pur non avendo ancora un domicilio fiscale, o debbo lasciare il riquadro in bianco? Vi ringrazio per la Vs. risposta
  • Giovanna  - compilazione modello unico 2013
    Salve, nel frontespizio del modello unico 2013 è richiesto di indicare il domicilio fiscale alla data del 01.01.2012. Io ho aperto la partita iva nel mese di marzo del 2012, per cui a gennaio non avevo ancora un domicilio fiscale.Quella del 2013 è la prima dichiarazione dei redditi da me presentata, non avendo prima mai lavorato. Debbo indicare il mio domicilio fiscale alla data del 01.01.2012, pur non avendo ancora un domicilio fiscale, o debbo lasciare il riquadro in bianco?
  • Consulente  - Domicilio fiscale coincidente con la residenza
    Salve Giovanna,
    nel suo caso il domicilio fiscale coincideva con la residenza.
  • Giovanna  - compilazione modello unico PF 2013
    Sì,il mio domicilio fiscale coincide con la mia residenza. Commetto un errore se nel riquadro afferente al domicilio fiscale, la cui compilazione mi sembra obbligatoria, non metto nulla?
  • Giovanna  - compilazione modello unico PF 2013
    Inoltre, non è sbagliato indicare un domicilio fiscale che si riferisce alla data del 01.01.2012 quando io ho iniziato la mia attività con conseguente apertura di partita iva e indicazione (nel modello di attribuzione della partita iva) del domicilio fiscale nel mese di marzo del 2012?
  • Consulente  - Domicilio fiscale coincidente con redsidenza in as
    Salve Giovanna,
    metta il domicilio fiscale che aveva al 1 gennaio 2012 coincidente con la residenza.
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.