top
logo

Accesso utenti




Home Area Contenzioso-Tributario Problematiche specifiche del contendere IL REDDITOMETRO: STRUMENTO IMPIEGATO CONTRO LA LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE
IL REDDITOMETRO: STRUMENTO IMPIEGATO CONTRO LA LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE PDF Stampa E-mail
Area Contenzioso-Tributario - Problematiche specifiche del contendere
Lunedì 24 Maggio 2010 23:38

 

Il redditometro è uno strumento da sempre utilizzato dall'Amministrazione Finanziaria per contrastare il fenomeno dell'evasione fiscale. Il suo impiego infatti serve ad identificare situazioni anomale dal punto di vista fiscale tenendo conto delle spese effettivamente sostenute dai contribuenti. Tuttavia anche nella versione che debutterà dal prossimo anno, il redditometro non potrà che tener conto delle spese sostenute in passato.
Il concetto che dovrebbe essere alla base del redditometro dovrebbe essere che quanto speso dovrebbe corrispondere a quanto guadagnato. A tutt'oggi invece lo strumento in vigore prende in considerazione la disponibilità dei beni posseduti dal contribuente e la sua capacità di mantenerli utilizzando a volte strumenti irrazionali ed obsoleti. Il fatto che lo strumento possa essere considerato obsoleto si basa sulla considerazione di elementi patrimoniali  (esempio la roulotte), che oggi possono  essere definiti  di fatto di scarsa utilizzazione rispetto all'importanza posseduta negli anni passati. L'irrazionalità è invece insita nel fatto che i controlli sulla spesa siano legati a controlli sul reddito di riferimento dell'anno in cui questa sia stata sostenuta e al massimo  nei quattro anni precedenti, senza considerare in realtà che l'acquisto di taluni beni, detti appunto beni durevoli, quale l'abitazione oppure l'autovettura, potrebbe derivare da risparmi accumulati nel corso di un periodo più ampio. 
Il nuovo redditometro, dovrebbe risolvere queste anomalie. Tra l'altro i nuovi coefficienti dovrebbero essere ricollegati anche al nuovo concetto di famiglia fiscale allargata scaturito dagli sviluppi dei rapporti interpersonali verificatesi  negli ultimi anni. Sotto questo punto di vista infatti si vuol prendere in considerazione l'utilizzatore finale del bene e non solo l'intestatario di questo. Sempre più spesso infatti alcuni beni vengono intestate a persone diverse da chi li utilizza abitualmente. 
Dovrebbe essere implementato anche un nuovo software per verificare la capacità di spesa di un contribuente, una procedura simile a quella degli studi di settore. Tuttavia in questi casi non sarà possibile uniformare il reddito dichiarato al reddito considerato "congruo" dall'amministrazione finanziaria proprio perché rivolgendosi al passato non potranno essere cambiati gli elementi di riferimento. Comunque si attendono ancora sviluppi e aggiustamenti legati alla nuova versione in vigore dal prossimo anno.

 

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.