top
logo

Accesso utenti




Home Area Fiscale e Amministrativa Gestione dell'impianto contabile aziendale F24: COME SI CALCOLA IL LIMITE MASSIMO ANNUALE UTILIZZABILE DEL CREDITO IVA
F24: COME SI CALCOLA IL LIMITE MASSIMO ANNUALE UTILIZZABILE DEL CREDITO IVA PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Gestione dell'impianto contabile aziendale
Giovedì 03 Giugno 2010 10:03

L'Agenzia delle Entrate, con la circolare 29/E del 3 giugno 2010 ha fornito  chiarimenti  in merito alle modalità di compilazione del modello F24 nel caso di utilizzazione del credito IVA per compensare il pagamento di altre imposte. Il primo chiarimento è relativo all'importo massimo utilizzabile del credito IVA. L'art. 10 del D.L. 78/2009 infatti prevede che l'importo massimo del credito IVA annuale e/o trimestrale compensabile  con il modello F24 non può essere superiore ad € 10.000 ed € 15.000. Nel conteggio tuttavia non devono essere considerate le compensazione relative ai pagamenti in acconto e a saldo dell' IVA relativi a periodi precedenti la formazione del credito il cui importo può essere indicato nella dichiarazione IVA annuale (quadro VL). 
Per praticità si riportano i seguenti esempi:
- si rileva un credito IVA derivante da dichiarazione IVA 2009 pari ad € 10.000. Se nel secondo trimestre 2010 si deve pagare l'IVA a debito per € 4.000,00  la compensazione in oggetto, anche se avviene attraverso l'impiego del modello F24 non viene conteggiata nel calcolo del superamento del limite alle compensazioni.
- si rileva nel corso del II trimestre 2010 (aprile - maggio - giugno) un credito IVA pari ad € 10.000 (codice tributo 6032). Se tale credito viene utilizzato per pagare l'IVA a debito del I trimestre 2010 (gennaio - febbraio - marzo) perchè non pagato in precedenza, tale pagamento verrà conteggiato nel calcolo del superamento dei 10.000,00 euro. Se invece sarà utilizzato in compensazione per pagare l'IVA a debito del III trimestre 2010 (luglio - agosto - settembre), tale compensazione non verrà conteggiata nel calcolo del limite degli € 10.000,00.

 

 

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.