top
logo

Accesso utenti




Home Area Fiscale e Amministrativa Amministrazione, Organizzazione e Controllo REGIME DEI MINIMI E QUADRO CM: LE NOVITA' DEL 2010
REGIME DEI MINIMI E QUADRO CM: LE NOVITA' DEL 2010 PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Amministrazione, Organizzazione e Controllo
Mercoledì 09 Giugno 2010 17:34

 

Si avvicina la scadenza del pagamento delle imposte e per i contribuenti  appartenenti al regime dei minimi ci sono novità in materia di compilazione del quadro CM.
La prima novità assoluta riguarda l'indicazione della tipologia di reddito conseguito. Bisognerà infatti specificare se il reddito prodotto dall'impresa  derivi o meno  da attività familiare (è stata prevista un'apposita casella da barrare in caso di impresa familiare barrando presente nella sezione Determinazione del reddito). In caso di attività familiare, sarà infatti l'imprenditore aderente al regime dei minimi che pagherà l'imposta sostitutiva del 20% sull'intero reddito conseguito con l'ausilio dei collaboratori familiari.

Altra novità del quadro CM riguarda la Tremonti-ter. La Tremonti- ter ha introdotto delle agevolazioni in materia di investimenti legati agli acquisti di nuovi macchinari ed attrezzature, avvenuti tra il primo luglio 2009 ed il 30 giugno 2010 nei  settori compresi nella divisione 28 della tabella ATECOFIN 2007. Tale agevolazione è prevista anche per coloro che, appartenendo a tale categoria, rientrano nei regimi dei minimi.  Per tali contribuenti è stata prevista una deduzione dal reddito d’impresa del 50% del valore degli acquisti effettuati. L'importo dell'agevolazione (appunto il 50% del totale degli investimenti sostenuti fino al 31 dicembre 2009), dovrà essere riportato nella colonna 1 del quadro CM rigo 5 e riguarderà esclusivamente la determinazione del saldo delle imposte. Dovrà invece essere escluso nel procedimento di determinazione degli acconti.

Nel Quadro CM sono stati poi inseriti il rigo 15 ed il rigo 16 da compilare da coloro che lo scorso anno (2009) hanno registrato un'eccedenza d'imposta non richiesta a rimborso. A titolo informativo, l'importo del rigo 15 dovrà coincidere con quanto riportato nel quadro RX17 colonna 4 dell'unico 2009. Nel rigo 16 invece bisognerà indicherà il credito utilizzato in compensazione esposto nel modello F24 con il codice tributo 1800.

I contribuenti che poi nel corso del 2009, non avevano usufruito della detrazione del 20% prevista dal D.L. 168/2009 sul calcolo del II acconto pagato lo scorso 30 novembre ma  successivamente avevano usufruito di tale credito per compensare il pagamento di  altri tributi con il  modello F24, dovranno esprime tale utilizzo  nella colonna 2 del rigo 17.

Ultima novità, ma non per importanza, riguarda l'introduzione nel quadro CM del rigo 22 e del rigo 23.
Il rigo 22  riporterà rispettivamente le eventuali perdite non compensate, conseguite dai contribuenti minimi nel corso del 2008 (rigo 22 colonna 1) e nel 2009 (rigo 22 colonna 2).
Il rigo 23 invece riporterà le perdite residue non compensate nell'anno e ribaltabili illimitatamente negli anni futuri distinguendo tuttavia tra quelle relative all'anno in corso (da indicarsi in colonna 1) e quelle formatesi nei periodi precedenti.

 

Commenti (10)
  • EMILIO FARIGU  - Credito nel quadro CM
    Per favore, ho questo dubbio:
    professionista legge 244/2007, comma 100:
    rigo CM6: -443
    rigo CM13: 112(ritenuta d'acconto)
    rigo CM14: -112
    rigo CM15: 190 (credito 2009 CM19)
    rigo CM19: 302

    compilo il quadro RX:
    rigo RX14: 302

    Ora nel riepilogo del quadro RN
    (lo compilo perchè devo indicare la deduzione della prima casa)
    al rigo RN42 cosa indico ?
    direi nulla perchè dovrei ripetere il credito del quadro CM19.
    Giusto?

    Allora posso evitare di compilare il quadro RN (visto che il rigo RN1 è negativo, perciò è inutile anche compilare il rigo RN2).
    Se lo compilo non devo indicare il credito al rigo RN42, e mi fermo al rigo RN4 a zero.

    Spero di aver espresso chiaramente il mio pensiero. Grazie per l'attenzione e saluti distinti. Emilio Farigu
  • Il Consulente  - Redditi da contribuenti minimi
    Salve sig. Farigu
    I redditi dichiarati nel quadro CM non vanno riportati nel quadro Rn poichè assoggettati ad imposta sostitutiva
  • Cristian  - Quadri CM22 CM 23
    Buongiorno,
    ho questa situazione. Contribuente minimo
    Perdita 2009 € 1964
    Perdita 2010 € 4118
    Qual'è la corretta compilazione dei righi CM22 e CM23
  • Consulente
    Deve mettere le perdite del 2009 tra quelle pregresse
  • Mik  - CM 7 - contributi versati
    Salve

    Mi rimane un dubbio sul quadro CM 7

    devo indicare tutti i contributi : contributi per l'anno + acconto
    o solo i contributi per l'anno (contributi gestione separata non casse)

    secondo il principio di cassa avendoli pagati entrambi nel 2010 li dovrei considerare entrambi



    Grazie!

    Volevo ringraziare chi come lei da una risposta in special modo ai contribuenti minimi...siamo in una condizione veramente triste sotto molteplici aspetti.
  • Consulente  - Contributi Inps
    Salve Mik
    i contributi seguono il principio di cassa. Di conseguenza tutto ciò che è stato pagato nel 2010 anche a titolo d'acconto 2011 deve essere inserito nel quadro CM rigo 7

    P.s.
    Grazie per i ringraziamenti
  • Anonimo
    sono una dipendente dello IACP e le espongo il seguente quesito: per il calcolo del canone di locazione degli alloggi di e.r.p.devo tener conto, così come detta la legge regionale, del "reddito complessivo"; nel caso in cui l'utente abbia il reddito con regime dei minimi, di quale rigo del quadro CM devo tener conto? La ringrazio
  • Anonimo
    per il calcolo del canone di locazione degli alloggi di e.r.p.devo tener conto, così come detta la legge regionale, del "reddito complessivo"; nel caso in cui l'utente abbia il reddito con regime dei minimi, di quale rigo del quadro CM devo tener conto? La ringrazio
  • Consulente  - Reddito complessivo disponibile
    Salve Anonimo per il calcolo del canone di locazione il reddito da dichiarare è il reddito netto.
  • Paolo  - F. 24 per compensare un rimborso
    Salve nel 2011 ho chiusu la partita di redditi autonomo.
    Nel Mod. Unico/2012 mi è scaturito un credito derivante dal Quadro RX14 col 4 di 158 euro.
    Quest'anno presento Mod. 730/2013.
    Per avere quel rimborso mi hanno suggerito di Presentare un Mod. F. 24 a Zero effettuando un acconto IRPEF e compensandolo con l'imposta.
    Potrei avere un aiuto sulla compilazione del Mod. F. 24 con i codici tributo?
    Grazie
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.