top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Ambiente e Fisco Bilancio e Sostenibilità Economica IL CONTO ENERGIA 2011 E L'ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI
IL CONTO ENERGIA 2011 E L'ACCESSO ALLE TARIFFE INCENTIVANTI PDF Stampa E-mail
Area Sviluppo Sostenibile ed Ambiente - Bilancio e Sostenibilità Economica
Venerdì 15 Ottobre 2010 19:03

Nel mese di luglio 2010, la Conferenza Unificata Stato-Regioni ha approvato il nuovo decreto attuativo con validità triennale 2011 - 2013 relativo al Conto Energia.
Il Conto Energia costituisce un incentivo dedicato a coloro che decidono di dotarsi di impianti fotovoltaici per la produzione dell'energia elettrica ed è stato introdotto dal Decreto Ministeriale del 28 Luglio 2005 approvato dall'ex Ministero delle Attività Produttive. Tuttavia a causa della presenza di alcuni limiti legati alla difficoltà dell'elaborazione delle domande, all'accessibilità ai finanziamenti a fondo perduto, al tempo necessario per stilare le graduatorie e per ottenere il via libera ai lavori, tale forma di incentivo non riusci e non ancora non è riuscita a decollare come sperato.   
Tecnicamente si può dire che la produzione dell'Energia elettrica tramite la costruzioni di impianti fotovoltaici privati finanziati dallo Stato ha iniziato a decollare a partire dal 2007 con l'introduzione  di importanti modifiche apportate dalla Delibera 90/2007 dell'AEEG tra le quali quella dell'introduzione del sistema delle tariffe incentivanti. Il sistema della tariffe incentivanti permette di scegliere se produrre l'energia per consumo proprio o per venderla parzialmente o totalmente alla rete di distribuzione a seconda della convenienza economica di chi decide dotarsi dell'impianto, dalla grandezza dell'impianto, la tipologia dell'impianto installato e via dicendo.
L'appartenenza ad una o ad'altra tariffa viene decisa appunto dall'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas secondo quanto stabilito nelle diverse delibere approvate nel 2007  88 - 89 e 90 che hanno definito le regole e le procedure per essere ammessi al regime di produzione di energia con impianti fotovoltaici. In linea di massima le tariffe più elevate sono riconosciute agli impianti domestici architettonicamente integrati nelle case private fino ad una potenza massima di 3 kW.    
Le tariffe, previste nel Conto Energia 2011 avranno un'oscillazione tra i 0,30 e i 0,40 cent a Kwh per un periodo garantito di 20 anni e una riduzione di tali tariffe per una diminuzione totale del 18% in 3 anni. 
Per poter accedere ai finanziamenti statali applicati tramite le tariffe incentivanti è necessario:
- presentare il progetto preliminare dell'impianto al Gestore di rete per richiederne la connessione;
- dichiarare lo scopo della costruzione dell'impianto precisando se si vuol decidere di vendere l'energia prodotta nei periodi di sovrapproduzione ed acquistare in periodi di produzione inferiore ai consumi;
- comunicare la fine dei lavori al Gestore di rete da parte del soggetto responsabile facendo pervenire entro 60 giorni al gestore stesso la richiesta di concessione della tariffa incentivante che poi avrà valore nei successivi 20 anni.
Per facilitare la presentazione delle pratiche è stata istituita un'area dedicata sul sito del GSE ossia http://www.gse.it attraverso il quale è possibile presentare la documentazione necessaria all'attivazione del servizio.
E' bene sottolineare che al fine della tutela paesaggistica ambientale del Bel Paese, il Governo ha attribuito alle Regioni il potere di decidere sulla possibile fattibilità del progetto ai fini ambientali.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti

Copyright © 2019 Gruppo Antonacci: il tuo commercialista telematico!. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.