top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Lavoro Conulenze diritto del lavoro BONUS OCCUPAZIONALI LEGATI ALLA NORMATIVA SULLA SICUREZZA
Offerta Cedolini Colf 2016

Dall'1 al 10 dicembre 2016 ai primi 50 che utilizzeranno il servizio "elaborazioni Cedolini colf light", verrá applicata la tariffa agevolata.

12 Cedolini paga da gennaio a dicembre 2016

certificazione compensi

invio mav trimestrali compilati secondo le ore retribuite inclusa cassa colf

calendario da compilare

tutto inviato via mail

compenso richiesto € 90,00 + CNPA  4% + IVA 22% =  € 100,00

E'' sufficiente inviare una mail a info@gruppoantonacci.it scrivendo "ADERISCO AL SERVIZIO PAGHE COLF LIGHT"  ed indicando il vostro nome ed il vostro cognome.


 



BONUS OCCUPAZIONALI LEGATI ALLA NORMATIVA SULLA SICUREZZA PDF Stampa E-mail
Area Lavoro - Conulenze diritto del lavoro
Lunedì 25 Ottobre 2010 06:27

Le norme sulla sicurezza sul lavoro costituiscono un elemento fondamentale per l'ottenimento e la conservazione del “bonus occupazione”.  Con tale motivazione la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso di uno studio legale rivoltosi alla Corte Suprema, in quanto si è  visto annullare il credito d'imposta legato all'incremento occupazionale previsto dall'art. 7 L. 388/2000.
Lo studio legale sosteneva che la documentazione inerente la concessione del bonus non fosse sostanzialmente legata alla normativa sulla sicurezza. 
In realtà la Corte di Cassazione esaminando l'art.7 della L. 388/2000 ed in particolare il comma 5 rilevava come condizione necessaria il rispetto dell'ex D.Lgs. 626/94 e successive integrazioni inerenti proprio il rispetto delle condizioni di sicurezza nei posti di lavoro. Il D.Lgs 626/94 già in quel periodo infatti riteneva obbligatorio  per il datore di lavoro compilare o comunque autocertificare una sorta di valutazione dei rischi inerenti lo svolgimento dell'attività e gli eventuali obblighi previsti al suo interno per cercare di ridurre il loro impatto sui dipendenti (almento per le imprese fino a 10 addetti) ed inviare il tutto ad un responsabile della sicurezza.
Nel caso in esame lo studio legale  non è riuscito a presentare all'Amministrazione Finanziaria i documenti richiesti e quindi la Corte di Cassazione, ha ritenuto corretto il comportamento dell’Agenzia delle Entrate che ha contestato la spettanza del credito d’imposta.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.