top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Lavoro Conulenze diritto del lavoro TFR E FONDO DI GARANZIA AGGREDIBILI DAI CREDITORI DEL LAVORATORE
TFR E FONDO DI GARANZIA AGGREDIBILI DAI CREDITORI DEL LAVORATORE PDF Stampa E-mail
Area Lavoro - Conulenze diritto del lavoro
Mercoledì 03 Novembre 2010 01:19

Lo scorso 13 ottobre 2010 la  Corte di Cassazione, con sentenza n° 21143, ha stabilito che i cessionari a titolo oneroso del credito del lavoratore, possono accedere sia al TFR che al Fondo di Garanzia istituito dall'Inps a favore dei dipendenti.
Con tale sentenza quindi la Corte di Cassazione ha voluto sottolineare che in presenza di un debito contratto da un lavoratore, il creditore potrà rifarsi sul TFR accantonato dal lavoratore ed eventuali retribuzioni arretrate 
accedendo anche al  Fondo di garanzia istituito presso l’INPS ai sensi dell’articolo 2 del DLgs. n. 80 del 1992.
La sentenza emanata dalla Corte di Cassazione ha basato la Sua decisione sulla considerazione che il Fondo di Garanzia non ha solo natura previdenziale ma anche retributiva mettendo in evidenza come il trattamento erogato dall’INPS non abbia solo natura previdenziale, ma anche retributiva, tanto da riconoscere sia la rivalutazione del capitale accumulato che gli interessi e quindi per questo  soggetta ai principi in materia di accollo secondo i dettami dell'art. 1273 del Codice Civile.
La Corte di Cassazione ha quindi ritenuto illeggitima la definizione secondo la quale il TFR dovrebbe essere considerato un elemento stretamnte personale del lavoratore o degli aventi diritto in caso di decesso del lavoratore.  

Commenti (2)
  • Anna Volino  - TFR e Fondo di garanzia
    Buona sera,
    mi chiamo Volino Anna ed ho lavorato per 22 anni alle dipendenze di un Notaio a Napoli ,regolarmente retribuita e con i contributi a posto. Svolgevo attività part-time.
    A giugno 2010, a causa dell'aggravarsi delle mie condizioni di salute , già invalida all' 80%,
    ho dovuto lasciare il lavoro e godo da Luglio 2010 della pensione di inabilità di 538 euro mensili.

    Purtroppo anche il mio datore di lavoro si è ammalato e nonostante il nostro Consulente del lavoro avesse comunicato il calcolo del mio TFR (15.200 euro circa), esso non è stato riscosso e,malauguratamente, il Notaio è deceduto pochi giorni fa.

    La mia attuale condizione è davvero precaria e non so come posso far valere i miei diritti e verso chi visto che lo studio notarile non avrà continuità ma ho sentito parlare di un Fondo di garanzia.

    Sono anche in godimento della Legge 104/92 art. 3 ma per la quale , in tutti questi anni, non ho mai chiesto di usufruire dei vantaggi da essa previsti.

    Vi ringrazio della V...
  • Anna Volino  - TFR e Fondo di garanzia
    Buona sera,
    mi chiamo Volino Anna ed ho lavorato per 22 anni alle dipendenze di un Notaio a Napoli ,regolarmente retribuita e con i contributi a posto. Svolgevo attività part-time.
    A giugno 2010, a causa dell'aggravarsi delle mie condizioni di salute , già invalida all' 80%,
    ho dovuto lasciare il lavoro e godo da Luglio 2010 della pensione di inabilità di 538 euro mensili.

    Purtroppo anche il mio datore di lavoro si è ammalato e nonostante il nostro Consulente del lavoro avesse comunicato il calcolo del mio TFR (15.200 euro circa), esso non è stato riscosso e,malauguratamente, il Notaio è deceduto pochi giorni fa.

    La mia attuale condizione è davvero precaria e non so come posso far valere i miei diritti e verso chi visto che lo studio notarile non avrà continuità ma ho sentito parlare di un Fondo di garanzia.

    Sono anche in godimento della Legge 104/92 art. 3 ma per la quale , in tutti questi anni, non ho mai chiesto di usufruire dei vantaggi da essa previsti.

    Vi ringrazio della V...
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.