top
logo

Accesso utenti




Home Tributi locali Consulenza sulla fiscalità tributaria 16 DICEMBRE: PAGAMENTO DEL SALDO ICI 2010
16 DICEMBRE: PAGAMENTO DEL SALDO ICI 2010 PDF Stampa E-mail
Tributi locali - Consulenza sulla fiscalità tributaria
Martedì 07 Dicembre 2010 03:19

Il prossimo 16 dicembre 2010 scade il termine per il pagamento del secondo acconto ICI.
L'ICI, l'imposta Comunale sugli Immobili viene pagata annualmente dal contribuente proprietario, usufruttuario o comunque possessore del diritto di uso. Il suo importo viene ottenuto moltiplicando la base imponibile per un'aliquota fissa, stabilita, mediante delibere Comunali,  dal Comune in cui è dislocato l'immobile tenendo conto del range definito dal legislatore che prevede un'oscillazione dell'aliquota tra il 4 ed il 7 per mille.
Per quanto concerne il calcolo dell'ICI, l'elemento più importante è la definizione della base imponibile. La base imponibile diverge a seconda della categoria catastale .
Il calcolo è piuttosto semplice. Si considera la rendita catastale dell'immobile, la si aumenta di un 5%, al fine di ottenere la rendita rivalutata, dopodichè tale valore viene moltiplicato per un coefficente diverso a seconda della categoria catastale:
-  «A» e «C» (esclusi «A/10» e «C/1»): coefficiente 100;
-  «D» e «A/10»: coefficiente 50;
-  «B»: coefficiente 140;
-  «C/1»: coefficiente 34.
Se il fabbricato è oivo di rendita, ovvero classificato nella categoria "D" la base imponibile viene data dalla somma di tutti i costi di acquisto ed incrementativi sostenuti nel tempo relativamente a tale fabbricato moltiplicata per un coefficiente di rivalutazione definito ogni anno con decreto ministeriale.

Se invece di fabbricati, si parla di aree fabbricabili, la base imponibile da considerare è il valore venale dell'area stessa che può dipendere dagli indici di mercato della zona in cui si trova l'area.
Per i terreni agricoli si considera come base imponibile la il reddito dominicale, rivalutato del 25% e moltiplicato per 75.

E' importante segnalare che tali informazioni riguardano i casi generali di applicazione dell'aliquota ici, che può variare per la presenza di esenzioni, detrazioni e riduzioni previste ed adottate dai Comuni. Si consideri ad esempio l'esenzione del pagamento ici sulla prima casa. In merito alle applicazioni di tali riduzioni si consiglia di consultare le delibere comunali anche online.

Infine si riportano i codici tributo utilizzabili al fine della compilazione del modello F24 da inserire nella parte dedicata ai versamenti ad enti locali, nel quale va indicato il comune di riferimento di ubicazione dell'immobile per cui si versa l'imposta. I codici sono:
- 3901: Ici relativa all’abitazione principale;
- 3902: Ici relativa ai terreni agricoli;
- 3903: Ici relativa alle aree fabbricabili;
- 3904: Ici relativa ad altri fabbricati.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.