top
logo

Accesso utenti




CHIUSURA DI BILANCIO: I RISCONTI PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Amministrazione, Organizzazione e Controllo
Giovedì 09 Dicembre 2010 04:44

Come avvenuto in precendenza per la descrizione delle operazioni di integrazione, ed in particolare dei ratei, in questo articolo si cercherà di dare una spiegazione alle operazioni di rettifica ed in particolare dei risconti, per permettere a tutti coloro che operano secondo il regime di competenza, di evitare di considerare parte integrante dell'esercizio in corso, quote di costo e di ricavo di competenza futura.
I risconti possono essere considerati come l'operazione inversa ai ratei. Con tale meccanisco infatti si cerca di rimandare agli esercizi futuri, dei costi (risconti attivi) e dei ricavi (risconti passivi) sostenute monetariamente (ovvero realmente contabilizzati) nel periodo d'esercizio in corso, che in realtà competono ad esercizi futuri.
Fanno parte delle scritture di rettifica anche le rimanenze di magazzino, ma queste verrano considerate in un altro articolo a causa della loro diversa e complessa spiegazione.
I risconti rappresentano quote di costo e/o di ricavo che si sono manifestati nell'esercizio in corso ma che sono da considerarsi di competenza futura.
In questo caso quindi il risconto viene impiegato per andare a ridurre quella parte di costo (risconto attivo) o quella parte di ricavo (risconto passivo),  contabilizzato  nell'esercizio in corso  ma che dovrà essere rinviato al futuro.
Con i risconti attivi si rinviano quote di costo agli esercizi futuri. Ne sono un esempio per eccellenza i premi assicurativi pagati in anticipo. In questo caso la scrittura di rettifica contabile dovrà stornare quella parte di costo sostenuta in più e sarà:

                                                         ------------------------------------------------ 31/12 ----------------------------------------------------------------
                                                          RISCONTO ATTIVO                       A        PREMI ASSICURATIVI PASSIVI ANTICIPATI
                                                         ------------------------------------------------          ----------------------------------------------------------------

Con i risconti passivi si riducono, sempre secondo il principio di competenza, i ricavi.  Un esempio di risconto passivo può essere costituito dal canone di locazione attivo incassato e contabilizzato anticipatamente rispetto al periodo di maturazione. L'operazione in questi casi da compiere per epurare il bilancio,  è quella di stornare le componenti attive attraverso il risconto passivo e la riduzione del ricavo. La scrittura di rettifica da operare al 31 dicembre sarà quindi:

                                                         ------------------------------------------------------------   31/12 ------------------------------------------------
                                                           CANONI DI LOCAZIONE ATTIVI ANTICIPATI    A            RISCONTI PASSIVI
                                                         ------------------------------------------------------------          ---------------------------------------------------

 

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.