top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Contenzioso-Tributario Problematiche specifiche del contendere 31 MARZO 2011: ULTIMO TERMINE PER LA COMUNICAZIONE DELLE SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTENUTE NEL 2010 MA PREVISTE NEL 2009
31 MARZO 2011: ULTIMO TERMINE PER LA COMUNICAZIONE DELLE SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTENUTE NEL 2010 MA PREVISTE NEL 2009 PDF Stampa E-mail
Area Contenzioso-Tributario - Problematiche specifiche del contendere
Martedì 22 Marzo 2011 21:28

Entro il prossimo 31 Marzo 2011 i contribuenti  che vorrano usufruire delle detrazione delle spese relative agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti (L.296/2006) che si sono  protratte oltre il 2009 e fino al 31 dicembre 2010, dovranno presentare  la relativa domanda in forma telematica all'Agenzia delle Entrate. 
Naturalmente quando si parla di detrazione ci si riferisce alla detrazione del 55% ai fini IRPEF o IRES di quelle spese che pur essendo state previste per il 2009, in realtà si sono protratte anche nel 2010.
La comunicazione invece non va inviata se le spese di riqualificazione sono state sostenute totalmente nel 2010, ovvero le spese previste per gli interventi di riqualificazione sono stati totalmente sostenuti nel corso del 2010.
I soggetti che potranno beneficiare della detrazione del 55% sono:
- persone fisiche;
- enti e soggetti previsti dall'art. 5 del TUIR;
- i titolari dell reddito d'impreso.
Le spese di riqualificazione energetica riguarda appunto le spese sostenute su immobili già esistenti appartenenti a qualsiasi categoria catastale.
Nel caso in cui le spese sono state sostenute da più soggetti, come ad esempio può avvenire per un condominio, la domanda dovrà essere presentata da un unico soggetto e la detrazione poi andrà ripartita secondo le quote millesimali.
Si potrà inviare la comunicazione soltanto telematicamente  tramite i propri codici di accesso a fisconline oppure tramite l'ausilio di soggetti abilitati quali centri CAF, esperti contabili, associazioni di categoria, consulente del lavoro, commercialisti e via dicendo.
Il mancato invio della comunicazione non comporterà la perdita della detrazione del 55%, come precisato dall'Agenzia delle Entrate nella circolare 21/2010 ma la possibile sanzione da € 258,00 d € 2.065,00 ai sensi dell'art. 11 del D.Lgs  471/97.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.