top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


DECRETO ANTICRISI PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Gestione dell'impianto contabile aziendale
Sabato 07 Febbraio 2009 09:23

Il cosidetto Decreto legge n° 185  approvato il 29 Novembre 2008, ha previsto una serie di misure urgenti a favore delle famiglie, lavoro ed imprese. Le principali modifiche riguardano:

Art. 1 - Bonus straordinario a sostegno delle famiglie a basso reddito  Per i soggetti residenti nel territorio italiano, componenti di un unico  nucleo familiare a basso reddito il cui reddito complessivo  derivi da redditi da lavoro dipendente o assimilati, da redditi di  pensione,  da alcuni redditi diversi e da redditi fondiari fino ad un importo massimo di € 2.500,00, è previsto un bonus da € 200,00 a € 1.000,00, per il solo anno 2009. Il Bonus verrà erogato a quelle famiglie che nel rispetto di determinati requisiti, presenteranno entro il 31.1.2009  una richiesta su apposita modulistica,  ai sostituti d'imposta o enti pensionistici, i quali, dopo aver verificato l'esistenza dei requisiti, provvederanno a determinare ed  erogare il bonus spettante  rispettivamente nei mesi di febbraio e marzo 2009. 

Art. 2 - Mutui prima casa Per i mutui a tasso variabile  sottoscritti o rinegoziati entro il 31.10.2008 da persone fisiche concernenti l'acquisto, la costruzione e la ristrutturazione prima casa (escluse le categorie A1, A8 e A9), il calcolo delle ratevariabili  relative al solo anno 2009, deve avvenire applicando il tasso di interesse pari al maggiore tra il 4% senza spread e senza spese di qualunque tipo e il tasso d'interesse contrattuale definito in sede di sottoscrizione del mutuo.

 

Art. 5 - Proroga detassazione premi di produzione  E' stato prorogato al 31.12.2009 il termine per l'applicazione dell'imposta sostituti

 va del 10% sui premi di produzione in vigore dal  01.07.2008 con scadenza al  31.12.2008 previsto dal D.L. 93/2008 convertito in legge con modifica apportata dalla L. 126/2008. Il decreto anticrisi ha modificato inoltre, sia  l'importo dei premi detassabili, che è passato nel 2009  da € 3.000,00 a € 6.000,00, sia  il reddito annuo  di riferimento conseguito nel solo settore privato dai lavoratori dipendenti  che  è passato da un importo non inferiore a  € 30.000,00 ad un importo non inferiore a  € 35.000,00. La proroga non è stata confermata per la detassazione degli straordinari. 

Art. 6 - Deduzione dell'IRAP ai fini del calcolo delle imposte dirette  Per il calcolo dell'Ires e dell'Irpef è prevista una deduzione pari al 10% dell'importo dell'irap calcolata forfettariamente sulla quota imponibile degli interessi passivi e degli oneri finanziari al netto degli interessi e proventi assimilati attivi  e sulle spese sostenute per il lavoro dipendente e assimilato al netto delle inerenti deduzioni

Art. 7 - IVA ad esigibilità differita. Per il triennio 2009 - 2011, è previsto, previa  emissione di uno specifico decreto  attuativo del Ministero dell'Economia  subordinato ad autorizzazione comunitaria, il versamento dell'IVA all'atto dell'incasso del corrispettivo e comunque non oltre un'anno del mancato incasso del corrispettivo stesso,  anche nel caso di cessione beni e prestazioni di servizi nei confronti di committenti che esercitano alcune attività di impresa, arti e professioni.

Art. 8 - Revisione degli Studi di settore. Verranno rivisti con apposito D.M.  gli studi di settori  relativi ad alcuni settori produttivi ed aree territoriali a seguito della grave crisi economica e dei mercati

 

Art. 16 - Ravvedimento operoso L'art. 16 ha modificato il disposto dell'art.13 del D.Lgs 472/97 definendo la riduzione delle sanzioni da applicarsi in caso di ravvedimento operoso da parte del contribuente. Se in versamento avviene entro i 30 giorni successivi alla scadenza del tributo, la sanzione passa da 1/8 ad 1/12 del minimo. Se invece il ravvedimento viene eseguito entro il termine di presentazione  della dichiarazione riferita all'anno di mancato versamento del tributo, la sanzione passa da 1/5 ad 1/10 del minimo. Se il ravvedimento riguarda la presentazione entro 90 giorni dalla scadenza del termine dell'omessa dicharazione, la sanzione passa da 1/8 ad 1/12 del minimo. 

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.