top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Contenzioso-Tributario Problematiche specifiche del contendere LITI PENDENTI: APPROVATO DALL'AGENZIA DELLE ENTRATE IL MODELLO PER LA CHIUSURA DELLE LITI PENDENTI PER IMPORTI INFERIORI AD € 20.000,00
LITI PENDENTI: APPROVATO DALL'AGENZIA DELLE ENTRATE IL MODELLO PER LA CHIUSURA DELLE LITI PENDENTI PER IMPORTI INFERIORI AD € 20.000,00 PDF Stampa E-mail
Area Contenzioso-Tributario - Problematiche specifiche del contendere
Mercoledì 14 Settembre 2011 02:53

Con Provvedimento 119854 pubblicato nella giornata di ieri, 13 settembre 2011, l'Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello per la "definizione delle liti" sulla base del disposto dell'articolo 39, c.12, del D.L. 98/2011.
Con tale modello l''Agenzia delle Entrate ha introdotto quello che viene definito errore scusabile, ovvero l'errore legato ad errati calcoli eseguiti dal contribuente per i quali l'Agenzia si limiterà a richiedere la differenza d'imposta o dell'erroneo versamento di sanzione e gli interessi senza le eventuali sanzioni aggiuntive. Il modello potrà essere utilizzato da quei contribuenti che prima del 1° Maggio 2011 avevano presentato ricorsi presso le Commissioni Tributarie o Ordinarie purchè l'importo errato oggetto della lite non ecceda gli € 20.000,00.
Il contribuente che deciderà di utilizzare questa nuova procedura per chiudere la lite, dovrà versare entro il 30 novembre 2011 quanto richiesto dall'Agenzia,  utilizzando il modello F24 ed indicando come codice tributo il codice 8082. Inoltre il contribuente  non potrà utilizzare eventuali crediti in compensazione.
Il contribuente interessato da più liti dovrà compilare tanti moduli quante sono le liti in corso e la domanda dovrà essere inviata  telematicamente dagli intermediari abilitati oppure presentata presso gli sportelli della Della Direzione Provinciale delle Entrate. La domanda dovrà essere presentata entro il 2 aprile 2012.
Come anticipato la chiusura della lite dovrà considerare solo la differenza di calcolo per i quali l'Agenzia farà pagare:
- un importo di € 150,00 per la chiusura di liti pendenti per importi non superiori ad € 2.000,00
- un importo pari al 10% del valore della lite per liti di importi compresi tre gli € 2.000,00 e gli € 20.000,00 se a "perdere" nell'ultima pronuncia giudiziale sia l'Agenzia delle Entrate; 
- un importo pari al 50% del valore della lite per liti di importi compresi tre gli € 2.000,00 e gli € 20.000,00 se a "perdere" nell'ultima pronuncia giudiziale sia il contribuente; 
- un importo pari al 30% del valore della lite per liti di importi compresi tre gli € 2.000,00 e gli € 20.000,00 se non è stato emesso ancora nessun giudizio definitivo a favore dei soggetti della lite.
La definizione delle liti pendenti non riguarda tuttavia ne le liti legate a condoni precedenti, ne a quelle collegate all'omesso versamento del tributo. Inoltre non potrà essere impiegata per gli irrori inferiori ad e 150,00.

 

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.