top
logo

Accesso utenti




Home Area Lavoro Elaborazione paghe IL CALCOLO DELLA DETRAZIONE PER I FIGLI
Offerta Cedolini Colf 2016

Dall'1 al 10 dicembre 2016 ai primi 50 che utilizzeranno il servizio "elaborazioni Cedolini colf light", verrá applicata la tariffa agevolata.

12 Cedolini paga da gennaio a dicembre 2016

certificazione compensi

invio mav trimestrali compilati secondo le ore retribuite inclusa cassa colf

calendario da compilare

tutto inviato via mail

compenso richiesto € 90,00 + CNPA  4% + IVA 22% =  € 100,00

E'' sufficiente inviare una mail a info@gruppoantonacci.it scrivendo "ADERISCO AL SERVIZIO PAGHE COLF LIGHT"  ed indicando il vostro nome ed il vostro cognome.


 



IL CALCOLO DELLA DETRAZIONE PER I FIGLI PDF Stampa E-mail
Area Lavoro - Elaborazione paghe
Lunedì 07 Novembre 2011 12:07

Il prossimo 31 dicembre 2011 nelle buste paga dei dipendenti sarà eseguito il conguaglio fiscale di fine anno al fine di determinare il corretto prelievo fiscale calcolato non più sul reddito presunto, come avviene in corso d'anno, ma sul reddito conseguito effettivamente dal dipendente al 31 dicembre 2011.
Sotto questo aspetto, hanno una rilevante importanza le detrazioni fiscali, sia per lavoro dipendente che per i familiari a carico. In questo contesto si cerca di spiegare il "funzionamento" della detrazione per i figli a carico.
Il primo punto da considerare è che l'importo delle detrazioni spettanti per i figli a carico, varia in funzione:
- del reddito percepito dal contribuente;
- dal numero dei figli e dalla presenza o meno tra questi di bimbi con età inferiore  a 3 anni;
- dalla presenza tra i figli di portatori di handicap.
- dalla situazione del nucleo familiare coniugi conviventi, separati, divorziati.

IL CALCOLO DELLA DETRAZIONE
 
L'importo massimo teorico spettante per ciascun figlio è di € 800,00 + € 100,00 se con età inferiore a 3 anni + € 220,00 se portatore di handicap. Se poi il contribuente ha più di 3 figli la detrazione spettante sarà aumentata di € 200,00 per tutti i figli a partire dal primo figlio.
La suddetta detrazione varia poi in funzione del numero dei figli. Il coefficente da calcolare infatti è diverso all'aumentare del numero dei figli. Il  coefficente di "detrazione teorica"  si ottiene:
- nel caso  di un solo figlio:  (95.000,00 - Reddito complessivo del nucle familiare) : 95.000,00  
- nel caso di più figli si aggiungono ai 95.000,00, 15.000,00 per ogni figlio in più (escluso naturalmente il primo)  ovvero [95.000,00 + 15.000,00 x (numero figli - 1) - Reddito complessivo] / [ 95.000 + 15.000 x (numero figli - 1)].
Il risultato di tale formule darà luogo al coefficente da applicare alla detrazione teorica massima e tale detrazione sarà nulla se tale coefficente sarà negativo o uguale a zero oppure uguale ad uno.
E' importante sottolineare che il coefficiente ottenuto sarà applicato a tutti i figli, incluso il primo (per maggiori informazioni si può leggere la circolare dell'Agenzia dele Entrate 15/E/2007.
Prima di procedere con degli esempi è importante considerare lo status familiare. In caso di mancanza del coniuge (decesso, separazione, divorzio) salvo accordi diversi quale affidamento congiunto dei figli tra genitori separati al 50%,  al coniuge affidatario spetta il diritto di detrazione dei propri figli al 100% ed al primo figlio può essere applicata la detrazione che si applica normalmente per il coniuge a carico, se quest'ultima risulta essere più conveniente. In tutti gli altri casi la detrazione per i figli a carico deve essere ripartita al 50% salvo il caso in cui il coniuge che percepisce un reddito più basso, non rinunci ad usufruire della sua quota di spettanza a favore dell'altro coniuge che ha un reddito più elevato.
ESEMPI:
- Nucleo familiare composto da 4 persone con 2 figli a carico di cui 1 con età inferiore a 3 anni. Reddito annuo del nucleo familiare € 50.000,00.
La detrazione massima annua spettante è data da € 1.700,00 ovvero € 800,00 per un figlio ed € 900,00 per il figlio con età inferiore a 3 anni.
La detrazione effettiva annua sarà data da: (800 + 900) x [95.000 + (15.000 x 1) - 50.000] / [ 95.000 + (15.000 x 1)]
1.700 * 0,5454 = € 927,28.
- Nucleo familiare composto da 6 persone con 4 figli a carico di cui 1 con età inferiore a 3 anni. Reddito annuo del nucleo familiare € 50.000,00 
La detrazione massima annua spettante è data da € 4.100,00 ovvero € 1.000, + 1.000,00 + 1.000,00 + 1.100,00 (figlio con età inferiore a 3 anni).
La detrazione effettiva annua sarà data da: € 4.100,00 x [95.000 + (15.000 x 4-1) - 50.000] / [ 95.000 + (15.000 x 4-1)]
4.100 * 0,6428 = € 2.635,00.

Commenti (2)
  • Vitaliano Scambia  - Dichiarazione rinuncia detrazione 100% coniuge
    E' importante considerare lo status familiare: in caso di mancanza del coniuge (separazione, divorzio) salvo accordi diversi quale affidamento congiunto dei figli tra genitori separati al 50%, al coniuge affidatario spetta il diritto di detrazione dei propri figli al 100% ed al primo figlio può essere applicata la detrazione che si applica normalmente per il coniuge a carico, se quest'ultima risulta essere più conveniente. In tutti gli altri casi la detrazione per i figli a carico deve essere ripartita al 50% salvo il caso in cui il coniuge che percepisce un reddito più basso, non rinunci ad usufruire della sua quota di spettanza a favore dell'altro coniuge che ha un reddito più elevato. Come dimostrare la rinuncia? Fac simile dichiarazione? Grazie
  • Consulente  - La rinuncia alla detrazione indicata nel modulo pr
    Salve Sig. Scambia
    la richiesta della detrazione va indicata nei moduli consegnati nell'azienda.
    Sua moglie dovrà indicare 0 e lei il 100%
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.