top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Contenzioso-Tributario Problematiche specifiche del contendere LA CORTE GIUDIZIARIA EUROPEA CHIEDE ALL'ITALIA DI MODIFICARE LA LEGGE 177/88 RELATIVA AL REGIME SANZIONATORIO APPLICATO AGLI ERRORI COMMESSI DAI MAGISTRATI
LA CORTE GIUDIZIARIA EUROPEA CHIEDE ALL'ITALIA DI MODIFICARE LA LEGGE 177/88 RELATIVA AL REGIME SANZIONATORIO APPLICATO AGLI ERRORI COMMESSI DAI MAGISTRATI PDF Stampa E-mail
Area Contenzioso-Tributario - Problematiche specifiche del contendere
Venerdì 25 Novembre 2011 13:40

Con sentenza C - 379/10 resa nota nella giornata di ieri, 24 novembre 2011, la Corte di Giustizia Europea ha giudicato poco serio il regime sanzionatorio previsto dalla Legge Italiana  (L. 117 del 1988) da applicarsi in caso di errori commessi da giudici e magistrati durante lo svolgimento delle proprie funzioni giudiziarie, come è stato ritenuto irrisorio l'eventuale risarcimento per responsabilità civile che gli stessi sono chiamati a versare alla parte offesa.
La Corte ha quindi richiesto all'Italia di uniformarsi alla normativa comunitaria che prevede invece una regime sanzionatorio che per il momento contrasta con quello in vigore in Italia. Se l'Italia non  provvederà quindi a modificare la normativa in vigore sulla falsa riga di quella vigente in Europa, incomberà nell'applicazione di sanzioni pecunarie.
Il contenzioso era stato aperto dalla Commissione Europea  sostenendo che la Legge L. 117/88 relativa alla regolamentazione del campo sanzionatorio per i magistrati in errore,  fosse carente di due elementi essenziali:
- la possibilità di limitare, se non addirittura eliminare,  la responsabilità dei magistrati anche in caso di dolo o colpa grave (casi che si verificano quando le interpretazioni erronee derivano dalla considerazione di fatti o prove concrete non individuate dalla magistratura, oppure quando  le sentenze errate vengono prese senza considerare i trattati normativi);
- l'assenza di un risarcimento da parte dello Stato alla parte offesa per danni cagionati quando le sentenze erronee vengono prese sulla base dei di interpretazioni  delle norme di diritto o dalla valutazione di fatti e di prove effettuata dalla magistratura.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.