top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Fiscale e Amministrativa Amministrazione, Organizzazione e Controllo AL VIA IL CREDITO D'IMPOSTA SUGLI INVESTIMENTI NELLA RICERCA PUBBLICA
IN ARRIVO IL VIDEO CORSO
Aperto il nuovo profilo Istagram... Basta cliccare su "Businessforyou" .. da oggi  nelle storie, chi mi segue potrà farmi una domanda alla quale risponderò.

IN ARRIVO IL NUOVO VIDEO CORSO BUSINESSXYOU sul controllo della propria attività!

Gli interessati possono mandare una mail a corso@gruppoantonacci.it per usufruire dell'offerta lancio!

Ringrazio per la vostra partecipazione

AL VIA IL CREDITO D'IMPOSTA SUGLI INVESTIMENTI NELLA RICERCA PUBBLICA PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Amministrazione, Organizzazione e Controllo
Lunedì 05 Dicembre 2011 07:53

La scorsa settimana, con circolare n° 51 l'Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in merito al credito d'imposta definito dal D.L. 70/2011 che sarà riconosciuto alle imprese finanziatrici di progetti di ricerca. In gergo fiscale tale credito d'imposta è stato denominato "bonus ricerca".
Potranno utilizzare il bonus ricerca tutte le imprese a prescindere dalle dimensioni e dalla forma costitutiva che hanno  avviato ed "investito" fondi in attività di ricerca eseguiti dalla Università o Enti Pubblici dal 14 maggio 2011.
Il credito  maturato dovrà essere portato in "compensazione"  tramite indicazione nel modello F24 indicando il  codice tributo 6835.
Il bonus si riferisce ad investimenti eseguiti nell'ambito della ricerca industriale e sviluppo sperimentale mentre non può essere utilizzato per investimenti in ricerca finalizzata a proggetti interni.
Il credito d'imposta sarà pari al 90% dell'importo che va oltre la media degli investimenti effettuati nel triennio 2008 - 2010. Ovvero sarà necessario prima calcolare la media degli investimenti effettuati negli anni 2010, 2009 e 2008, dopodichè tale risultato dovrà essere confrontato con l'importo degli investimenti effettuati nei singoli periodi agevolabili.  Il 90% di tale risultato costituirà il credito d'imposta che potrà essere chiesto dalle varie imprese.
Per le imprese di nuova costituzione, ovvero costituite ad esempio dal 2011 per i quali non è possibile individuare la media degli investimenti del triennio 2010 - 2008 verrà preso in considerazione come periodo di riferimento per il calcolo della media degli investimenti il periodo a partire dalla data di costituzione dell'impresa stessa.
Inoltre per quelle imprese che nel trienno preso in esame non hanno sostenuto spese di investimenti, prenderanno in considerazione per il calcolo della spesa, i costi sostenuti ne primo periodo di imposta nel quale si è avviato il progetto.
Per ulteriori delucidazioni si può consultare direttamente la circolare sul seguente link.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.