top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Contenzioso-Tributario Problematiche specifiche del contendere SANZIONE PIU' RIGIDA A CHI DETRAE SPESE MEDICHE DAL MODELLO UNICO ESIBENDO FATURE FALSE
SANZIONE PIU' RIGIDA A CHI DETRAE SPESE MEDICHE DAL MODELLO UNICO ESIBENDO FATURE FALSE PDF Stampa E-mail
Area Contenzioso-Tributario - Problematiche specifiche del contendere
Lunedì 19 Dicembre 2011 13:58

Con sentenza 46785/11 depositata nella giornata di oggi, 19 dicembre 2011, la Corte Suprema di Cassazione ha riconosciuto "comportamento fraudolente"  la detrazione di spese mediche mediante utilizzo di false fatture.
La Corte di Cassazione ha così sentenziato che l'uso di fatturazioni false, anche ai fini della detrazione delle spese mediche incluse nel conteggio delle spese detraibili da indicare nel quadro RP del Modello Unico  non è più da sanzionare come dichiarazione infedele (art. 4 del D.Lgs 74/2000) ma come "dichiarazione fraudolenta"  ai sensi dell'art. 2 del D.Lgs 74/2000.
Il contribuente in questione, chiamato all'esibizione della documentazione inerente le spese mediche, aveva presentato una serie di fatture verificatesi false evidenziando alla base un comportamento di frode nei confronti del fisco.
La Corte Suprema di Cassazione ha quindi voluto dare una risposta netta e chiara sanzionando in modo più rigoroso un comportamento illecito a chi cerca di ingannare il fisco.
L'art. 4 del D.Lgs 74/2000 infatti si occupa principalmente di "raggiri" a danno dell'Amministrazione Finanziaria che non si basano su errori commessi dal contribuente in buona fede  ma di "errori"  causati volontariamente e coscientemente dalla persona che esibisce a giustificazione del suo comportamento una documentazione totalmente falsa ed inesistente.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.