top
logo

Accesso utenti




Home Area Fiscale e Amministrativa Gestione dell'impianto contabile aziendale 1° OTTOBRE 2012: SCADUTO IL TERMINE DI PRESENTAZIONE TELEMATICA DEL MODELLO UNICO
1° OTTOBRE 2012: SCADUTO IL TERMINE DI PRESENTAZIONE TELEMATICA DEL MODELLO UNICO PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Gestione dell'impianto contabile aziendale
Martedì 02 Ottobre 2012 06:33

Entro il 30 settembre 2012, ovvero entro la giornata di ieri, 1° ottobre, poichè il 30 settembre cadeva in un giorno festivo, è scaduto il termine utile per la presentazione telematica delle dichiarazioni annuali relative all'anno d'imposta 2011, ovvero Modello Unico 2012 Modello Iva 2012 (se collegato all'invio del primo modello) e Modello Irap 2012.
Da oggi invece partono i 90 giorni che permetteranno ai contribuenti di apportare eventuali modifiche o di inviare la propria dichiarazione in ritardo (31/12/2012), pagando una sanzione ridotta da versare indicando nel modello F24 il codice 8911 ed indicando l'importo di € 51,00. Tuttavia affinchè possa eseguirsi l'invio tardivo  è necessario che non vi siano in corso accertamenti da parte della guardia di finanza.
Tutte le dichiarazioni presentate dopo i 90 giorni, saranno considerate omesse ma saranno tenute in considerazione per il calcolo delle imposte dovute.
Caso a parte sono da consideerare  le dichiarazioni inviate in tempo dagli intermediari, ma scartate in fase di presentazione telematica. In questi casi gli intermediari avranno tempo fino all'8 ottobre 2012 per procedere all'invio tempestivo della dichiarazione affinchè questa sia considerata inviata correttamente entro i termini previsti dalla normativa.
Il contribuente che ha presentato la dichiarazione tramite intermediario, deve farsi consegnare la copia originale entro il 31 ottobre 2012.
E' bene tener conto che l'omessa dichiarazione oltre a produrre pesanti sanzioni a carico del contribuente, risulta dannosa soprattutto in presenza di crediti sulle imposte deichiarate che vengono immediatamente persi, anche se in base ad una recente normativa è possibile procedere alla richiesta di rimborso, sempre però dopo aver effettuato la regolarizzazione con il pagamento richiesto dall'avviso bonario.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.