top
logo

Accesso utenti




30 NOVEMBRE 2012: II ACCONTO IRPEF 2012 PDF Stampa E-mail
Area Fiscale e Amministrativa - Gestione dell'impianto contabile aziendale
Lunedì 12 Novembre 2012 07:36

Entro il prossimo 30 novembre  dovrà essere versato , in un'unica soluzione,  il II acconto delle imposte 2012 sia per le persone fisiche che per quelle giuridiche.
Tra le imposte da pagare, oltre l'IRPEF o l'IRES (persone giuridiche o fisiche) vanno menzionate l’IRAP,  l'imposte sostitutiva sul regimi dei minimi, nonchè  l'acconto sulla cedolare secca. Non è  inoltre da dimenticare il II  acconto INPS pagato dai lavoratori autonomi (artigiani e commercianti) che, nell'ultimo Modello Unico hanno dichiarato un reddito superiore a quello minimale previsto dall'INPS, e quello pagato dai professionisti autonomi iscritti alla gestione seperata.
Per il pagamento del secondo acconto IRPEF del 2012 è stata  introdotta  una riduzione  sia per il computo dell'IRPEF e dell'imposta sostitutiva dei minimi (passaggio del calcolo dal 99% al 96%) sia della cedolare secca ( applicazione aliquota del 92%).

E' necessario ricordare che il pagamento del secondo acconto non è obbligatorio per tutti coloro che abbiano presentato nel corso del 2012 il modello 730  o il Modello Unico. Infatti sono esentati dal pagamento del secondo acconto coloro che abbiano riscontrato un credito dalla dichiarazione e, coloro che pur avendo pagato un saldo a debito, tale saldo sia  stato inferiore ad € 52,00 per le persone fisiche (modello Unico PF 2012) ed € 21,00 per le persone giuridiche (Modello Unico SC 2012).

IL CALCOLO DEL II ACCONTO:

I procedimenti da aplicare per calcolare il II acconto delle imposte dovute sono sostanzialmente 2:
- il metodo storico, ovvero si prende come base di calcolo l'imposta dovuta nel 2011 risultante dal modello unico 2012 e poi si procede ad applicare l'aliquota di riferimento;
- il metodo previsionale che si basa sulla presunzione dell'imposta che si dovrà pagare per il periodo in corso tenendo conto di una stima dei ricavi conseguiti nel corso del 2012.
L'utilizzo dei due metodi può cambiare sia nel tempo (ovvero il calcolo del primo acconto ad esempio può avvenire secondo il metodo storico, mentre il secondo acconto secondo il metodo previsionale) come previsto dalla circolare dell'Assonime n° 18 dello scorso 11 giugno 2012) che essere diverso da imposta ad imposta. In quest'ultimo caso ad esempio l'IRPEF o IRES può essere calcolata con il metodo storico, mentre l'IRAP con il metodo previsionale come da circolare Assonime n° 39/2008.
Nel momento della scelta della metodologia da applicare, oggi molto importanti sono le considerazioni e le valutazioni  che vanno fatte alla luce delle nuove modifiche apportate in corso d'anno alla normativa in vigore che vanno a variare il reddito conseguito nell'anno precendente (metodo storico) o nell'anno in corso (metodo reddituale) e che dovranno obbligatoriamente essere  considerate  al momento del calcolo dell'acconto in quanto provocheranno delle riduzioni significative dei costi, inalzando così  la base imponibile. Si pensi ad esempio ai beni concessi in godimento ai soci e al conseguente aumento della base imponibile ai fini IRAP, oppure si pensi alla nuova aliquota IRES del 38% applicata sulle società di comodo o società sistematicamente in perdita etc. etc. . Naturalmente i casi da considerare sono tantissimi e diversi secondo le tipologie di reddito e societarie.
Insomma, per quest'anno il calcolo del secondo acconto, non sembra esser poi così semplice.
In ogni caso a titolo riepilogativo si riportano le aliquote da applicare il calcolo dell'acconto:
- IRPEF 96% dei redditi relativi al  2011 (METODO STORICO) o ai redditi del 2012 che si ipotizza di dichiarare nel 2013 (METODO PREVISIONALE);
- IRES 100%  dei redditi relativi al 2011 (METODO STORICO) o ai redditi del 2012, che la società presume di dichiarare nel  2013 (società di capitali, di persone, enti non commerciali etc);
- 99% dell’IRAP dei redditi relativi al  2011 (METODO STORICO) o ai redditi del 2012 che si ipotizza di dichiarare nel 2013 (METODO PREVISIONALE);
- 100% dell’IRAP dei redditi relativi al 2011 (METODO STORICO) o ai redditi del 2012, che la società presume di dichiarare nel  2013 (enti non commerciali e non).

Commenti (6)
  • Anonimo
    :shock:

  • renzo semino  - acconti irpef, tassazione normale + cedolare secca
    Buongiorno,
    nel mio 730 2013 (redd. 2012), a causa di vari rimborsi (spese sanitarie, detr 36-50-55% ecc.) viene calcolato per lug ca un Rimborso a credito di circa 3600 €. Il conguaglio a credito sarà certamente presente anche per i prossimi anni.
    Avendo inserito nel 730 anche l'importo per affitto percepitotassato in regime di cedolare secca (imposta dovuta 155€), relativo ad un mio immobile, Vi chiedo se è obbligatorio versare 1° e 2° acconto per il 2013 sapendo perfettamente che anche il prossimo anno, sarò a credito oppure posso tranquillamente procedere barrando il punto F6 del Quadro F mod. 730 che non farebbe uscire gli acconti.
    Grazie e saluti.
    Renzo Semino
  • Consulente  - 730 con rimborso ma non a credito
    Salve Renzo, il suo 730 in realtà presenta un saldo positivo di imposte che viene ridotto per effetto del rimborso da 730. In qesto caso può certamente barrare la casella relativa al non versamento del II acconto. Ma il versamento del primo acconto è obbligatorio
  • Alberto  - Secondo acconto Inps eccedente il minimale
    Buongiorno ho una domanda da porle:
    sono contribuente minimo commercianti, quest'anno ( giugno 2013 ) ho fatto la dichiarazione dei redditi e su un eccedenza Inps sul minimale di circa 8.500 € ho calcolato due acconti di pari importo di circa 900,00 €, uno pagato a giugno 2013 e l'altro che dovrò pagare alla fine di questo mese di pari importo.
    Mi chiedevo, visto che quest'anno il fatturato è più basso e la prima rata di Giugno basta a coprire il contributo Inps eccedente il minimale per l'anno prossimo, posso evitare di versare la seconda rata a Novembre?
    Grazie di un'eventuale risposta, cordiali saluti
  • Consulente  - Pagamento II rata INPS
    Salve Alberto
    purtroppo deve pagare la seconda rata INPS come calcolata per evitare sanzioni ed interessi.
  • Joseph  - Nike Clearance Outlet
    link:https://www.lebron16shoes.us/
    link:https://www.nike-airmax98.us/
    link:https://www.newshoes2019.us/
    link:https://www.trainersoutletuk.co.uk/
    link:https://www.pandorasjewelryoutlet.us.com/
    link:https://www.airmaxs97.us.com/
    link:https://www.nmdxr1.us.com/
    link:https://www.nikeoutletsstore.us.com/
    link:https://www.yeezysboosts.us.com/
    link:https://www.pandorasrings.us.com/
    link:https://www.outletmonclers.us.com/
    link:https://www.goyard-handbags.us.org/
    link:https://www.shoesstore.org.uk/
    link:https://www.adidassneakers.us.com/
    link:https://www.yeezy-trainers.org.uk/
    link:https://www.adidasshoessale.us.com/
    link:https://www.ferragamo-shoes.us.org/
    link:https://www.nikestorefactory.us.com/
    link:https://www.trainersoutlet.org.uk/
    link:https://www.newjewelry.org.uk/
    link:https://www.trainerssale.org.uk/
    link:https://www.clearanceoutlet-uk.co.uk/
    link:https://www.newtrainerssale.org.uk/
    link:https://www.offwhiteshoess.us/
    link:https://www.adidasoutletfactory.co...
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.