top
logo

Accesso utenti



Articoli correlati


Home Area Lavoro Elaborazione paghe LE PENSIONI E L'APE (ANTICIPO FINANZIARIO A GARANZIA PENSIONISTICA)
LE PENSIONI E L'APE (ANTICIPO FINANZIARIO A GARANZIA PENSIONISTICA) PDF Stampa E-mail
Area Lavoro - Elaborazione paghe
Mercoledì 26 Ottobre 2016 08:42

Quando si parla di APE, bisogna differenziare tra APE SOCIAL e APE VOLONTARIA. Ma cosa sono effettivamente?
Sia L'APE SOCIAL che L'APE VOLONTARIA costituiscono un anticipo finanziario a garanzia pensionistica per coloro che vorranno andare in pensione anticipatamente, avendo compiuto 63 anni di età. La differenza tra i due strumenti è che l'APE SOCIAL sarà gratuita a tutti i richiedenti che presenteranno i requisiti indicati dal governo e che quindi  avranno accesso  al fondo garanzia attivato dal Ministero dell'Economia , mentre l'APE VOLONTARIA, il cui accesso è legato sempre alla presenza di requisiti definiti dal Governo,   è un vero e proprio prestito a carico del richiedente che provvederà a restituire l'intera somma anticipata alle banche o all'ENTE preposto a tale operazione in un periodo massimi di 20 anni.
.Per aderire all'APE SOCIAL bisognerà rientrare nei requisiti stabiliti dal Governo, ovvero:
- importo lordo della pensione inferiore ad € 1.500,00
- essere in possesso di 36 anni di contributi e 6 anni di lavoro "pesante" nelle categorie definite dal Governo;
- far parte delle categorie di lavoratori definite dal Governo (operai dell’industria estrattiva ed edile, facchini,  macchinisti e  personale viaggiante, infermieri con contratti basati su turni ospedalieri, camionisti, assistenti di persone non autosufficienti, operai del settore conciario, maestre d’asilo, addetti alle pulizie senza qualifiche e spazzini), oppure essere disoccupati con 30 anni di contributi o con una riduzione della capacità lavorativa almeno pari al 74% oppure avere  parenti disabili (assistiti per almeno sei mesi);
Per aderire all''APE VOLONTARIA i requisiti da soddisfare sono:
- importo della pensione netta, al netto della rata del prestito da restituire non inferiore ad € 700,00;
- 20 anni di anzianità contributiva.

ln entrambe i casi, il periodo di anticipo potrà essere al massimo di  3 anni e 7 mesi e dovrà essere rimborsato entro un 20 anni. I richiedenti potranno presentare la domanda a partire da maggio 2017 quando avrà inizio il periodo di sperimentazione che avrà la durata di circa 2 anni.
L'INPS sarà l'Ente preposto alla raccolta delle domande, ma la banca e l'assicurazione da stipulare per eventuali casi di premorienza verrà scelta dal richiedente.

 

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
:D:):(:0:shock::confused:8):lol::x:P:oops::cry:
:evil::twisted::roll::wink::!::?::idea::arrow:
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
Lascia un commento o fai una domanda.
 

In Evidenza

Tributario: risposte a quesiti, ricerche e pareristica, contenzioso.

 
Tributi locali: pratiche, calcoli e consulenza in materia di Ici, ed altre imposte locali.

 
Societario: costituzione di società (anche tramite un proprio notaio), consulenza legale (tramite proprio Avvocato) e fiscale.

 
Amministrativo: disbrigo di pratiche amministrative presso Ufficio delle Entrate, Camera di Commercio, Uffici Comunali, uffici vari.

 
Tutela dei marchi: Registrazione di marchi, consulenza legale (tramite proprio Avvocato) sulla protezione della proprietà intellettuale).

 
Consulenza del lavoro: Elaborazione buste paga, consulenza specifica su questioni del diritto del lavoro.

Contattaci


bottom
top

News

I più visti


bottom

Copyright 2013© Simona Antonacci.
Via della Vignaccia, 27 – 00163 Roma, Partita IVA 09406571001
Vaild XHTML and CSS.